Il tuo browser non supporta JavaScript!

Scienza, ingegneria e tecnologia ambientale

La gestione delle reti idriche. Atti del convegno «Le reti acquedottistiche e di drenaggio: progettazione, manutenzione e sostenibilità alla luce degli aspetti...

Libro

editore: FRANCO ANGELI

anno edizione: 2013

pagine: 272

Il Centro Studi Sistemi Idrici (CSSI) nasce dall'esperienza maturata in oltre un ventennio da un gruppo di docenti universitari appartenenti a una quindicina di Atenei, sparsi su tutto il territorio nazionale, con attività di ricerca nel settore dei sistemi acquedottistici. Il CSSI attualmente ha sede presso il Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale dell'Università di Trento. Il CSSI mira a promuovere attività di ricerca sui problemi connessi alle fasi di captazione, produzione, trasporto e distribuzione dell'acqua potabile, tenuto conto del particolare momento di trasformazione del settore. Un aspetto peculiare del gruppo è la stretta collaborazione con i tecnici delle Aziende del settore idrico come testimonia il Convegno tenutosi il 24/05/2012 nell'ambito della manifestazione H2O - ACCADUEO 2012: Le reti acquedottistiche e di drenaggio: progettazione, manutenzione e sostenibilità alla luce degli aspetti economico-normativi. Tale evento ha offerto ai ricercatori universitari e ai tecnici delle Aziende la possibilità di esporre i risultati delle loro ricerche, creando così l'opportunità di nuovi confronti e proficue discussioni. In questo volume sono raccolte le memorie presentate dai docenti universitari e dai tecnici delle varie aziende che operano nel settore.
36,00

La gestione ambientale dei rifiuti. Risposte pratiche a 100 quesiti con illustrazione di casi e schede operative

Filippo Bonfatti

Libro

editore: Ars Edizioni Informatiche

anno edizione: 2013

pagine: 202

Il testo che presentiamo è frutto di esperienze vissute nel lavoro quotidiano della consulenza ambientale. L'inasprimento delle sanzioni, la responsabilità di impresa estesa al campo ambientale, l'emanazione di norme sulla classificazione delle miscele pericolose e delle sostanze con inevitabili ricadute sui rifiuti che rappresentano il fine vita di queste merci necessitano di chiarimenti continui. Con questo testo abbiamo cercato di riassumere quesiti tipici che vengono rivolti ai consulenti ogni giorno e cui si cerca di dare risposta semplice e immediata. Volutamente si utilizza quindi un linguaggio chiaro e semplice, con riferimenti normativi essenziali, in modo che il lettore abbia una risposta pratica di ciò che deve fare. Abbiamo cercato di toccare gli argomenti più interessanti, riservando a ciascuno di essi circa cinque quesiti di interesse per imprese artigiane, industriali, agricole, aziende ospedaliere ed enti privati e pubblici. Il testo riporta infine alcuni casi pratici svolti, in cui viene illustrata la catena gestionale di un rifiuto dalla sua produzione, al destino finale.
20,00

Rottami metallici. Gli impianti di recupero

Nicola Giovanni Grillo

Libro

editore: Geva

anno edizione: 2013

pagine: 104

Quella del riciclaggio dei "rifiuti" metallici è, in Italia, un'attività assai importante, tanto sul piano ambientale quanto su quello economico. Infatti, il recupero dei metalli costituisce un settore di rilievo economico nazionale non trascurabile, essendo l'Italia l'undicesimo produttore al mondo di acciaio. E ciò, nonostante la peculiarità italiana sia quella di avere molte mini-acciaierie che costituiscono il 60% del comparto. Nel particolare settore del "riciclaggio di rifiuti metallici", il ruolo principale, ma anche il più delicato, per le conseguenze anche penali che ne possono scaturire, lo svolgono i Gestori degli impianti dove vengono effettuate le "operazioni di recupero". La delicatezza è dovuta al fatto che le normative applicabili sono innumerevoli, a volte incomprensibili, a volte diverse fra una provincia e l'altra, a volte perfino applicate ad personam. La vigente normativa in materia di rifiuti prevede disposizioni specifiche per ogni tipologia di attività di gestione degli stessi. Prima ancora di procedere alla realizzazione di impianti di recupero dei rifiuti e di chiedere le relative autorizzazioni e approvazioni, è necessario verificare la eventuale presenza, nel territorio in cui si intende realizzare l'impianto, di particolari limitazioni o vincoli ambientali, fisici, sociali e urbanistici.
12,00

Chemicals for water disinfection

Luciano Coccagna

Libro

editore: FRANCO ANGELI

anno edizione: 2013

pagine: 176

24,00

Fitodepurazione. Gestione sostenibile delle acque

Floriana Romagnolli

Libro: Copertina morbida

editore: FLACCOVIO DARIO

anno edizione: 2013

pagine: 269

Aggiornato alla più recente normativa come il Testo unico sull'ambiente D.Lgs. 152/06 e alle linee guida nazionali dell'ISPRA, il testo, di facile lettura ma di assoluto rigore scientifico, descrive le tipologie e le condizioni di applicabilità della fitodepurazione, con riferimento alle caratteristiche degli scarichi e dei reflui da trattare. Vengono poi spiegati nel dettaglio i meccanismi di rimozione dei principali inquinanti, il ruolo svolto dalla vegetazione nella fitodepurazione, quali piante utilizzare, i criteri di progettazione, realizzazione e gestione. Il volume è arricchito da una ricca casistica, presentata sotto forma di schede di impianti funzionanti alla scala reale. È un valido supporto non solo per i tecnici del settore ma anche per gli studenti dei corsi di laurea di facoltà scientifiche a indirizzo ambientale.
55,00

Acqua viva. Per una nuova coscienza dell'acqua

Raffaele Paolini, Tiziano Paolini

Libro: Libro rilegato

editore: Fontana Edizioni

anno edizione: 2013

pagine: 256

31,00

Nerò. L'acqua nella Grecia salentina. Da necessità a risorsa

Antonella De Donno, Francesco Bagordo, Danilo Migoni

Libro

editore: MANNI

anno edizione: 2013

pagine: 208

"Siderum insedit vapor siticulosae Apuliae": arriva alle stelle il vapore della Puglia sitibonda, scriveva Orazio, e della Puglia il Salento è il territorio più assetato, dove da millenni la gente si ingegna con sofisticati sistemi di raccolta ad ottimizzare le modeste risorse idriche: basti ricordare i complessi delle pozzelle nella Grecia salentina. Proprio l'Unione della Grecia ha voluto farsi promotrice della ricerca che qui viene presentata sullo stato delle falde acquifere sotterranee, consapevole che l'uso inappropriato che spesso se n'è fatto e la pressione antropica scriteriata impediscono un corretto utilizzo della risorsa. La ricerca, impostata scientificamente ed a tratti di apparente aridità tecnica, ha in realtà fornito risposte sociali e indicazioni politiche preziose agli amministratori della Grecia, individuando i fattori di criticità: dalla fognarizzazione incompleta dei centri urbani ed assente nella microurbanizzazione della campagna al sottodimensionamento dei depuratori, alla contaminazione chimica e microbiologica delle falde dovuta all'uso indiscriminato dei concimi chimici e soprattutto agli scarichi delle aree industriali non a norma. Le conclusioni della ricerca impongono la tempestiva realizzazione di interventi finalizzati alla riduzione dei carichi inquinanti derivanti dalle attività antropiche, non sempre ispirati a corretti criteri di relazione con le risorse della natura.
18,00
22,00

Siti contaminati. Esperienze negli interventi di risanamento

Libro: Libro rilegato

editore: CSISA

anno edizione: 2013

pagine: 556

50,00

Conducente di veicoli per trasporto merci pericolose. Quiz

Libro: Copertina rigida

editore: Egaf

anno edizione: 2013

pagine: 728

4,50

Conducente di veicoli per trasporto merci pericolose. Teoria e quiz

Libro: Libro rilegato

editore: Egaf

anno edizione: 2013

pagine: 320

Per la guida dei veicoli adibiti al trasporto su strada delle merci pericolose è prescritto l'obbligo del certificato di formazione professionale (CFP) (salvo casi di esenzione). Il CFP si consegue mediante esame alla cui preparazione è dedicata questa pubblicazione, organizzata in quattro parti, corrispondenti ai tipi di CFP conseguibili: preparazione di base, specializzazione per il trasporto in cisterne, specializzazione per il trasporto di esplosivi (classe 1), specializzazione per il trasporto di radioattivi (classe 7). La pubblicazione: è redatta secondo il programma ministeriale, è stato ottimizzata alla luce dei quiz ministeriali, aggiornati all'ADR 2013, contenuti poi, per argomento e in versione integrale, al termine di ciascun paragrafo (senza indicazione della risposta esatta, la cui scelta costituisce un buon esercizio per l'esame; le risposte esatte sono comunque presenti al termine del testo); dovrà essere utilizzata per gli allievi per i quali la data di "inizio corso" sia posteriore al 10 novembre 2013.
17,00

Iscrizione all'albo nazionale gestori ambientali. Requisiti e procedure per l'iscrizione all'albo gestori ambientali

Libro: Libro rilegato

editore: Egaf

anno edizione: 2013

pagine: 452

L'Albo nazionale gestori ambientali svolge una importante funzione di selezione delle imprese che intendono operare nel settore della gestione dei rifiuti e delle bonifiche dei siti, le quali, per ottenere l'iscrizione, devono dimostrare il possesso di precisi requisiti. Nel corso degli anni l'Albo si è affermato come indispensabile fattore di qualificazione delle imprese del settore nonché come punto di riferimento e garanzia per tutti i soggetti coinvolti nel complesso sistema della gestione dei rifiuti. La disciplina dell'Albo è in continua evoluzione come ben sanno gli operatori del settore che troverannoin questa pubblicazione una guida aggiornata e completa per le proprie attività: la pubblicazione ha infatti carattere operativo e costituisce uno strumento di facile consultazione per tutte le operazioni relative all'Albo gestori ambientali.
37,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.