Il tuo browser non supporta JavaScript!

Sport e vita all'aperto

Il grande libro della Formula 1. La Rossa, le altre e un romanzo lungo settant'anni

Umberto Zapelloni, Luca Del Monte

Libro: Copertina rigida

editore: Baldini + Castoldi

anno edizione: 2020

pagine: 1360

La storia della Formula 1 è un vero e proprio romanzo iniziato il 13 maggio del 1950 in Inghilterra. Da allora sono trascorsi settant'anni, ricchi di avventure, successi, gioie, ma anche di dolori e tragedie. Storie di automobili, ma soprattutto di uomini: uomini che hanno trasformato un piccolo evento motoristico nella più grande manifestazione sportiva internazionale: Juan Manuel Fangio e Alberto Ascari, Graham Hill e Jim Clark, Jackie Stewart e Niki Lauda. Hanno caratterizzato il loro tempo, in alcuni casi anche al di fuori dell'ambito sportivo: da Gilles Villeneuve ad Ayrton Senna, il lungo duello tra Mika Hakkinen e Michael Schumacher, fino all'ultimo capitolo con Lewis Hamilton, Sebastian Vettel e gli enfant terrible Charles Leclerc e Max Verstappen. Questo libro le racconta tutte. "Enzo Ferrari diceva: «Date un foglio di carta a un bambino, dategli dei colori e chiedetegli di disegnare un'automobile, sicuramente la farà rossa." Devo dire che aveva ragione» (dalla prefazione di Charles Leclerc).
30,00

Le leggende del motociclismo. Storie di coraggio, emozioni e passione

Fabio Fagnani

Libro: Copertina morbida

anno edizione: 2020

pagine: 389

Da quando esistono le corse su due ruote esistono gli eroi. Alcuni di loro hanno segnato un'epoca, altri ci sono finiti dentro e hanno provato a lottare per vincere ed entrare nella leggenda del mondo del motociclismo. Sono loro, le leggende, che vogliamo raccontare in questo libro. I vincitori, ma anche i vinti. Chi ci ha provato, chi ha rischiato la vita, chi, invece, l'ha persa per davvero, proprio lì, nella seconda casa di ogni pilota, la pista. Da Giacomo Agostini a Marc Marquez, da Valentino Rossi a Freddg Spencer, passando per fenomeni senza corona come Pasolini, fenomeni ritirati prematuramente come Caseg Stoner e talenti che il motorsport ha voluto in segno di sacrificio, come Marco Simoncelli, il racconto delle loro carriere dai primi passi al compimento del percorso che li ha consacrati a veri e propri "dei" delle due ruote.
18,00

Pillole maledette. Lo sport intrappolato dalle illusioni del doping

Giulio Mola

Libro: Copertina morbida

editore: All Around

anno edizione: 2020

pagine: 256

Dietro il "doping di Stato" praticato per decenni da nazioni ben note e il "doping consapevole e volontario", c'è un mondo sommerso e paludoso. Si ingoiano pillole anche per cercare di vincere un premio di 8 euro, o per guadagnarsi una foto sul giornalino del paese. Questo non è sport. Questo è il marcio dello sport. Dove ci sono tanti colpevoli e troppi silenzi. Prefazione di Xavier Jacobelli.
16,00

Giro. Storie, leggende, personaggi

Giorgio Martino

Libro: Copertina morbida

editore: Kenness Publishing

anno edizione: 2020

pagine: 160

Le storie, le leggende. le imprese, i personaggi che hanno caratterizzato 111 anni di esistenza del Giro d'Italia. Dai pionieri di un'alba di maggio del 1909 all'ultimo vincitore, Richard Carapaz che è anche il primo ecuadoriano ad entrare nell'albo d'oro. Giorgio Martino ripercorre le emozioni che più di tutte hanno affascinato la fantasia di tifosi e sportivi e non solo, suscitando ammirazione ed entusiasmo con gesti tecnici impensabili che sembravano impossibili. L'esaltante cavalcata solitaria di Fausto Coppi nella Cuneo-Pinerolo, le Tre Cime di Lavaredo su cui Eddy Merckx instaurò la sua cannibalesca dittatura, le giornate da tregenda di Gaul sul Monte Bondone e Hampsten sul Gavia. La straordinaria forza di volontà di Alfonsina Strada (l'unica donna ad aver corso il Giro), l'irrinunciabile gusto della rivalità che ha attraversato tutte le epoche da Binda con Girardengo e Guerra a Coppi e Bartali, da Moser e Saronni a Bugno e Chiappucci; le grandi figure della storia del ciclismo come Anquetil, Gimondi, Hinault, Indurain e il doloroso rimpianto di Marco Pantani. Campioni e Campionissimi che sono stati i veri artefici della grandezza del Giro.
15,95

I peggiori anni della nostra vita. 2012-2020 da Ibra a Ibra

Conte Fiele, Comunquemilan

Libro: Copertina morbida

editore: Edizioni Interno4

anno edizione: 2020

pagine: 248

"Questi otto anni sono stati tra i più aridi di soddisfazioni che il titolatissimo club di Milano abbia conosciuto, ma nelle sue pagine scopriamo che le emozioni non sono mai mancate - perché tenere a una squadra, come tenere a una persona, significa anche attraversare il deserto con lei senza mai dubitare del proprio amore. Questi racconti, fatalmente, sono iniziati con l'addio di Zlatan Ibrahimovic, venduto quando era il giocatore dominante della serie A. Il ciclo si conclude con l'omerico ritorno di Ibrahimovic, più vecchio e più saggio, tornato come Ulisse a ricongiungersi con chi non ha mai smesso di tessere una tela e aspettarlo. Questo libro è quella tela. Tieni a una squadra di calcio. E ci tieni veramente. La vedi volare, raggiungere vette che nessun'altra squadra ha raggiunto, la vedi splendere magnifica e coprirsi di gloria nel mondo. Poi la vedi precipitare come Icaro troppo vicino al Sole. La vedi a terra, la vedi barcollare. Per tanti lunghi anni. Ma tieni veramente a quella squadra, e sai che è adesso, che ha bisogno di te. Questo è il racconto degli otto anni che il Diavolo ha passato in Purgatorio: un lungo periodo di depressione, delusione, sporadiche illusioni, dirigenti allo sbaraglio e giocatori allo sbando, allenatori sofferenti e tifosi sconcertati. Fino ad una sorprendente e insperata svolta, che regala una nuova speranza nel nome di Ibra, l'epico eroe finalmente tornato a casa".
14,00

Il caminante. Camminatore, pellegrino e viandante

Andrea Spinelli

Libro: Copertina morbida

editore: EDICICLO

anno edizione: 2020

pagine: 224

Andrea Spinelli, malato di cancro al pancreas inoperabile, procede nella vita a piccoli passi, quelli che lo spingono a compiere grandi cammini lungo le Vie del mondo ma anche nel cuore delle persone. Dopo aver raccontato di come ha reagito alla diagnosi nel libro "Se cammino vivo", in questa seconda narrazione risponde alla domanda che riceve spesso: "Come fai a essere così sereno?". Nel "Caminante" ci parla di consapevolezza, di serenità, ma anche di paura. Si racconta con il cuore in mano, senza censure, con intensità. Ci porta nei suoi luoghi del silenzio (su tutti i boschi, la Carnia e l'oceano), ci narra quali sono state le sue pause più importanti (per esempio quella di fronte al Faggio di San Francesco) e ricorda gli incontri con le persone che traggono speranza dai suoi passi e dal suo sorriso e che gli donano la forza di andare avanti.
15,00

Bisogna saper perdere. Le dieci sconfitte più incredibili, epiche e devastanti della storia dello sport

Giorgio Barbareschi

Libro: Copertina morbida

editore: ULTRA

anno edizione: 2020

pagine: 160

Perché nessuno si sognerebbe mai di disprezzare il secondo uomo più ricco del mondo e la seconda donna più bella del mondo, mentre è così facile definire beffardamente "il primo degli ultimi" chi arriva secondo in un campionato, una corsa o una qualsiasi sfida sportiva? Nel mondo dello sport perdere è visto troppo spesso come qualcosa di cui vergognarsi, dimenticando che vittoria e sconfitta costituiscono due lati della stessa medaglia. Lo sport va affrontato con l'obiettivo di primeggiare, ma questo non significa che i vinti debbano essere considerati dei perdenti. Anche perché le sconfitte non sono tutte uguali. C'è chi ha vinto quasi tutto ma ha mancato proprio l'appuntamento più importante (l'Italia della pallavolo) e chi invece ha perso praticamente sempre (il ciclista Raymond Poulidor). C'è chi ha collezionato una serie di rovinose cadute ma non ha smesso di rialzarsi (i Buffalo Bills del football americano) e chi dopo quasi quarant'anni ancora non riesce ad accettare il risultato del campo (gli Stati Uniti del basket). C'è chi ha vinto tanto, ma viene comunque ricordata come perdente (la tennista Jana Novotna) e chi ha preferito la sportività alla vittoria (il saltatore Luz Long). C'è chi è stato dominato dalla paura nel momento decisivo (il golfista Jean Van de Velde) e chi ha perso per la propria arroganza (il pugile Mike Tyson). Infine, c'è chi ha dovuto subire il lato malato dello sport (il tifoso di baseball Steve Bartman) e chi invece attraverso una partita ha scoperto un mondo diverso (la Nazionale di calcio del Montserrat). Le sconfitte sul campo rappresentano i fallimenti che incontriamo nella vita di tutti i giorni, ma i risultati negativi non sono lo specchio di ciò che siamo come persone. Piuttosto lo è il modo in cui reagiamo a essi: se arrendendoci alla prima difficoltà oppure rialzandoci e riprovando a vincere con ancor maggiore determinazione. Prefazione di Flavio Tranquillo.
15,50

Air. La storia di Michael Jordan

David Halberstam

Libro: Copertina morbida

editore: MAGAZZINI SALANI

anno edizione: 2020

pagine: 560

Michael Jordan è stato il protagonista indiscusso di alcuni dei momenti più indimenticabili della storia della pallacanestro. Ha reso l'NBA e lo sport professionistico ciò che sono oggi, a livello globale. Prima dei contratti milionari, delle dirette televisive e del valzer degli sponsor, in pochi seguivano sui media le partite dell'NBA, soprattutto fuori dagli Stati Uniti. Poi arrivò lui. Da quel momento cambiò tutto: fu l'inizio di una nuova era, quella del talento di quel numero 23 - Air , MJ , His Airness , Black cat , The G.O.A.T. - della sua volontà e competitività senza eguali. Dietro al suo mito si nascondeva però un leader complesso, un vincente nato, un capitano classico e moderno allo stesso tempo. Con "Air", il premio Pulitzer David Halberstam realizza un ritratto di Michael Jordan, raccontando l'uomo dietro la leggenda, seguendo la storia del suo ultimo, mitico anno ai Chicago Bulls: "L'ultimo ballo", come lo definì il coach Phil Jackson. Attraverso un racconto appassionato e ricco di dettagli e curiosità, l'autore descrive con autenticità un'epoca di eroi, protagonisti, antagonisti e controfigure che rimarrà per sempre nel cuore di milioni di persone.
16,80

Cambiare il mondo con un pallone. Da Nelson Mandela a Megan Rapinoe, da Diego Maradona a Che Guevara: quando in gioco c'è l'identità

Lorenzo Zacchetti

Libro: Copertina morbida

editore: LEDIZIONI

anno edizione: 2020

pagine: 375

"Tanto si è scritto sul calcio, troppo. E proprio questo eccesso di scrivere ha portato a una generale omologazione. Chi si occupa della materia, ormai, lo fa quasi esclusivamente per raccontare storie di calciatori, club, a volte di intere nazioni, ma raramente si va oltre l'aspetto cronologico. Mancava, invece, un approccio capace di unire alle vicende squisitamente tecniche anche un'attenta analisi sociologica. Perché il calcio, da fenomeno solo sportivo, è diventato sempre più espressione culturale, finanziaria e a volte persino politica, quando non religiosa. [...] Zacchetti ha studiato, correlato, analizzato e incrociato vicende di pallone e di politica. Di potere e di tecnica. Di gol e dittature, a volte anche di orribili persecuzioni razziali. Ne viene a galla una storia completamente diversa, nuova e affascinate del calcio. [...] L'effetto di questo libro risulta tanto più straordinario se si considera che il fenomeno non ha praticamente età, né confini geografici. [...] La sensazione è che preservare la purezza del calcio diventi sempre più difficile con il passare del tempo. Invece Lorenzo Zacchetti riesce a vedere e a trovare mille storie, spesso segrete, di uomini. Uomini che a volte in condizioni del tutto estreme, smettono di essere semplicemente calciatori e assurgono al ruolo di eroi". (Dalla prefazione di Fabio Ravezzani)
16,90

Il tesoro di Rio. Il primo mondiale dell'Italia di Velasco. Brasile, anno 1990: la storia ha inizio. Diventerà leggenda

Leandro De Sanctis

Libro: Copertina morbida

editore: ABSOLUTELY FREE

anno edizione: 2020

Il racconto, trent'anni dopo, del leggendario primo titolo mondiale vinto in Brasile dalla Nazionale di pallavolo guidata da Julio Velasco. Ci sono campioni come Lucchetta e Zorzi, Bernardi e Cantagalli, Tofoli e Gardini, solo per ricordare i sei titolari dello squadrone che dominò il 1990, conquistando World League, Goodwill Games e Campionati del Mondo, piantando il seme di un ciclo azzurro che seppe essere vincente e comunque sempre ad altissimo livello anche dopo l'addio del ct che l'aveva fatto sbocciare, mancando solo l'oro olimpico. Un viaggio in un'epoca lontana, ma fondamentale per il boom del volley in Italia, quando si giocava con il pallone bianco e il cambio palla. Un salto indietro nel tempo per rivivere un'emozione indimenticabile e il capolavoro di una squadra di grandi giocatori. Uomini di spessore, capaci di restare uniti e superare anche difficili momenti individuali, all'inseguimento di un sogno comune. Le liti tra la Fipav e la Fivb, il processo di crescita e le crisi del gruppo, i dubbi della vigilia e il dilemma delle scelte, la rivalità con Cuba. La cronaca dei giorni iridati: da Brasilia a Rio de Janeiro, dal Nilson Nelson al Maracanazinho, dall'esordio col Camerun alla finale con Cuba. Ripercorrendo le tappe di quel 1990, problematiche incluse, che avrebbe trasformato per sempre la pallavolo italiana.
15,00

Città stadio

Giorgio Coluccia

Libro

editore: ABSOLUTELY FREE

anno edizione: 2020

C'è un filo invisibile capace di unire ancora l'Inghilterra del football. Passa per i suoi stadi storici, quelli che restano annodati al cuore della propria gente. Il libro segue un itinerario che resiste all'avanzare del tempo, laddove il football ground coincide ormai con l'essenza del quartiere, aggrega intere generazioni della stessa città attorno a un'unica squadra. Ci sono Portman Road a Ipswich (1884), Ashton Gate a Bristol (1887), St James' Park a Newcastle (1892), Old Trafford a Manchester (1909), Highbury (1913), che da Londra in realtà non se ne è mai andato, e l'eccezionale singolarità di Nottingham, dove City Ground (1878) e Meadow Lane (1910) se ne stanno adagiati sulle rive del fiume Trent a guardarsi ad appena 275 metri di distanza. "Città stadio" è un pellegrinaggio nel cuore di ogni quartiere, per andare a caccia delle origini, delle storie più nascoste, di appassionati che hanno trasformato quegli impianti in una seconda casa, chiudendo a chiave dentro di essi partite da tramandare ai posteri. Come meteore sono passati calciatori, allenatori, avversari, presidenti e intere stagioni, ma gli stadi storici resistono ancora, sono veri e propri reduci rispetto a calamità, guerre ed esigenze di modernità che non risparmiano nessun ambito. Eppure ci sono ancora e "Città stadio" va a scavare nella loro esistenza per raccontare ciò che custodiscono. Prima che sia troppo tardi.
15,00

Favola Atalanta. Bergamo alla conquista dell'Europa, tra sogno e realtà

Fabio Gennari, Andrea Riscassi

Libro: Copertina morbida

editore: Laurana Editore

anno edizione: 2020

Negli ultimi anni l'Atalanta è passata da una dimensione provinciale a una vetrina europea. Merito di Gian Piero Gasperini, Mister etichettato come quello che non poteva allenare una grande squadra e che ha deciso di trasformare la Dea in un top club. Grazie a giocatori sconosciuti fatti crescere con perseveranza e lavoro quotidiano e a calciatori con la fama di scostanti che hanno trovato a Bergamo il loro Eden sportivo. Il tutto sostenuto da una società economicamente solida e gestita con passione e dedizione, investendo nello stadio (prima in serie A ad acquistarlo con bando pubblico) e nel settore giovanile, tra i migliori in Europa. A tutto ciò aggiungete una città e una provincia che si identificano completamente in questa infaticabile squadra operaia ("La maglia sudata sempre", il motto dei tifosi) e capite perché si parla di favola Atalanta. Una squadra che merita di rappresentare l'Italia in Champions League. Una formazione che continua a vincere anche per strappare un sorriso alla provincia che più di tutte ha pagato un prezzo assurdamente alto a causa del coronavirus. Prefazione Roby Facchinetti.
12,90

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.