Il tuo browser non supporta JavaScript!

Informatica: argomenti d'interesse generale

14,90

Informatica: arte e mestiere

Libro

editore: McGraw-Hill Education

anno edizione: 2014

pagine: 552

Il testo si rivolge agli studenti dei corsi di Informatica a Ingegneria e presenta i fondamenti teorici e i principali aspetti applicativi della disciplina. La struttura dei contenuti è modulare: la prima parte del volume copre gli argomenti classici che costituiscono un corso di introduzione alla programmazione, utilizzando come linguaggio vettore il C, aggiornato a C11. La seconda parte descrive l'architettura degli elaboratori per poi trattare il software di base, le basi di dati, le reti e le interfacce utenti, muovendosi "dall'interno verso l'esterno" del sistema informatico. La presente edizione è stata interamente revisionata considerando le ultime evoluzioni tecnologiche. Numerosi esempi svolti, inseriti nei capitoli, aiutano lo studente nella comprensione della materia man mano che vengono illustrati nuovi contenuti, mentre gli esercizi a fine capitolo gli permettono di verificare il proprio livello di apprendimento. Corredano il testo cinque appendici che illustrano dettagli tecnici relativi all'uso pratico del C.
42,00

Informatica umanistica

Marco Lazzari

Libro

editore: McGraw-Hill Education

anno edizione: 2014

pagine: 334

Come nella sua prima edizione, il manuale è pensato per studiosi di scienze umane che necessitino di una introduzione all'informatica. La seconda edizione di Informatica Umanistica ha una nuova struttura: la Parte I Fondamenti di Informatica, che introduce hardware, software, reti, Internet, Web e Web 2.0. La Parte II, invece, tratta le applicazioni dell'informatica a uso delle scienze umane. Oltre all'uso del calcolatore nel trattamento del linguaggio naturale e dei testi, i beni culturali e i musei sul Web, la ricerca delle informazioni in Internet e la biblioteconomia, temi già presenti nella scorsa edizione, abbiamo aggiunto capitoli e argomenti completamente nuovi: le tecnologie digitali per l'apprendimento; l'impiego di strumenti informatici nel campo dello spettacolo; la qualità dei siti Web; i sistemi digitali per la comunicazione turistica. L'auspicio è che il testo permetta ai nostri lettori di avvicinare il calcolatore senza diffidenza e di sfruttare al meglio i sistemi e i servizi del mondo digitale per lo studio, il lavoro e il divertimento.
31,00

Semantic web. Tra ontologie e Open Data

Tommaso Di Noia, Roberto De Virgilio, Eugenio Di Sciascio, Francesco M. Donini

Libro

editore: Apogeo Education

anno edizione: 2013

pagine: 240

Tim Berners-Lee, l'inventore del World Wide Web, teorizzava nel 2001 la creazione di un "Web semantico", definito come "una estensione del Web attuale in cui all'informazione è dato un ben determinato significato, facilitando la cooperazione tra i computer e le persone". In altre parole, un Web in cui l'enfasi si sposta dai documenti - e dalla relativa interpretazione da parte degli umani - ai dati e al loro significato, in modo da consentirne l'interpretazione da parte degli elaboratori. A più di dieci anni dalla sua concezione, il Semantic Web e le sue tecnologie sono diventate uno strumento essenziale per la gestione di sistemi informativi in cui la "conoscenza" gioca un ruolo dominante. Da tempo i termini ontologia o Open Data non fanno più parte solo della letteratura specializzata, ma trovano uso in applicazioni che spaziano dalla medicina, all'industria manifatturiera, alla cosa pubblica. In alcuni casi, le tecnologie semantiche hanno fornito il substrato tecnologico e fatto da volano per lo sviluppo di iniziative che coinvolgono aspetti della nostra vita quotidiana. E questo il caso, ad esempio, di Open Data. Quest'ultimo, nella sua accezione più completa, non è che un prodotto dell'uso delle tecnologie semantiche per la rappresentazione, condivisione e manipolazione di dati aperti.
19,00

Informatica e cultura dell'informazione

Donatella Sciuto, Giacomo Buonanno, Luca Mari

Libro: Copertina morbida

editore: McGraw-Hill Education

anno edizione: 2013

pagine: 276

Il manuale "Informatica e cultura dell'informazione" nasce dall'esperienza di insegnamento degli autori in corsi universitari in facoltà sia tecnico-scientifiche sia umanistiche. Con rigore e semplicità si propone un percorso completo ma accessibile anche a lettori senza specifiche competenze preliminari: cosa è necessario sapere, e saper fare, per usare in modo critico e consapevole gli strumenti dell'ICT e, più in generale, per acquisire una "cultura dell'informatica"? Per rispondere a tali domande gli autori dedicano la prima parte alle infrastrutture hardware e software dei sistemi informatici, mentre nella seconda costruiscono una struttura concettuale "per problemi", organizzata intorno alle nozioni di informazione e del suo trattamento, evidenziando l'esistenza di un filo conduttore nel pure impetuoso sviluppo dell'ICT. Questa nuova edizione - pur mantenendo l'impianto complessivo della prima - accoglie e riflette il sempre più evidente spostamento di enfasi dal "calcolo" alla "comunicazione" nell'ambito dell'informatica, e la conseguente riduzione del peso degli aspetti tecnico-ingegneristici. Oltre, quindi, a un naturale e necessario lavoro di revisione e aggiornamento dei contenuti esistenti, sono stati introdotti temi nuovi come interfacce evolute e basate sul tocco, smartphone, HTML5, reti sociali.
37,00

Informatica teorica

Dino Mandrioli, Paola Spoletini

Libro: Copertina morbida

editore: CittàStudi

anno edizione: 2011

pagine: 500

L'informatica può essere paragonata a una straordinaria pianta, capace di variare il colore dei propri fiori in funzione dell'ambiente in cui cresce, capace di svilupparsi autonomamente su un alto e robusto fusto, ma più spesso di integrarsi con pareti, tralicci e altre piante e arricchirli con la bellezza dei suoi fiori e il sapore dei suoi frutti (ma anche di infilarsi in piccole fessure con il rischio di trasformarle in pericolose crepe). Come e più di ogni altra pianta, però, un simile rigoglioso sviluppo non sarebbe possibile senza sane e profonde radici. Le radici dell'informatica - i suoi principi, la sua teoria - affondano nella storia fino a confondersi con quelle della matematica e della filosofia e si estendono ben al di là di una collezione di definizioni e pur fondamentali proprietà matematiche: in primo luogo devono essere capaci di trovare la propria via in "terreni" tra i più diversi; solo così potranno continuare ad alimentare la parte della pianta visibile in superficie. Questo testo si propone di accompagnare il lettore "sottoterra", alla scoperta di che cosa c'è sotto i supercalcolatori, il web, i social network, i veicoli senza pilota ecc.: capire in modo approfondito le radici della disciplina aiuterà a sviluppare la "pianta" sia in superficie che sotto di essa.
43,00

Cose dell'altro mondo. Conversando con Claudio Baglioni tra musica, Web e social network, storie di un viaggio oltre frontier@

Gianfranco Valenti

Libro

anno edizione: 2011

"Cose dell'altro mondo" è uno sguardo distaccato e allo stesso tempo gonfio di coinvolgimento su ciò che ci spinge ad entrare in una comunità digitale. Chat line, social network, blog, forum. Sono tutte facce di un'unica moneta: la nuova tecnologia annulla l'esistenza dello spazio fisico e aumenta il senso di smarrimento provocato dalla vastità umana della rete. Claudio Baglioni, asse verticale di questo testo, anticipa clamorosamente il malessere della comunicazione on-line con un brano denso di significati nascosti.
13,00

Capire l'informatica. Dal microprocessore al Web 2.0

Marco Mezzalama, Elio Piccolo

Libro: Copertina morbida

editore: CittàStudi

anno edizione: 2010

pagine: 271

Internet e la posta elettronica sono ormai diventati parte della nostra vita e al giorno d'oggi tutti sentiamo continuamente parlare di wireless, wi-fi, firma digitale, sicurezza informatica, indirizzo IP, formati di compressione audio e video ecc. anche se in realtà i reali meccanismi alla base di queste tecnologie non sono da tutti conosciuti. Che cosa è in realtà la rete internet? Cosa caratterizza un'unità periferica? Cosa vuol dire proteggere i dati sensibili della propria azienda? Qual è la differenza tra un formato .jpeg e uno .tiff? A queste e a molte altre domande Capire l'informatica risponde in maniera chiara ed esauriente. Dopo una introduzione dedicata alla storia dell'informatica il testo affronta tutti gli argomenti base della disciplina: dalla codifica dell'informazione alla struttura di un calcolatore, dai linguaggi di programmazione alle reti di calcolatori. Grazie alla chiarezza espositiva, al rigore scientifico della trattazione e al ricco apparato didattico Capire l'informatica è un testo indispensabile per chiunque voglia affrontare e approfondire le proprie conoscenze informatiche.
29,00

Informatica per la comunicazione

Maurizio Naldi

Libro: Copertina morbida

editore: ESCULAPIO

anno edizione: 2009

pagine: 160

15,00

I nomogrammi

Alberto Bandini Buti

Libro

editore: Sandit Libri

anno edizione: 2009

pagine: 64

8,90

Piccoli trasformatori e autotrasformatori

Ernesto Carbone

Libro

editore: Sandit Libri

anno edizione: 2009

pagine: 80

11,00

Il tester alla portata di tutti

Davide Scullino

Libro

editore: Sandit Libri

anno edizione: 2009

pagine: 64

8,90

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.