Il tuo browser non supporta JavaScript!

Economia e management

Fundraising. Il manuale più completo per fare raccolta fondi

Valerio Melandri

Libro

editore: Maggioli Editore

anno edizione: 2020

pagine: 472

Perché fare fundraising? Quali sono gli strumenti da utilizzare e che sono più efficaci? Come gestire la relazione con il donatore? Quali sono gli aspetti da curare nella richiesta di una donazione? Come si aumenta la raccolta fondi? È vero che si possono raccogliere fondi con il testamento? Chi sono i Major Donor e come vanno gestiti? Il Direct Mail funziona ancora? Valerio Melandri presenta in questo volume un metodo efficace per fare fundraising - frutto della sua grande esperienza - rivolto a tutti i consulenti fundraiser e alle organizzazioni nonprofit di ogni dimensione. Il manuale prende in esame sia gli strumenti tradizionali (Direct Mail, Face To Face, DRTV) che quelli innovativi come il Digital Fundraising, aggiornandoli e fornendo dettagliati esempi e consigli alla luce dei cambiamenti che sono intervenuti negli ultimi anni. Tra le novità più interessanti il nuovo approccio al donatore dal donor care al donor love per sviluppare una relazione di lungo periodo, come trovare e sollecitare donatori e Major Donor, come impostare una campagna lasciti vincente, come realizzare un piano di fundraising partendo da zero.
42,00

Compendio di contabilità di Stato e degli enti pubblici

Renato Loiero

Libro: Copertina morbida

editore: Dike Giuridica Editrice

anno edizione: 2020

I volumi della collana Compendi: racchiudono l'esposizione sistematica, in forma chiara e sintetica, di tutti gli istituti; presentano una trattazione completa, attenta a tutti gli argomenti sensibili per le prove d'esame; permettono una rapida memorizzazione attraverso mirate tecniche di paragrafazione e l'evidenziazione in grassetto dei concetti-chiave; propongono un percorso lineare e approfondito; analizzano la materia in modo semplice; sono sempre aggiornati all'ultimo dato normativo; espongono i principali orientamenti di dottrina e giurisprudenza; sono dotati di un utile indice analitico che consente una rapida individuazione delle tematiche di studio. La collana è uno strumento operativo per coloro che si preparano agli esami di abilitazione, agli studenti universitari, ai candidati alle prove orali dei concorsi e a coloro che si preparano ai concorsi pubblici.
20,00

Human digital enterprise. Creare e co-creare valore in un contesto omni-data

Gianmario Verona, Emanuela Prandelli

Libro: Copertina morbida

editore: Egea

anno edizione: 2020

pagine: 256

La rivoluzione digitale richiede che tanto le imprese consolidate quanto le startup siano pronte a rispondere alla sfida di creare valore con strategie e strumenti adeguati al nuovo contesto. La prima risposta a cui sono chiamate è un profondo cambiamento organizzativo. Il digitale non è un canale da aggiungere al mondo fisico e nemmeno una catena del valore che si affianca all'attuale sdoppiando funzioni, divisioni e processi: le tecnologie digitali attivano una vera e propria nuova organizzazione che si riflette nell'esigenza di rinnovare competenze e processi per una sintesi immediata tra reale e virtuale. La seconda risposta è un cambiamento strategico. L'impresa digitale non ha più al centro i prodotti e i servizi venduti, ma i clienti serviti: la funzione marketing diventerà sempre più quantitativa e algoritmica ma accanto ad essa tutti, a partire dal CEO, dovranno prendere dimestichezza con le logiche della user experience, del customer journey e del marketing funnel. La terza risposta comporta un ridisegno della filiera di produzione del valore, a partire da una nuova concezione dinamica di frame quali l'open innovation, l'e-commerce e il CRM. La quarta e ultima risposta risiede in un cambiamento culturale: alla luce di parole-chiave come sostenibilità e purpose aziendale, l'efficienza della macchina dovrà coniugarsi con l'umanesimo della creatività. Su questo punto esistono ancora poche certezze scientifiche. Una cosa però è certa: la complessità delle sfide di domani potrà essere affrontata solo da un nuovo manager-imprenditore in una nuova human digital enterprise.
32,00

Una Unione divisiva. Una prospettiva centro-periferia della crisi europea

Andrea Ginzburg, Giuseppe Celi, Dario Guarascio, Annamaria Simonazzi

Libro

editore: Il Mulino

anno edizione: 2020

pagine: 312

Originariamente concepito per promuovere la convergenza e l'armonizzazione tra e all'interno dei paesi, il progetto europeo appare oggi molto lontano da quegli obiettivi. Dopo decenni di integrazione economica e di allargamenti, vent'anni di integrazione monetaria, e una lunga crisi economica e finanziaria, sono aumentate le divergenze: i paesi e le regioni più deboli sono rimasti indietro, le disuguaglianze economiche e sociali sono in aumento in tutti gli Stati membri. In particolare sono emerse due periferie, una a sud e una a est, che condividono un tratto comune: la fragilità e la dipendenza nei confronti della Germania. Cercando di capire «cosa è andato così storto», il libro traccia le possibili vie di uscita dall'attuale stallo indicando, soprattutto, la necessità di un ribilanciamento degli squilibri strutturali che stanno mettendo l'Europa a dura prova.
26,00

L'economia trasformativa. Per una società dei diritti, delle relazioni e dei desideri

AA.VV.

Libro: Copertina morbida

editore: Altreconomia

anno edizione: 2020

pagine: 160

L'uomo non è solo economia: è soprattutto diritti, relazioni, desideri. È il cittadino e il coltivatore di una società in transizione, dove è necessario trovare una soluzione sistemica alle catastrofi ambientali, sociali e umane provocate dall'attuale sistema economico. Questo libro raccoglie i testi di liberi pensatori accomunati dalla visione di un'economia e una società più giuste e solidali. Al bando le false soluzioni come lo "sviluppo sostenibile" o il "green new deal". La proposta è "fuoriuscire dall'economia" che uccide, inquina, controlla e puntare tutto sulla creazione di "valore" che affonda le radici in rapporti di produzione, scambio e fruizione liberi dalle costrizioni del mercato. L'obiettivo è una società e un'economia del bem viver, fondata sul rispetto del Creato e su "comunità locali solidali", dove il lavoro comprenda le attività di cura e "manutenzione" della vita. Un mondo possibile che vive già in mille esperienze di agroecologia, partecipazione, autogestione, mutualismo ed ecofemminismo. O nella Scuola per l'Economia Trasformativa, che valida e promuove il radicamento quotidiano, la facilità di comprensione e il consenso popolare di questo mondo possibile.
14,00

La navigazione fluviale nell'Indocina francese. Storia della Compagnie des Messageries Fluviales de Cochinchine (1880-1937)

Nicola Mocci

Libro: Copertina morbida

editore: I Libri di Emil

anno edizione: 2020

La storia di una società di navigazione del periodo coloniale, per il suo ruolo centrale nella mobilità di persone e di merci, costituisce il prisma attraverso cui analizzare alcuni aspetti essenziali del processo di trasformazione delle società asiatiche e delle economie colonizzate.
25,00

Scrivere contenuti persuasivi. Come usare il copywriting per influenzare, coinvolgere e vendere

Andy Maslen

Libro: Copertina morbida

editore: Unicomunicazione.it

anno edizione: 2020

pagine: 416

Cerchi le regole per scrivere un testo coinvolgente e convincente? Questo è il libro che fa per te perché: ti offre consigli per migliorare le tue abilità nel copywriting, qualunque sia il tuo livello; ti permette di correggere gli errori tipici di un copywriting poco efficace; ti offre gli strumenti utili per realizzare una campagna di marketing o uno storytelling di successo. Oggi per scrivere testi efficaci servono competenze specifiche per strutturare un testo che faccia breccia nella mente - e nel cuore - del cliente e lo convinca ad acquistare. " Scrivere contenuti persuasivi" è una guida essenziale al copywriting.
19,90

Manuale di evasione fiscale. Conoscerla per contrastarla

Raffaello Lupi

Libro: Copertina morbida

editore: Castelvecchi

anno edizione: 2020

pagine: 89

L'evasione fiscale e un tema di profonda contrapposizione politica, in cui la passione polemica rischia di mettere in secondo piano l'analisi puntuale del problema e ogni tentativo di soluzione. Spiegare l'evasione riducendola solo a un comportamento disonesto dei contribuenti è, infatti, dannoso per tutti (uffici tributari, aziende, professionisti) e allontana dalla questione centrale: la sperequazione tra chi ha redditi facilmente determinabili e chi più sfuggenti, fiscalmente "meno visibili". La diversa determinabilità delle basi imponibili è il punto di partenza di questo "Manuale di evasione fiscale" che, dopo aver analizzato le prospettive con cui il fenomeno viene trattato nel dibattito pubblico, ipotizza possibili rimedi.
16,00

L'incredibile alchimia del gruppo Zucchetti. Hub di imprenditori, caleidoscopi e calabroni

Luca Giustiniano

Libro: Copertina rigida

editore: Mind Edizioni

anno edizione: 2020

Nata alla fine degli anni '70 sulla scia dell'attività di dottore commercialista del suo fondatore Domenico, "Mino", la Zucchetti è passata dal realizzare software per la gestione delle dichiarazioni dei redditi a essere leader in Italia nella produzione di software, dopo aver perseguito coraggiose strategie di diversificazione ed essersi impegnata a livello internazionale, pur senza mai tradire il forte legame con il territorio di origine. Zucchetti rappresenta un miracolo industriale che va ben oltre il coronamento di un sogno industriale. Studiata da vicino è un'organizzazione che esprime un'alchimia di elementi del tutto singolari. Più che un gruppo tradizionale è un "hub di imprenditori" sapientemente ingaggiati, che muovendosi controcorrente hanno accettato di amplificare il proprio sogno d'impresa e che vengono affiancati da manager esperti e competenti. Quello di Zucchetti, inoltre, si presenta come un sistema organizzativo apparentemente incompleto, ma in cui la sostanza vince sulla forma, la rapidità d'azione sulla burocrazia, l'etica e il rispetto sui risultati. Successo e crescita svelano quegli elementi che distinguono la "serendipità" dalla mera fortuna, l'utilizzo dell'arte e del "bello" come metafora di ispirazione dell'agire umano piuttosto che mero fattore estetico, l'accezione dei paradossi della moderna gestione d'impresa in luogo della loro negoziazione. Zucchetti è un caso intrigante e controintuitivo, che al tempo stesso sfida e arricchisce le teorie del management e dell'organizzazione, come il calabrone che in funzione del suo peso e della superficie alare non potrebbe volare, ma, ignorandolo, continua a farlo. Una realtà dinamica e in continua mutazione, un caleidoscopio i cui frammenti convergono verso una struttura ordinata, ma sempre diversa.
16,90

La svendita di Autostrade. Tutta la storia e i nomi dei responsabili

Giorgio Ragazzi

Libro: Copertina morbida

editore: PaperFIRST

anno edizione: 2020

pagine: 122

Questa è la storia di come qualcuno abbia potuto comprarsi, con appena un miliardo di euro, la maggioranza di Autostrade, che dalla privatizzazione ad oggi ha già distribuito 11 miliardi di dividendi. Tutto comincia quando l'Iri mette sul mercato la società cedendo il 30% alla Schemaventotto, controllata dalla famiglia Benetton. Questa in pochi anni moltiplica per sei il valore dell'investimento e sale dal 30 al 50,1% senza alcun esborso. Come è potuto accadere? Il libro ripercorre questa vicenda mettendo in luce anche le responsabilità di funzionari e ministri che hanno elargito via via sempre nuovi "regali" facendo così la fortuna della concessionaria. Dandole persino il diritto a chiedere indennizzi miliardari in caso di revoca della concessione pur in presenza di un evento come il crollo del ponte Morandi. Prefazione di Marco Ponti.
12,00

Fine del lavoro come la fine della storia?

Sergio Bologna

Libro: Copertina morbida

editore: ASTERIOS

anno edizione: 2020

pagine: 46

"Vorrei chiedere a tutti quei giovani impegnati in attività che richiedono formazione intellettuale e tecnica, i quali spesso lavorano in maniera intermittente ma non necessariamente, quindi quei giovani che riescono a sbarcare il lunario e a pieno titolo possono dirsi "occupati" anche se non hanno dei contratti a tempo indeterminato ma sono vincolati a contratti di collaborazione, contratti a termine, lavorano con partita Iva ma comunque lavorano - ecco a questi giovani vorrei chiedere: "È vero che se protestate o mettete in discussione alcune condizioni di lavoro rischiate di non lavorare più?" Sono certo che la stragrande maggioranza mi risponderebbe di sì. Ma ho il sospetto che anche molti di coloro che godono invece di un rapporto di lavoro a tempo indeterminato, posti di fronte alla medesima domanda, risponderebbero che la loro posizione all'interno del luogo di lavoro diventerebbe più critica se osassero protestare. Salvo che la protesta o la rivendicazione venisse avanzata non dal singolo individualmente ma da un gruppo consistente di dipendenti. Questo dunque è il punto chiave della condizione lavorativa oggi in Italia per le nuove generazioni. Questa è la condizione insopportabile, destinata a peggiorare sempre più. Non è quella dell'occupabilità, non è una condizione modificabile con politiche attive del lavoro ed è rimediabile con la regolazione solo in astratto, teoricamente, nei fatti anche la regolazione non può farci niente. Perché? Perché la flessibilizzazione dei rapporti di lavoro rende strutturalmente isolati i lavoratori, si sentono soli, percepiscono nettamente che la loro è una condizione identica a quella degli altri colleghi ma la percezione di questo "destino collettivo" non dà minimamente la sensazione di appartenere a un collettivo, continuano a sentirsi soli e trovano momenti di solidarietà e condivisione soltanto quando si lamentano della loro condizione. Non scatta mai quel senso di solidarietà di gruppo che consente di agire con minore senso del rischio. Prima di condannare moralisticamente questi comportamenti come fanno tanti vecchi compagni che ricordano davanti a una bottiglia di vino i loro scioperi, i loro sit in e le loro occupazioni di edifici pubblici, cerchiamo di entrare meglio in questi meccanismi."
3,90

Professione export manager. Strategie ed esperienze per internazionalizzare le imprese

Alessandro Addari

Libro: Copertina morbida

editore: RUBBETTINO

anno edizione: 2020

pagine: 101

Una panoramica strategica e operativa della professione di Export Manager che delinea i fattori chiave per lo sviluppo di un Marketing Plan Internazionale, grazie all'esperienza diretta dell'autore che, dopo aver collaborato con alcune realtà nel campo dell'internazionalizzazione, ha fondato un'azienda specializzata nell'accompagnare le imprese italiane sui mercati mondiali, in particolare per le Piccole e Medie imprese italiane. Prefazione di Augusta Consorti. Postfazione di Roberto Saliola.
12,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.