Il tuo browser non supporta JavaScript!

Studi teatrali

Amor morto. Concerto mistico

Silvia Pasello, Ares Tavolazzi

Libro

editore: Kurumuny

anno edizione: 2019

pagine: 68

Il cofanetto contiene il CD "Amor morto. Concerto mistico", risultato del lavoro di ricerca e creazione teatrale e musicale fatta dall'attrice Silvia Pasello (Premio Ubu per "Macbeth Horror Suite" nel 1997 con la regia di Carmelo Bene) e da Ares Tavolazzi, bassista degli Area, mitico gruppo di sperimentazione musicale dagli anni Settanta in poi. Un lavoro basato su materiali e testi della letteratura mistica (Maria Maddalena de' Pazzi, Juan de la Cruz) su cui Carmelo Bene avrebbe voluto realizzare un "Concerto di fine Millennio" ad Assisi. Il libro è una raccolta testi critici di Bruna Filippi e Piergiorgio Giacché che indagano la scrittura e la letteratura dei mistici, individuando le suggestive connessioni tra l'arte dell'attore di Carmelo Bene e l'arte dei mistici; e inoltre testi di Stefano Cristante, Tonio Cantoro e Franco Ungaro che contestualizzano il lavoro di Silvia Pasello e Ares Tavolazzi nel quadro dei progetti di valorizzazione della figura e delle opere di Carmelo Bene in atto nel Salento. Lavoro co-prodotto con Accademia Mediterranea dell'Attore di Lecce, in collaborazione con Ministero Beni e Attività Culturali.
12,00

Storiografia e teatro tra Italia e penisola iberica

Libro: Copertina morbida

editore: Olschki

anno edizione: 2019

pagine: 168

I saggi riuniti in questo volume sviluppano riflessioni storiografiche nell'ambito teatrale, letterario e archivistico, spagnolo, portoghese e italiano, tra Cinquecento e Settecento attraverso testi e documenti ignoti o meritevoli di nuove indagini, rivolti talvolta alla raffigurazione del mondo orientale.
25,00

Il teatro e la crudeltà

Antonin Artaud

Libro: Copertina morbida

editore: E/O

anno edizione: 2019

pagine: 149

Un'antologia dei testi più significativi e attuali del più geniale uomo di teatro del '900. Venuto dal surrealismo, teorico del "teatro della crudeltà", senza la conoscenza di questi testi non sarebbe esistito il grande teatro delle avanguardie dello scorso secolo - da Beckett a Grotowski, da Julian Beck a Carmelo Bene, fino ai più arditi rappresentanti della scena contemporanea. Prefazione di Rodolfo Sacchettini.
11,00

Il lavoro invisibile dell'attore. Pratiche ed esercizi per liberare il talento in scena

Marina Gorla, Marco Maccieri, Luca Zangheri

Libro: Copertina morbida

editore: Audino

anno edizione: 2019

pagine: 158

A chi non è mai capitato di assistere alla performance di un attore, un danzatore o un musicista e di sentirsi trasportato in una dimensione speciale di attenzione e sorpresa? È un'esperienza intuitiva e non sempre si trovano le parole giuste per descriverla. Il modo più semplice e più usato è parlare di "talento". Ma cos'è il talento? Quali sono i suoi ingredienti? Fa parte del bagaglio della persona sin dalla nascita e, soprattutto, si può coltivare? I tre autori di questo libro sono convinti di sì, e per dimostrarlo hanno incrociato le rispettive esperienze nello studio della recitazione e dell'atto performativo in scena. Il risultato è "Il lavoro invisibile dell'attore", un testo che riunisce 50 esercizi e 20 lezioni audio: una raccolta organica di esercizi di improvvisazione, tecniche di analisi attiva del testo teatrale, lezioni incentrate sul Metodo Feldenkrais e pratiche di consapevolezza, autenticità e libertà in scena. Una serie di proposte (alcune ideate dagli autori, alcune ereditate da altre esperienze di ricerca) utili allo sviluppo del proprio talento e della sua consapevolezza, presentate con quello sguardo curioso e sottile che propone il Metodo Feldenkrais per imparare a imparare.
19,00

Un sogno di passione. La nascita e lo sviluppo del metodo

Lee Strasberg

Libro: Copertina morbida

editore: Audino

anno edizione: 2019

pagine: 159

È l'estate del 1974 quando Lee Strasberg, poco più che settantenne, comincia a mettere finalmente per iscritto una descrizione organica del Metodo. Ne. nasce Un sogno ,di passione.- citazione di un celebre verso dell'Amleto -, che costituisce uno dei libri fondamentali nella pedagogia teatrale del Novecento. Il libro è una biografia del Metodo che si intreccia con l'autobiografia dell'autore. Non dell'uomo Strasberg, ma del teatrante, dell'attore, dell'insegnante, del regista, del teorico. E, ancor prima, dello spettatore, dell'attore non professionista e dell'allievo. Si assiste così agli spettacoli del Teatro d'Arte, della Duse e di Giovanni Grasso. Si leggono pagine degli appunti alle lezioni presso l'American Laboratory Theatre, primo vero punto di incontro con il Sistema Stanislavskij, al quale è dedicato un intero capitolo che ne mette in luce lo sviluppo pioneristico senza tralasciare di sottolinearne alcuni limiti. A Stanislavskij si torna, poi, in molteplici luoghi del libro in cui si declinano sia i punti di continuità che di divergenza tra Metodo e Sistema. Si riflette inoltre sull'attività.di regista e insegnante presso il Group Theatre e l'Actors 'Studio, ma soprattutto si va dal problema di base della recitazione - cioè quello di riuscire a produrre emozioni a comando quando si è sulla scena - a quello di liberare - gli attori dalle abitudini di comportamento che ne bloccano il talento. Si approfondiscono quindi il lavoro sull'improvvisazione e sulla memoria affettiva, e si scoprono gli esercizi "leggendari" del momento privato e del song-and-dance. Grazie alla voce e alla straordinaria vita artistica di Strasberg, in "Un sogno di passione" si assiste alla genesi e alla messa a punto del Metodo, il più discusso ma indiscutibilmente efficace training per attori che esista oggi in circolazione.
19,00

Nove lezioni sulla voce. Guida pratica per insegnare a utilizzare al meglio la propria voce

Max Hafler

Libro: Copertina morbida

editore: Audino

anno edizione: 2019

pagine: 158

Insegnare a sviluppare una voce ben articolata, chiara e potente è uno degli obiettivi che ogni insegnante di recitazione si dovrebbe prefiggere. "Nove lezioni sulla voce", scritto da un insegnante, attore e regista di grande esperienza, fornisce indicazioni dettagliate su come raggiungere questo obiettivo e insegnare ai propri studenti a utilizzare al meglio la propria voce sia come componente della formazione teatrale che a beneficio del proprio sviluppo personale. Il testo si articola in nove lezioni. Le prime due propongono esercizi sulla respirazione, la dizione, la risonanza e il rilassamento. Le successive si concentrano su aspetti come la potenza, il ritmo, l'enfasi e, negli ultimi capitoli, l'utilizzo della voce nel dramma realista e nelle opere di Shakespeare. Affiancano le lezioni moltissimi esempi di lavoro di gruppo ed esercizi sul testo, suddivisi per tipologia testuale. Nove lezioni sulla voce è dunque uno strumento ideale per i docenti di recitazione che desiderano aiutare i propri studenti a educare e sviluppare la voce, ma può rivelarsi utile anche nei corsi di formazione rivolti a professionisti il cui lavoro si basa sulla comunicazione verbale.
19,00

Reading Odissea. L'assolo di un attore: il racconto di una esperienza

Giovanna Bozzolo

Libro: Copertina morbida

editore: Audino

anno edizione: 2019

pagine: 103

Nello scenario multiforme del teatro contemporaneo si va consolidando la pratica del reading. Nel reading l'attore non ha nulla e può creare tutto: attore e autore si confondono per creare e veicolare immagini. Il reading non è una lettura ad alta voce, è una pratica di realizzazione scenica basata sulla centralità della parola. Il dramma e l'epica si incontrano in una forma di spettacolo che è uno straordinario banco di prova per l'attore. Reading Odissea è la testimonianza del percorso di un attore dal testo di Omero allo spettacolo realizzato da Giovanna Bozzolo insieme a Eva Cantarella. Si ripercorre passo dopo passo il processo di progettazione: l'analisi del testo, la creazione del copione, il lavoro sulla parola, sui personaggi e sugli eventi, per arrivare alla drammaturgia dello spettacolo con riflessioni su scena, luci e suono. Il reading chiede all'attore di essere artista, pensatore, studente, lettore, regista e anche profondo visionario. Un libro originale, esperienziale e pratico insieme, per un approccio non scontato al materiale epico, dedicato a un pubblico di artisti e appassionati di testi classici.
13,00

L'interpretazione scenica nel teatro in musica. Lezioni di recitazione per cantanti d'opera

Lorenza Codignola

Libro: Copertina morbida

editore: Audino

anno edizione: 2019

pagine: 157

Il compito del cantante, si sa, è quello di emozionare il pubblico con la sua voce e con l'intensità di una comunicazione espressa dalla totalità del suo essere. Dunque, se è vero che siamo fatti di un corpo che comprende la voce (o meglio di una voce che vive dentro a un corpo) questo corpo deve possedere tutti gli strumenti necessari per essere all'altezza di esprimere la poesia fatta musica e le parole insite in essa. E proprio questo il fine delle lezioni raccolte in questo libro, sintesi dei molti anni di attività dell'autrice. Attraverso un approccio che non si concentra unicamente sull'organo vocale, ma che prende in considerazione il soggetto nella sua interezza, L'interpretazione scenica nel teatro in musica si propone di aiutare l'interprete a liberare il proprio potenziale creativo, insegnandogli a gestire le proprie resistenze mentali, le fattezze specifiche del proprio corpo, l'energia intrinseca al movimento, gli slanci emotivi. Nella convinzione che un vero interprete, per essere tale, debba saper affrontare i molteplici passaggi dell'evoluzione della voce e del corpo nella loro straordinaria complessità.
18,00

I teatri d'opera in Medio Oriente e Nord Africa. Genesi, evoluzione e politiche culturali

Paolo Petrocelli

Libro: Copertina morbida

editore: Carocci

anno edizione: 2019

pagine: 155

L'opera rimane ancora oggi una delle forme d'arte e di spettacolo più celebrate al mondo, anche in Medio Oriente e Nord Africa. Dal Maghreb alla penisola araba, infatti, i governi stanziano finanziamenti particolarmente ingenti per sostenerne la diffusione e la promozione. Perché? Il volume offre, per la prima volta in un'unica ricerca strutturata e completa, un'analisi di tutte le istituzioni teatrali e musicali di ogni paese di queste regioni. Viene così messo a disposizione degli studiosi e dei professionisti un primo testo di riferimento sull'argomento, uno strumento attraverso cui scoprire e comprendere il processo evolutivo che ha portato e continua a portare tutti i paesi della regione MENA a dotarsi di un teatro dell'opera.
18,00

Stand-up Comedy

Libro

editore: Einaudi

anno edizione: 2019

pagine: 168

Martina Catuzzi, Alessandro Ciacci, Edoardo Confuorto, Francesco De Carlo, Daniela Delle Foglie, Nicolò Falcone, Edoardo Ferrario, Francesco Frascà, Michela Giraud, Velia Lalli, Valerio Lundini, Saverio Raimondo, Stefano Rapone, Luca Ravenna, Daniele Tinti. Palco, sgabello, microfono. Non serve altro se sai snocciolare battute brillanti e spudorate. È il caso di una generazione di comici in ascesa, che sta spopolando nei locali di mezzo mondo, oltre che su Netflix e Amazon. Tutti si sono imposti con show sferzanti su politica, identità e sesso. Anche in Italia la stand-up comedy sta vivendo la sua epoca d'oro. A Milano e Roma è un proliferare di piccoli teatri e locali sempre più frequentati. Il livello è altissimo, i set irresistibili. In questa antologia, le loro storie e le battute migliori.
16,00

Sul palco. Storia della scenografia e dell'architettura teatrale

Carlo Titomanlio

Libro: Copertina morbida

editore: La Casa Usher

anno edizione: 2019

pagine: 375

La peculiare impostazione di questo libro nasce dalla convinzione che la storia della scenografia e dell'architettura teatrale non può essere raccontata e compresa senza fare riferimento ai generi, alle forme, agli eventi della storia del teatro. Per questa ragione la trattazione, ordinata cronologicamente, è scandita da capitoli corrispondenti a fenomeni spettacolari con caratteristiche riconoscibili. Possono essere generi (come la commedia rinascimentale o l'opera buffa settecentesca) oppure contesti produttivi (come i Ludi romani o i drammi ciclici medievali) o ancora vicende artistiche individuali di grande rilevanza (come le opere di Wagner a Bayreuth o le sperimentazioni delle Avanguardie storiche). L'ampio profilo generale attraverso la storia del teatro è preceduto da un percorso attraverso le immagini a colori, che, oltre a offrire riferimenti puntuali al racconto, presenta un breve e accessibile itinerario introduttivo. Infine, un terzo percorso attraverso le parole parte dai termini specifici della scenografia e dell'architettura teatrale. Si tratta di un lessico ragionato che organizza in maniera sintetica episodi storici e questioni etimologiche nella successione delle idee e delle soluzioni pratiche.
25,00

Un femminile per bene. Carmelo Bene e le Ma-donne a cui è apparso

Vincenza Di Vita

Libro: Copertina morbida

editore: MIMESIS

anno edizione: 2019

pagine: 121

Carmelo Bene è l'attore artifex che si nutre di mistica cristiana e di horror fantascientifico per dare vita a parodici travestimenti e grottesche narrazioni. La creazione di artifici e artefatti mimici è costruita attraverso l'imitazione di figure paradigmatiche come Eleonora Duse, Totò ma anche san Giuseppe da Copertino e le donne che appaiono su riviste di cronaca rosa, sfogliate da una santa che, annoiata, fuma una sigaretta con aria distratta, a cui ciondoli in testa una finta aureola. Il confronto con i filosofi e gli intellettuali, contemporanei all'intellettuale, attore, filosofo, viene ricapitolato continuamente per divenire potente strumento d'esercizio speculativo. Esso assume la forma della scrittura scenica, anche in luoghi inconsueti, attraverso una esasperata negazione della storia. L'apparizione alla Madonna e il volo, quasi fosse un mitologico Mercurio ma in abito talare di santo, e di un santo monaco per giunta, vengono trasfigurati in una dimensione terrena e femminea da cui ha origine l'indagine dell'autrice.
12,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.