Il tuo browser non supporta JavaScript!

Scienze della terra

Diversa, come non immagini...

Salvatore Caffo, Santino Mirabella

Libro

editore: Ass. Terre Sommerse

anno edizione: 2018

Così come i bambini sanno leggere i libri di fiabe ed entrare in altri mondi, così il geologo riesce, a volte, a leggere il mondo come fosse un libro di fiabe. Ma ci vogliono più occhi per cogliere negli strati di roccia le note di un pentagramma e capirne i suoni, la musica, la melodia. E così la geologia può sposarsi con la poesia, la scienza con la filosofia. E in questo libro un geologo e uno scrittore leggono le stesse storie creando suoni diversi, che insieme diventano musica. Dieci schede, dieci fenomeni geologici che lo scienziato descrive e lo scrittore interpreta, divagando. Il vulcanismo, il clima, la dorsale atlantica, le rocce... E le rughe della terra, le cicatrici di un dolore, un piccolo mare che non sa farsi chiamare oceano... Dieci modi diversi per capire quel che ci circonda, che non è mai quel che sembra ma molto altro. Una terra madre che non sa farsi mai capire dai suoi figli. Perché è diversa. Diversa, come non immagini...
16,00

Sulle strade del vento

Valentina Abinanti

Libro: Copertina morbida

editore: Ronca Editore

anno edizione: 2018

pagine: 278

Valentina Abinanti, dal 2007, si reca ogni anno nella Tornado Alley (nelle pianure americane), per documentare e rincorrere alcuni tra i più spettacolari e distruttivi fenomeni naturali: i tornado. Nel suo libro ci porta nel cuore degli Stati Uniti per mostrarci la vera natura dello stormchasing, dove amore e rispetto per la natura si legano tra loro, coinvolgendo con passione il lettore, che avrà così l'impressione di aver vissuto in prima persona le avventure di Valentina, dense di descrizioni puntuali e coinvolgenti, fino a farlo entrare nel racconto e sentirsi parte di quegli avvenimenti così esotici e inusuali. Da oltre 10 anni Valentina tiene conferenze, corsi, seminari e convegni rivolti a enti pubblici e privati, e al grande pubblico, riguardanti i fenomeni temporaleschi.
18,00

Il dissesto idrogeologico: l'impatto delle trasformazioni antropiche nel paesaggio naturale quale fattore principale di rischio per l'innesco di eventi alluvionali

Mario Ruggeri

Libro

editore: Youcanprint

anno edizione: 2018

pagine: 244

I principali fattori generanti le alluvioni, sono tre: il regime delle piogge, la componente geologica e morfologica del territorio, le opere dell'uomo; i più gravi disastri avvengono laddove questi tre fattori entrano in sinergia. La difesa del suolo presuppone un approccio interdisciplinare che riguarda i settori idraulico, agricolo e forestale, la bonifica montana e di pianura, la regimazione delle acque e la localizzazione degli insediamenti abitativi, in una parola, la pianificazione del territorio. Se quindi l'uomo è spesso artefice o concausa di eventi catastrofici, ne deriva che la difesa dai rischi idrogeologici, anche da quelli su cui l'uomo non può incidere, si impone nei termini di previsione, prevenzione e mitigazione. Infatti, è ormai stabilito che il costo per realizzare gli interventi di prevenzione può essere varie volte minore dell'ammontare del danno economico e dell'importo delle opere di sistemazione del territorio e delle cose danneggiate. D'altra parte non si può nemmeno perseguire l'illusorio obiettivo di poter "mettere in sicurezza" tutto il territorio. Questo comporta allora due linee d'azione diverse: da una parte la capacità di convivere con il rischio e quindi saper gestire le emergenze e dall'altra una corretta gestione del territorio.
45,00
7,90

Il clima e le stagioni

Gervolino Petenà

Libro: Copertina morbida

editore: BOOKSPRINT

anno edizione: 2018

pagine: 78

"L'idea di questa ricerca nasce dopo aver osservato, sia dai media che sulla carta stampata, vari testi e video che analizzano i cambiamenti di clima riportando teorie a volte catastrofiche. Avendo lavorato per tanti anni presso l'Archivio di Stato di Venezia, dove la cosa principale è appunto la ricerca, ecco che ho iniziato un'analisi accurata che ritroviamo ora in queste pagine; essa non è romanzata ma riporta gli avvenimenti climatici che partono dall'anno 541 ai giorni nostri. In quel tempo non vi era l'inquinamento odierno eppure succedevano le stesse cose che accadono oggi. lo non mi sento di fare dei commenti, ma lascio, a chi ha la competenza, trarre le conclusioni del caso." (L'autore)
15,90

L'andamento del clima in Italia dopo il 1950

Sergio Pinna

Libro: Copertina morbida

editore: ARACNE

anno edizione: 2018

pagine: 140

Il testo, orientato soprattutto verso finalità didattiche e divulgative, traccia il quadro evolutivo del clima in Italia a partire dalla metà del secolo scorso. Viste le difficoltà, per un non esperto, di accedere a dati climatologici per il territorio italiano, nel volume sono fornite le serie storiche 1951-2017 delle temperature medie mensili di 26 stazioni. All'inizio della trattazione sono suggerite delle linee molto semplici per il trattamento dei dati, in relazione alla valutazione delle tendenze e alla stima dei livelli di anomalia dei singoli episodi. Sulla base dei valori delle stazioni considerate, viene poi delineato l'andamento delle temperature, sia come media complessiva dell'Italia, sia con riferimento alle tre macroaree geografiche nelle quali si è soliti suddividerla; varie annotazioni sono anche rivolte agli eventi più significativi. Un breve capitolo è infine dedicato alle precipitazioni, con riguardo ai totali annui e alla frequenza ed entità degli eventi giornalieri estremi.
14,00

Atlante dei climi e microclimi della Lombardia. Vol. 2

Libro: Copertina morbida

editore: Centro Meteorologico Lombardo

anno edizione: 2018

pagine: 224

Sette anni dopo la pubblicazione del primo volume, questa seconda opera rielabora un decennio di dati con l'intento di approfondire ulteriormente la conoscenza della climatologia lombarda. Criterio fondamentale dell'analisi è l'intimo rapporto - tutt'altro che immutabile - tra il territorio ed i (micro)climi locali, nella consapevolezza che è il paesaggio stesso, tra fattori naturali e modificazioni antropiche, a determinarne gli aspetti più specifici. Lo studio dei sofisticati meccanismi d'interazione tra suolo e atmosfera rappresenta uno strumento di conoscenza prezioso, che ci consente di operare in coscienza e nel rispetto dell'ambiente che ci ospita.
36,00

Caratterizzazione geotecnica e mineralogica di alcune argille per uso ceramico

Michele Tiscia

Libro: Libro in brossura

editore: ILMIOLIBRO SELF PUBLISHING

anno edizione: 2018

pagine: 60

Le argille hanno accompagnato da sempre la vita dell'uomo e lo sviluppo delle varie civiltà. La maggior parte delle persone nel mondo conoscono l'impiego delle argille per la produzione di utensili e ornamenti ceramici, mentre ne ignorano gli altri usi: come materiali refrattari, come leganti in plastiche, gomma, colori e vernici e utilizzate in misura crescente nelle costruzioni sotto il livello del suolo e negli impianti di smaltimento dei rifiuti. Lo scopo di questo lavoro è quello di analizzare e caratterizzare, sia da un punto di vista mineralogico sia da un punto di vista geotecnico e fisico-meccanico, alcuni campioni di argille per un futuro loro impiego in campo industriale.
13,50

Lucinidi mioceniche dell'Appennino

Michele Tiscia

Libro: Libro in brossura

editore: ILMIOLIBRO SELF PUBLISHING

anno edizione: 2018

pagine: 108

Le lucinidi costituiscono un ben diversificato gruppo di bivalvi eterodonti la cui vicenda evolutiva va dal paleozoico inferiore fino ai nostri giorni. Essi costituiscono un gruppo ricchissimo di forme e di individui in tutti i giacimenti terziari dell'Appennino. In particolare i grandi esemplari che caratterizzano blocchi calcarei miocenici hanno a intermittenza acceso il dibattito fra i geologi. Dapprima un dibattito in centrato sulla loro classificazione e posizione stratigrafica, poi sulla loro giacitura, infine sul loro significato paleoecologico. Attualmente la sistematica delle lucinidi, compresa la posizione tassonomica delle grandi lucine dei calcari micenici, potrebbe sembrare cosa fatta. Tuttavia, la recente letteratura sull'argomento risente di mancanza di incertezza e chiarezza circa la sistematica delle lucinidi mioceniche dei giacimenti appennininici, soprattutto di quelli a grandi lucine.
14,50

I frattali nelle scienze della Terra

Luciano Di Iorio

Libro: Libro in brossura

editore: ILMIOLIBRO SELF PUBLISHING

anno edizione: 2018

pagine: 92

Questo testo vuole proporsi con un approccio pratico e funzionale verso un ambito ancora poco conosciuto, quello degli insiemi frattali e delle sue possibili applicazioni alle scienze della Terra. Dopo una prima parte in cui verranno introdotte le caratteristiche e le proprietà principali degli insiemi frattali si passeranno in rassegna le curve più note, tra le quali la curva di Koch, la polvere di Cantor, la curva di Hilbert, l'insieme di Mandelbrot, ecc. L'ultima del libro parte mostra invece le possibili applicazioni dei frattali ai vari ambiti della geologia, dalla geomorfologia alla petrografia, con un interesse particolare rivolto alle catene di forza all'interno dei mezzi granulari sottoposti a compressione.
19,00

Ettore Majorana: il mistero è risolto? Una possibile via d'uscita per la sfida climatica. Atti del Convegno (Zugliano, 19 gennaio 2018)

Libro: Libro in brossura

editore: ILMIOLIBRO SELF PUBLISHING

anno edizione: 2018

pagine: 128

Sono qui riportati gli atti del convegno internazionale "Ettore Majorana. Il mistero è risolto? Una possibile via di uscita per la sfida climatica" tenutosi il 19 gennaio 2018 presso il Centro Balducci di Zugliano (UD), Italia. A ottant'anni dalla scomparsa, un giornalista, una storica, un fisico, un ingegnere e un filosofo si confrontano sulla storia di Ettore Majorana, dimostrando che visse nascosto in un convento italiano almeno fino al 2006 e che la sua scomparsa, nel 1938 - finora messa in relazione solo con gli eventi inerenti alla realizzazione della bomba atomica - è in realtà anche intimamente connessa al problema climatico.
22,50

Stratigrafie e sondaggi geognostici. Software professionale

Antonio Ardolino

Libro: Prodotto in più parti di diverso formato

editore: FLACCOVIO DARIO

anno edizione: 2018

pagine: 80

Caratteristiche e potenzialità del software. Sezione stratigrafica: è possibile inserire: quota assoluta del sondaggio; descrizione degli strati; diametro di perforazione; lunghezza del rivestimento; campioni prelevati; livelli idrici rilevati e stabilizzati; profondità di fine battuta; valori rilevati con il penetrometro tascabile e/o con il vane test; percentuale di carotaggio; percentuale RQD per le rocce; eventuali prove SPT eseguite; posizionamento dei piezometri e misure piezometriche. Inoltre è possibile inserire: i dati generali del sondaggio; eventuali osservazioni generiche inerenti il sondaggio effettuato; le misure piezometriche. Con la gestione della stampa si può stabilire: quali prove inserire in stratigrafia; la larghezza delle varie colonne nella stampa finale, la scala della stampa. Prova penetrometrica: gestione di una delle prove penetrometriche dinamiche più diffuse, la DPSH, con inserimento delle caratteristiche dell'attrezzatura utilizzata e del numero di colpi misurati e calcolo della resistenza dinamica alla punta e delle proprietà geotecniche degli strati di terreno mediante varie correlazioni.
109,80

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.