Il tuo browser non supporta JavaScript!

Lingua

Animali parlanti. Prospettive contemporanee sul linguaggio

Libro: Copertina morbida

editore: MIMESIS

anno edizione: 2020

pagine: 112

La potenza, la plasticità e la complessità del linguaggio umano rappresentano alcune delle pecurialità della nostra specie, senza per ciò separarci con un taglio netto dal resto del mondo animale. Oggetto di ipotesi contrastanti a proposito delle sue origini e della sua struttura, del suo rapporto con il pensiero e con la realtà significata, il linguaggio è stato al centro della svolta filosofica contemporanea. Il volume offre uno sguardo panoramico su alcune importanti questioni teoriche, dibattute e in parte ancora aperte, nell'ambito della semiotica, della linguistica e della filosofia del linguaggio. La riflessione si estende al linguaggio della poesia, considerato nelle sue specificità e insieme nei suoi rapporti con altri giochi linguistici. Testi di: Graziella Berto, Floriana Ferro, Paolo Labinaz, Brunello Lotti, Gian Mario Villalta, Rodolfo Zucco.
16,00

Scrivere con gli archetipi

Augusto Q. Bruni

Libro: Copertina morbida

editore: PaginaUno

anno edizione: 2020

pagine: 193

Che cosa unisce Amleto e Sherlock Holmes, Edipo e il tenente Colombo, Pandora e Kay Scarpetta? Perché alcuni personaggi di letteratura e del cinema ci rimangono impressi per tutta la vita e altri li dimentichiamo? E perché alla fine certe storie funzionano e hanno successo più di altre? La risposta sta dentro la natura stessa dei protagonisti, una natura così potente che riesce a fare da modello di riferimento attraverso i millenni. E può anche servire a conoscere meglio se stessi. Scrivere con gli archetipi è un vero e proprio manuale di scrittura creativa, uno strumento prezioso per costruire i personaggi con fantasia ed efficacia. Un manuale operativo che è anche riflessione teorica, oltre che un'esperienza immersiva nella propria coscienza.
20,00

Trattato della vera origine, e del processo, e nome della nostra lingua, scritto in vulgar sanese (Venezia, Ciotti, 1601)

Celso Cittadini

Libro: Copertina morbida

editore: Cesati

anno edizione: 2020

pagine: 178

L'edizione del "Trattato della vera origine" di Celso Cittadini (Venezia, 1601) è stata condotta con l'ausilio delle moderne tecniche della tipofilologia, in particolare quelle relative all'analisi compositoriale. La collazione degli esemplari superstiti, il ritrovamento di un esemplare postillato da parte dell'autore e la presenza di cancellantia hanno permesso di ricostruire la genesi dell'opera e di risalire al volere autorale nella composizione del testo.
22,00

Saggi aretini. Anatomia di un dialetto

Alberto Nocentini

Libro: Copertina morbida

editore: Cesati

anno edizione: 2020

pagine: 416

I venticinque saggi raccolti nel volume sono il frutto di più di trent'anni di ricerca dedicata alle parlate delle quattro vallate aretine e in particolare del Casentino e della Valdichiana. Poco trattata dai cultori della dialettologia italiana, l'area aretina, grazie alla sua posizione di confine fra Toscana e Umbria, offre spunti interessanti per saggiare gli strumenti interpretativi della geografia linguistica e il suo dialetto è una delle chiavi più penetranti per rileggere con altri occhi le vicende travagliate della sua storia. Lo scavo etimologico del suo lessico, deposito di arcaismi inediti e di creazioni originali, rivela aspetti della cultura materiale e spirituale che di solito sono appannaggio dell'etnologia e dell'antropologia, aprendo prospettive di mondi lontani dalla nicchia a prima vista ristretta del vernacolo. Infine lo studio stratigrafico dei toponimi permette di attraversare tutte le fasi storiche del territorio e dei popoli che lo hanno abitato fino a raggiungere le radici remote della preistoria.
36,00

Percorsi del testo. Adattamento e appropriazione della letteratura italiana

Libro: Copertina morbida

editore: Cesati

anno edizione: 2020

pagine: 157

Il volume intende proporre una riflessione sugli adattamenti e sulle appropriazioni di testi della letteratura italiana. Gli Adaptation Studies, o studi dell'adattamento, sono un filone degli studi comparatistici che si è sviluppato in anni relativamente recenti. Iniziato per sviscerare i rapporti tra cinema e letteratura, tale campo d'indagine si è allargato per includere altri generi che vanno dal teatro all'arte, dalla televisione ai videogiochi. Nei quindici saggi qui raccolti, il rapporto tra testo di partenza e testo di arrivo non viene analizzato per esprimere giudizi di merito. L'attenzione dei contributori è piuttosto concentrata sui processi creativi in atto quando un testo viene adattato o appropriato per crearne uno nuovo, che abbia una funzione diversa e che sia indirizzato a un pubblico che non conosce necessariamente l'opera da cui è tratto. In tale dinamica, il testo di partenza assume un ruolo generativo rispetto ad altre opere che rispondono a nuove esigenze di creazione artistica e che intendono comunicare a un pubblico diverso per cultura, età o interessi. All'interno i saggi di: Sergio Portelli, Alessandro Benucci, Daragh O'Connell, Roberto Ubbidiente, Karl Chircop, Alexandra Bibikova, Lavinia Spalanca, Colbert Akieudji, Anita Biela?ska, Maria Vittoria D'Onghia, Eugenio Salvatore, Giada Mattarucco, Fabrizio Miliucci, Antonio Donato Sciacovelli, Adriana Cappelluzzo, Cristina Vignali.
18,00

Fuori e dentro il libro di italiano. Grammatiche e antologie nella scuola secondaria

Libro: Copertina morbida

editore: Cesati

anno edizione: 2020

pagine: 228

Il volume riunisce i contributi presentati al seminario organizzato dalla sezione Lazio dell'ASLI Scuola presso il Dipartimento di Studi umanistici dell'Università "Roma Tre" nel maggio 2018. L'incontro ha visto docenti di vari ordini di istruzione confrontarsi sui manuali di italiano, e in particolare sui libri di testo destinati alle scuole medie e al primo biennio delle superiori. Il volume si è poi arricchito di quattro altri contributi, che pure traggono spunto da quell'incontro catalizzatore di esperienze e interessi comuni. I vari contributi, che nascono dagli interessi e dall'esperienza didattica e scientifica dei propri autori, sono caratterizzati da una costante: il tentativo di osservare il manuale attraverso una pluralità di sguardi, e di dare la priorità al concreto contesto didattico, tenendo conto di come i docenti impiegano lo strumento libro di testo e di come gli studenti lo "attraversano". Obiettivo del gruppo di docenti formatosi in seno all'assemblea regionale dell'ASLI Scuola è stato quello di esaminare l'attuale panorama editoriale e di indagarne i limiti, i pregi, gli aspetti da sviluppare, potenziare o superare.
25,00

Dizionario napoletano

Sergio Zazzera

Libro: Copertina morbida

editore: 2M

anno edizione: 2020

pagine: 426

Il napoletano è più di un dialetto, è una lingua viva: giorno dopo giorno si esprime colorito nei vicoli, nelle piazze, nei mercati, ma anche nei circoli letterari, nella quotidianità familiare del popolo come della borghesia. Termini antichi e neologismi sempre nuovi si affiancano, esempi di vivacità e creatività ininterrotte. In napoletano risuonano i versi di Salvatore Di Giacomo, il teatro di Eduardo De Filippo, il cinema di grandi attori come Totò e le canzoni immortali, da "'O sole mio" a "'O surdato innamorato" e "Marechiaro". Questo dizionario non è solo un rapido e pratico strumento di consultazione per gli appassionati: è una collezione di piccole, preziosissime gemme.
4,90

Grammatica di berbero nefusi

Mohamed Shinnib, Anna Maria Di Tolla

Libro: Copertina morbida

editore: Hoepli

anno edizione: 2020

pagine: 288

La lingua berbera è una lingua afro-asiatica parlata nell'Africa mediterranea, in particolare nelle regioni sub-sahariane. La tribù berbera degli Infusen è ricordata come una delle più grandi e potenti del Nordafrica e il nefûsi è una variante del berbero parlato nel Gebel Nefusa (Tripolitania - Libia) i cui parlanti sono di origine ibadita, ramo dei kharigiti, corrente islamica che costituisce una "terza via" tra sunniti e sciti. Questo volume è la versione aggiornata della grammatica scritta nel 1942 da Francesco Beguinot (1879-1953), lo studioso italiano esperto di questa lingua di cui introdusse l'insegnamento come professore all'università L'Orientale di Napoli. Frutto dell'esperienza di insegnamento dell'autrice e di una rielaborazione dei materiali originali disponibili, la trattazione comprende dodici unità didattiche dedicate alla scrittura e alla morfologia della lingua berbera. Accanto alla parte teorica sono previsti diversi esercizi e testi selezionati, nonché, a fine volume, un dizionario berbero-italiano.
32,90

Parlare. Strumenti e tecniche del discorso

Edoardo A. D'Elia

Libro: Copertina morbida

editore: Hoepli

anno edizione: 2020

pagine: 160

Non esistono segreti per il discorso perfetto, per vincere tutti i dibattiti e per sedurre chiunque abbiamo davanti. Ma ci sono tecniche, con una storia millenaria, per scegliere bene di cosa parlare, per creare una salda struttura logico-argomentativa e per analizzare il contesto e l'interlocutore in modo da non farsi cogliere impreparati. Il testo si concentra su questo, per fornire al lettore strumenti precisi e duraturi. Alla prima parte del volume, dedicata ai metodi della comunicazione orale (ricerca, organizzazione e stile), segue una seconda parte in cui si analizzano nel dettaglio una vasta serie di casi concreti (esame universitario, colloquio di lavoro, presentazione ecc.) e alcune situazioni comunicative tipiche dell'era digitale (YouTube, Instagram stories ecc.). Completa il manuale una sezione dedicata agli esercizi, per far pratica in autonomia delle tecniche apprese. Il volume si rivolge sia a studenti e professionisti sia a chi ha esigenza di parlare in pubblico.
16,90

Per scrivere bene imparate a nuotare. Trentasette lezioni di scrittura

Giuseppe Pontiggia

Libro: Copertina rigida

editore: MONDADORI

anno edizione: 2020

pagine: 187

«Quello non lo insegno.» Così rispondeva Giuseppe Pontiggia a chi gli chiedeva come diventare scrittore. Non basta infatti avere l'attitudine, la volontà, l'ambizione. Come per il nuoto, si possono però ottenere buoni risultati impadronendosi della tecnica, osservando i modelli, allenandosi duramente. Per scrivere «bene» (con stile) bisogna prima liberarsi da una serie di pregiudizi: che scrittori si nasca, che il talento e l'ispirazione contino più di un severo apprendistato, che un testo letterario (e in generale un testo efficace) nasca già perfetto anziché perfettibile. Di questo era convinto Pontiggia quando, nel 1985, inaugurava la prima scuola di scrittura in Italia. Una scuola in cui si imparava innanzitutto a leggere. Leggere in senso forte, cominciando dai classici, in un «corpo a corpo» con il testo pensato per affinare la capacità di giudizio e scoprire insieme le potenzialità e i limiti delle proprie risorse espressive. Ma soprattutto per lasciarsi emozionare dalle parole, per esplorarne le stratificazioni, per imparare a usarle in modo responsabile. Scrivere, per Pontiggia, non è trascrivere le proprie esperienze, sensazioni o memorie, ma andare incontro all'inatteso che sorprende, al nuovo che disorienta: pronti a tornare indietro, e a riscrivere se necessario, per dire nel modo migliore quanto si va scoprendo attraverso il linguaggio. Perché la scrittura è un viaggio che non si lascia pianificare, ma anche il risultato di un lavoro paziente, fatto di un rapporto concreto con il testo, in tutto simile a quello dell'artigiano all'opera nel suo laboratorio. Un laboratorio che Pontiggia ha allestito per anni durante i suoi incontri settimanali al Teatro Verdi di Milano, dialogando con un pubblico eterogeneo (studenti, professionisti, aspiranti scrittori). Le sue lezioni, pubblicate a metà degli anni Novanta su due riviste («Wimbledon» e «Sette»), sono ora raccolte in un unico volume. Trentatré conversazioni in cui l'autore, in forma di intervista, affronta i molteplici aspetti della scrittura «espressiva», a cui si aggiungono altre quattro lezioni, «per addetti ai lavori ma non solo», in cui la riflessione sulla scrittura diventa essa stessa un alto esempio di scrittura saggistica, ricca di aforismi e battute fulminanti; dove il confronto con i classici, ancora una volta, ci introduce nella biblioteca e nell'officina dello scrittore, pronti a carpirne i segreti.
19,00
23,90

Lingua siciliana

Salvatore Russo

Libro: Copertina morbida

editore: Addictions-Magenes Editoriale

anno edizione: 2020

pagine: 323

Il testo presenta una peculiarità unica rispetto ad analoghe pubblicazioni sulla lingua siciliana. Le sue più importanti caratteristiche sono la profondità e rigore da un lato, la funzione pratico-precettiva ma in modo non rigido dall'altro. Esso parte dalla concezione del siciliano come lingua e non come somma di dialetti, partendo proprio dalla tradizione letteraria e artistica unitaria, e soprattutto dal bagaglio lessicale e grammaticale comune alla gran parte delle "parlate" siciliane. Si presenta come una guida a chi voglia scrivere e parlare un buon siciliano, ma senza alcuna pretesa strettamente normativa: orientato più a escludere forme sgrammaticate o troppo italianeggianti o troppo vernacolari, più che a dare un'unica versione possibile. La pluralità espressiva è in sé ricchezza, e ciò è particolarmente vero per le lingue non ufficiali come il siciliano. Basa sulla tradizione letteraria il proprio canone, ma non rinuncia a una razionalizzazione dell'esistente e alla proposta, tra le tante forme accettabili, di una forma presentata come "standard". Ancora, è difficile trovare un testo tanto completo: si pensi solo alla trascrizione fonetica, o alla minuta e distinta indicazione delle forme arcaiche, o alla profonda trattazione della sintassi, così come delle espressioni idiomatiche, introvabile altrove. In realtà la "grammatica" qui proposta colma un vuoto, non più trattazioni "dialettologiche" che disorientano anziché orientare lo scrittore in siciliano, né "antropologiche" come la celeberrima opera del Pitrè, né, ancora, dilettantesche, come non pochi altri volenterosi tentativi contemporanei. Un punto di riferimento per Accademie, Studiosi e Scrittori, che non può mancare nella biblioteca dei cultori e appassionati della Lingua Siciliana.
24,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.