Il tuo browser non supporta JavaScript!

Diritto di specifiche giurisdizioni

La malapena. Sulla crisi della giustizia al tempo dei centri di trattenimento degli stranieri

Maurizio Veglio

Libro: Copertina morbida

editore: Edizioni SEB27

anno edizione: 2020

pagine: 104

Non è un carcere, ma per chi lo subisce è anche peggio. La detenzione amministrativa dello straniero nei centri dedicati dai nomi mutevoli (Cpt, Cie, Cpr) è una pratica di segregazione e privazione della libertà individuale; apartheid che avvalla la "mortificazione della dignità umana", come ha scritto la Corte Costituzionale (n. 105/2001). Anche dopo soggiorni ultradecennali e il compiuto radicamento in Italia, le persone trattenute sperimentano il fallimento del proprio progetto migratorio, mentre subiscono il potere statale nella sua forma più invasiva e feroce. Nel vuoto quotidiano del recluso deflagra una violenza a grappolo contro il diritto, che vede giudici "di pace" non professionisti convalidare la detenzione di persone che non hanno commesso alcun reato. È una violenza che si ripercuote contro i corpi, esposti alla tentazione dell'autolesionismo, e contro i luoghi stessi, bersaglio della rabbia dei segregati e di un continuo maquillage giuridico e materiale. A questo si aggiunge il paradosso dell'inefficienza: nonostante le ingenti voci di spesa, appena il 50% delle persone trattenute viene rimpatriato. Cosa attende gli stranieri dopo il trattenimento? Cosa può nascere dal rifiuto e dal risentimento? In quale pace può sperare una società che, in nome di un'astratta sicurezza, sacrifica la libertà e il diritto dei più vulnerabili? Attraverso le voci dei trattenuti nel Centro di permanenza per il rimpatrio di Torino, l'autore denuncia le contraddizioni di un'istituzione statale esclusiva degli stranieri, ferita della legalità e delle garanzie civili, obbrobrio giuridico del nuovo millennio. Prefazione di Emma Bonino.
16,00

Il contratto bancario e la tutela del consumatore. Problematiche e profili sostanziali e processuali

Libro: Copertina morbida

editore: GIAPPICHELLI

anno edizione: 2020

pagine: 382

L'opera fornisce una panoramica completa sull'attività bancaria e finanziaria soffermandosi sulle principali problematiche che la difesa del consumatore si trova ad affrontare. In primis, si è voluto circoscrivere la materia trattata fornendo le necessarie definizioni in merito all'attività degli istituti di credito; alle fonti di diritto; all'attività di vigilanza e controllo e agli aspetti, sia generali sia propri, dei contratti bancari. Il libro si caratterizza per una lettura delle principali dottrine e delle consolidate prospettazioni giurisprudenziali comparate, sotto un profilo prettamente pratico, dalla personale esperienza che ogni autore vanta sia nei Tribunali che nell'attività stragiudiziale e di consulenza. Accanto agli istituti tipici della prescrizione, della tutela consumeristica, della cartolarizzazione dei crediti e della mediazione sono riportati puntuali contributi sui profili di responsabilità degli istituti di credito oltre ad essere ampiamente trattata, sotto gli aspetti civili e penali, la fattispecie dell'usura. Ampia illustrazione è stata dedicata al contratto di mutuo nelle sue diverse forme, alle attuali questioni legate alle fideiussioni e alle problematiche legate ai contratti derivati. Il volume si chiude con un capitolo dedicato a questioni come i contratti indicizzati al tasso EURIBOR, gli NPL e la compravendita di pietre preziose. L'opera si completa con diverse disamine sui principali reati in materia bancaria e finanziaria sempre nell'ottica della tutela degli interessi dei consumatori.
43,00

Diritto pubblico e diritto privato. Una genealogia storica

Bernardo Sordi

Libro: Copertina morbida

editore: Il Mulino

anno edizione: 2020

pagine: 256

Nella percezione del giurista pubblico e privato sono termini antichi, ma il lungo itinerario che scandisce l'approdo alla grande dicotomia si avvia solo con lo Stato moderno che plasma il diritto pubblico, mentre il diritto privato è catturato nell'orbita dell'individualismo giuridico. Con il tramonto dell'antico regime, la dicotomia si porrà a fondamento dell'intero ordine giuridico, incarnando l'equilibrio tipicamente ottocentesco tra Stato e società, sovranità e diritti; il Novecento invece ne scompaginerà i confini, introducendo compromissioni e mescolanze tra statuale ed economico, sociale e individuale, interesse generale e interessi particolari. Negli anni più recenti l'intensità della globalizzazione economica e l'impoverimento dei programmi costituzionali fanno pensare a un nuovo primato del diritto privato. Nella prospettiva di una rinnovata unità del giuridico questo volume indaga il rapporto tra i «due diritti» nella loro stratificata storicità, invitando ad una riflessione ormai imprescindibile sulla necessità di un equilibrio ragionevole tra bisogni personali e collettivi, diritti e doveri, garanzie e poteri.
24,00

Per un'ermeneutica dei diritti sociali. I quattro Pilastri Famiglia Lavoro Partecipazione Salute

Luigi Di Santo

Libro: Copertina morbida

editore: Il Mulino

anno edizione: 2020

pagine: 288

In una società dedita alla celebrazione della propria singolarità, i diritti sociali sono condannati alla marginalità. Si ha l'impressione che la socialità dei diritti sia considerata di livello inferiore rispetto ai diritti di libertà. È necessario riflettere intorno alla presunta crisi dello Stato sociale a partire da ambiti concreti. Quattro pilastri per delineare un percorso realistico di analisi. Famiglia. Ogni essere umano non nasce dal nulla ma si in-forma nella dimensione familiare. Lavoro. Costruendo il mondo si costruisce sé stesso. L'affermazione oggi va capovolta. L'individuo si emancipa in solitudine. Partecipazione. Nelle forme del politico si pone il problema dell'accesso alla dimensione partecipativa oggi illusa dalla democrazia della rete. Salute. La rinuncia alla cura è sempre più presente. La dimensione sociale della massa sofferente viene sempre più tollerata. I pilastri considerati sono dotati di materialità sul piano della concretezza e percepiti come vettori educazionali per l'emancipazione della persona nella sua integralità sociale. Solo attraverso la tutela e l'implementazione dei diritti sociali si può dare forza alle pratiche democratiche, oggi sempre più deboli e marginali. Con il ritorno al pensiero sociale si apre l'orizzonte di un impegno nuovo sul piano legislativo che può vivere le condizioni di un rilancio non più rinviabile. Questo volume vuole essere un contributo per la ricerca, in un contesto sempre più caratterizzato da larghe tensioni sociali, che annunciano i segni di una oscurità regressiva sul versante democratico sorda dinanzi al grido di un'umanità disperata che richiede di essere ascoltata.
24,00

Il diritto e l'eccezione. Stress economico e rispetto delle norme in tempi di emergenza

ABRIANI CASELLI CELOTTO DI MARZIO MASINI

Libro

editore: DONZELLI

anno edizione: 2020

Niente sarà più come prima. È questo che si ipotizza dopo la frattura, nella prassi vitale e nel pensiero, determinata dalla pandemia, capace di portare con sé un cambiamento profondo dell'essere cittadini. L'emergenza sanitaria, come tutte le crisi, ha imposto scelte radicali e inedite nella sfera economica, sanitaria e giuridica, concretizzatesi, in quest'ultima, in una vera e propria legislazione dell'emergenza. E proprio sotto il profilo giuridico è possibile ora iniziare a tracciare un bilancio di come è stata gestita l'emergenza: rispetto alla Costituzione, sia sul fronte dei diritti sia su quello dei poteri, toccando il nodo cruciale della legittimità della limitazione alle libertà personali in nome dell'interesse collettivo della salute; rispetto al vincolo comunitario che tiene insieme un paese e un intero continente, dal punto di vista sociale ed economico; rispetto al diritto d'impresa, dove all'esigenza di tutelare il tessuto imprenditoriale derogando alle norme previste si accompagna la questione, non meno importante, della responsabilità dei soggetti economici; rispetto al settore agricolo, uno dei più colpiti dagli esiti della pandemia in termini di disponibilità di forza lavoro e di gestione degli approvvigionamenti.
18,00

Commentario breve al codice penale. Complemento giurisprudenziale. Edizione per prove concorsuali ed esami 2020

Sergio Seminara, Gabrio Forti

Libro: Copertina rigida

editore: CEDAM

anno edizione: 2020

pagine: 3600

"Il Commentario al Codice Penale (Breviaria Iuris), Edizione per prove concorsuali ed esami", raccoglie le massime relative ad ogni articolo del Codice Penale e per tale motivo è ammesso in sede di esame di abilitazione alle professioni forensi. Riporta inoltre una selezione delle Leggi speciali più utili in sede d'esame ed è aggiornato con le pronunce ufficiali delle Corti Costituzionale e di Cassazione emesse nell'ultimo anno. Per garantire il massimo aggiornamento giurisprudenziale, a novembre uscirà un'Appendice gratuita - ammessa in aula allo scritto - contenente le massime più importanti intervenute nei mesi immediatamente precedenti l'esame di dicembre 2020. Punti di forza: La selezione della giurisprudenza e l'ordinamento della stessa offrono al candidato un vero e proprio commento ragionato estremamente utile per svolgere le tracce d'esame. La struttura del codice facilita la consultazione e guida il candidato nella ricerca. Il commento su doppia colonna è suddiviso in paragrafi che individuano i temi e gli orientamenti più importanti. Ogni paragrafo è strutturato in massime, vale a dire la giurisprudenza di Cassazione e Corte costituzionale, sempre indicate con gli estremi di anno e numero (es. 05/123456). Tale commento incorpora importanti accorgimenti grafici per velocizzare la ricerca e l'immediato apprendimento: contrasti, pronunce delle Sezioni Unite, parole in neretto messe con attenzione sulle parole-chiave in modo da riproporre un periodo di senso compiuto. Gli indici finali (sommario, analitico-alfabetico e generale) hanno una accuratezza tale da fornire un fondamentale aiuto per individuare con velocità ed efficacia gli argomenti che servono al candidato.
106,00

Tecniche di redazione. Diritto amministrativo

Francesco Caringella, Pio Giovanni Marrone, Valter Campanile, Antonello Frasca

Libro: Copertina morbida

editore: Dike Giuridica Editrice

anno edizione: 2020

pagine: 363

Questa nuova edizione dell'opera è interamente aggiornata; propone un ampio spettro delle diverse tipologie di atti del contenzioso amministrativo; seleziona le tracce sulle aree di maggior interesse (dagli appalti, toccati profondamente dal nuovo decreto "sblocca cantieri", al governo del territorio, con particolare attenzione ai riti speciali); pone attenzione alle ultime e più significative pronunce dei Tar, del Consiglio di Stato e della Corte di Giustizia dell'Unione europea, che potrebbero diventare spunto per la traccia delle imminenti prove scritte.
35,00

Ricorso civile per cassazione. Tecniche di redazione dell'atto

Domenico Chindemi

Libro: Copertina morbida

editore: UTET GIURIDICA

anno edizione: 2020

"Ricorso civile per cassazione" è una guida pratica per la corretta stesura del ricorso civile per cassazione, al fine di evitare le ricorrenti pronunce di inammissibilità del ricorso. Il testo permette di individuare i vizi rilevabili nei provvedimenti del giudice di merito ai fini della formulazione dei motivi di ricorso. Una sezione è dedicata alle eccezioni fondate e da proporre e quelle, invece, da evitare. Consente allo studioso di individuare, per ciascun motivo, l'effettivo vizio della sentenza impugnata e le relative tecniche di redazione del ricorso. Particolare attenzione è stata dedicata ai profili della autosufficienza del ricorso, sia per difetto che per eccesso(c.d. ricorsi farciti), ai diversi profili di inammissibilità, e alla tecnica di stesura dei motivi di ricorso alla luce dei più recenti orientamenti della stessa giurisprudenza di legittimità e del Protocollo d'intesa tra la Corte di Cassazione e il Consiglio Nazionale Forense. Vengono inoltre evidenziati i profili problematici relativi: al giudizio di rinvio, alla revocazione, alla correzione di errore materiale, alla rinuncia al ricorso. Rispetto alle precedenti edizioni sono state ampliate le questioni sottoposte alla Suprema Corte e segnalati i mutamenti della giurisprudenza di legittimità tenendo conto dei più recenti orientamenti.
49,00
18,00

Codice civile e leggi complementari. Settembre 2020. Editio minor

Virgilio Feroci, Luigi Franchi, Santo Ferrari

Libro

editore: Hoepli

anno edizione: 2020

pagine: 1488

Principali nuovi provvedimenti di cui si è tenuto conto: L. 28 feb. 2020, n. 8: Conversione del D.L. 30 dic. 2019, n. 162, recante disposizioni urgenti in materia di proroga di termini legislativi; L. 19 dic. 2019, n. 157: Conversione del D.L. 26 ott. 2019, n. 124, recante disposizioni urgenti in materia fiscale e per esigenze indifferibili; D.M. 12 dic. 2019: Modifica del saggio di interesse legale.
14,90

Codice penale e leggi complementari. Ediz. minore

Virgilio Feroci, Luigi Franchi, Santo Ferrari

Libro

editore: Hoepli

anno edizione: 2020

pagine: 896

Con le più recenti pronunce della Corte Costituzionale e i principali nuovi provvedimenti di cui si è tenuto conto: L. 25 giu. 2020, n. 70: Conversione del D.L 30 apr. 2020, n. 28, recante misure urgenti per la funzionalità dei sistemi di intercettazioni di conversazioni e comunicazioni, misure urgenti in materia di ordinamento penitenziario; L. 28 feb. 2020, n. 7: Conversione del D.L. 30 dic. 2019, n. 161, recante modifiche urgenti alla disciplina delle intercettazioni di conversazioni o comunicazioni.
13,90

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.