Il tuo browser non supporta JavaScript!

Astronomia, spazio e tempo

Oltre la Via Lattea. Gli scienziati che hanno misurato l'universo

John Gribbin, Mary Gribbin

Libro: Copertina morbida

editore: Dedalo

anno edizione: 2019

pagine: 120

Meno di cento anni fa, gli astronomi erano convinti che l'universo fosse costituito solamente dalle stelle della Via Lattea. Alla fine del XX secolo avevano però scoperto che la nostra è solo una tra centinaia di miliardi di galassie che si estendono per uno spazio di migliaia di miliardi di anni-luce. Questa rivoluzione nella comprensione del cosmo e del posto che l'uomo vi occupa è avvenuta in poco meno di un secolo, grazie all'avvento di telescopi sempre più potenti e alla passione di un ristretto gruppo di pionieri ossessionati dal desiderio di misurare la scala delle distanze cosmiche. "Oltre la Via Lattea" narra la storia di questi scienziati, una storia che parla del fascino di un cielo stellato e del duro, ostinato lavoro di coloro che hanno dedicato la vita a carpirne i segreti. Un viaggio nelle immensità dell'universo attraverso le biografie di coloro che per primi lo hanno studiato. Presentazione di Elena Ioli.
12,90

La ragnatela cosmica. La misteriosa architettura dell'universo

J. Richard Gott

Libro: Copertina morbida

editore: BOLLATI BORINGHIERI

anno edizione: 2019

pagine: 295

Come è fatto l'Universo? Questa domanda, che l'umanità si pone almeno da quando è stata in grado di porsi domande, nasconde molti significati. Questo libro, però, la intende piuttosto alla lettera: "Che forma ha l'Universo"? La nostra galassia, la Via Lattea, ha circa 300 miliardi di stelle. Si fa già fatica a immaginare un numero così, ma Edwin Hubble scoprì anche che la nostra non è che una delle innumerevoli galassie presenti nell'Universo. Di fronte a numeri di questa impensabile enormità la mente vacilla, ma per Richard Gott non è che l'inizio della storia.Le galassie si allontanano tra loro e non risultano distribuite in maniera uniforme; sono raggruppate in ammassi intervallati da immensi spazi vuoti. Fritz Zwicky iniziò a parlare di polpette in un mare di spaghetti (gli americani gli spaghetti li mangiano così) o, fuor di metafora, zone molto dense intervallate da ampi squarci più rarefatti. La Guerra Fredda aveva diviso la comunità dei fisici in due metà che raramente comunicavano tra loro, per cui mentre negli Stati Uniti si pensava al cosmo in questi termini, in Unione Sovietica lo si vedeva invece come una specie di alveare geometrico, con le galassie poste ai margini di ampi spazi vuoti: più una gruviera coi buchi che un piatto di spaghetti con polpette.Ma il modello cosmologico inflazionario, proposto nei primi anni ottanta, che dava conto dell'espansione dell'Universo nei primi 10-35 secondi dopo il Big Bang, non era coerente con nessuna delle due strutture proposte. Fu proprio Richard Gott - l'autore di questo libro - a dimostrarlo. Gott propose un modello alternativo, la "ragnatela cosmica", una specie di gigantesca spugna fatta di ammassi di galassie connesse tra loro da sottili filamenti, e enormi buchi vuoti a loro volta connessi tra loro da tunnel cavi. Anni di eroiche osservazioni cartografiche del cosmo hanno cercato di dare un senso a questi modelli teorici, confrontandoli con il vero cielo stellato sopra di noi, con strumenti sempre più sofisticati. Alla fine aveva ragione Gott: l'Universo è davvero una gigantesca ragnatela e questa struttura ci aiuta anche a capire le sue origini e la sua evoluzione futura.
14,00

Breve storia delle stelle. Il racconto straordinario delle origini dell'universo e dell'essere umano

María Teresa Ruiz

Libro: Copertina morbida

editore: CORBACCIO

anno edizione: 2019

pagine: 89

In modo semplice e accattivante, una delle maggiori scienziate contemporanee racconta cosa sappiamo oggi sull'universo e soprattutto cosa sappiamo sulla specie umana come parte dell'universo. E insieme descrive i metodi, le tecniche e gli strumenti a disposizione degli studiosi, in particolare i potentissimi telescopi che si trovano in Cile, il Paese più adatto all'osservazione astronomica. Un libro affascinante che passa in rassegna l'evoluzione dell'universo dal Big Bang fino a oggi per poi andare oltre, facendoci immaginare cosa ne sarà degli astri e delle costellazioni nei millenni futuri, in una continua evoluzione che presenta la Terra e l'umanità come piccoli tasselli di un affresco di proporzioni inimmaginabili.
12,00

Universe. Exploring the astronomical world

Paul Murdin

Libro: Copertina rigida

editore: PHAIDON

anno edizione: 2019

pagine: 352

29,95

Il piccolo libro del cielo stellato. Per iniziare a conoscere l'Universo, i pianeti e le stelle

AA.VV.

Libro: Copertina morbida

editore: Editoriale Programma

anno edizione: 2019

pagine: 96

Quante notti abbiamo trascorso con la testa all'insù a osservare il cielo pullulante di miliardi di stelle, rimanendo profondamente affascinati da quei puntini luminosi! Ma cosa si nasconde dietro alla loro apparente semplicità? Questa facile lettura vi propone di intraprendere un viaggio magico, alla scoperta dei misteri dell'Universo: dal Big Bang al nostro Sistema solare con i suoi pianeti; dalle galassie fino a riconoscere le costellazioni. Un piccolo libro per iniziare a capire lo Spazio e mantenere sempre viva la curiosità verso il cielo e l'ignoto.
6,90

Buchi neri e salti temporali. L'eredità di Einstein

Kip Thorne

Libro

editore: Castelvecchi

anno edizione: 2019

pagine: 672

Nel 1915 Einstein completò le leggi della relatività generale, segnando una svolta nella concezione dello spazio e del tempo. Si apriva così la nuova frontiera degli studi sul misterioso fenomeno astronomico dei buchi neri. In questo volume, Kip Thorne racconta le scoperte e le false piste della ricerca sull'argomento, da Einstein a Hawking, esamina le conseguenze della teoria dello spazio curvo e le possibilità offerte dalla fisica dei quanti, fino a prendere in esame l'ipotesi dei wormholes, ovvero le scorciatoie che permetterebbero di viaggiare da un punto all'altro dell'universo più velocemente della luce. Combinando principi fisici comprovati a geniali intuizioni, Buchi neri e salti temporali dimostra la sorprendente capacità della mente umana di sondare - tra sbalzi, vicoli ciechi e sforzi di comprensione - le complessità dell'universo e di rivelare l'intima semplicità, l'eleganza e la meravigliosa bellezza delle leggi fondamentali che lo governano.
23,50

Astronomia for dummies

Stephen P. Maran

Libro: Copertina morbida

editore: Hoepli

anno edizione: 2019

pagine: 376

Nuova edizione aggiornata alle ultime scoperte di una guida approfondita ma di facile lettura, che fornisce un'agile introduzione all'esplorazione della volta celeste. Qual è la differenza tra una gigante rossa e una nana bianca? Quanto dura il ciclo di vita di una stella? Quali sono i nomi delle stelle e delle costellazioni? Qual è la natura della materia oscura e dell'antimateria? Partendo dalle basi e passando dagli asteroidi ai buchi neri, questo volume risponde a queste e a molte altre domande e conduce il lettore in un grand tour dell'Universo. Pensato per astronomi amatoriali, semplici appassionati dello spazioo studenti iscritti al primo anno di un corso universitario, il testo è impreziosito da mappe stellari aggiornate, diagrammi e una sezione a colori con meravigliose fotografie dei corpi celesti
22,90

Sul candore della luna

Galileo Galilei

Libro: Copertina morbida

anno edizione: 2019

pagine: 96

Galileo Galilei è stato il primo a puntare il telescopio verso il cielo, e le sue scoperte, note al pubblico grazie ai trattati maggiori "Sidereus nuncius" e "Dialogo sopra i due massimi sistemi del mondo", hanno ridisegnato per sempre la nostra concezione del cosmo. Eppure alcune delle sue pagine più belle sono ancora oggi poco note: tra queste, una lettera straordinaria inviata nella primavera del 1640 al principe Leopoldo di Toscana. Qui lo scienziato espone le proprie teorie sulla luce della Luna, mosso «dal natural desiderio» di spiegare le cause del suo splendido «candore». L'astro più amato dagli artisti e dai poeti incontra così il suo più illustre osservatore: l'occhio di Galileo, «il più nobil occhio, che abbia mai fabbricato la natura». Prefazione di Luca Perri.
4,90

Cronaca di una cometa non annunciata. Astronomia e comunicazione della scienza nel XVIII secolo

Ilaria Ampollini

Libro: Copertina morbida

editore: Carocci

anno edizione: 2019

pagine: 197

Parigi, 1773. "Le Réflexions sur les comètes qui peuvent approcher de la Terre", dell'astronomo francese Jérôme Lalande, scatenano il panico nella capitale francese: gira voce che presto una cometa colpirà la Terra, mandandola in frantumi, o le si avvicinerà sensibilmente, provocando un catastrofico innalzamento di mari e oceani. Ma il contenuto dello scritto viene travisato e Parigi prima e le province poi attendono con angosciato timore l'arrivo dell'astro. La circostanza diventa l'occasione per una serie di dibattiti circa alcune delle questioni più sentite dagli uomini di scienza e di lettere del tempo: dalle teorie sul ritorno periodico delle comete a quelle riguardanti la loro funzione all'interno dell'Universo, dalle riflessioni sulle catastrofi naturali a quelle sul concetto di Manus Dei, dai vivaci confronti sul calcolo probabilistico alle prime considerazioni sulle modalità con cui comunicare il rischio. Le opere sollecitate dal panico parigino e dalle tesi lalandiane, le corrispondenze private, gli articoli delle gazzette, gli interventi di penne prestigiose offrono un vibrante affresco di singolare interesse storico. La vicenda diviene qui l'oggetto di una ricostruzione puntuale ed esaustiva, che permette di mettere a fuoco tematiche cruciali nella storia del pensiero scientifico e della comunicazione della scienza.
21,00

Luna la prima colonia. Il passato dei pionieri e il futuro degli esploratori

Gabriele Beccaria, Antonio Lo Campo

Libro: Copertina morbida

editore: Edizioni del Capricorno

anno edizione: 2019

pagine: 159

Il 20 luglio 1969, per la prima volta, due uomini lasciarono le proprie impronte sulla Luna. Oggi, a distanza di cinquant'anni da quell'evento epocale che ha mutato per sempre la percezione stessa della nostra presenza nell'universo, l'obiettivo è realizzare basi scientifiche e colonie lunari. Non è più fantascienza, ma una realtà prossima a trovare realizzazione. Anzi, la prospettiva, sempre più concreta, è andare ben oltre: su Marte e magari sulle lune di Saturno. In questo libro, Gabriele Beccarla e Antonio Lo Campo ricostruiscono anzitutto l'epopea della conquista lunare, ripercorrendo la straordinaria sequenza delle missioni Apollo, anche grazie ai racconti di alcuni degli astronauti che ne furono protagonisti, raccolti in interviste realizzate nel corso degli anni, e a un ricco e originale apparato iconografico. Esaminano le ragioni per cui l'URSS, in quegli anni di Guerra Fredda, perse la corsa allo spazio. Smontano le tesi complottiste che continuano a mettere in dubbio la realizzazione dell'impresa. Ma anche e soprattutto fanno il punto sull'attuale situazione dell'esplorazione spaziale: le novità tecnologiche, le poste in gioco - economiche, geopolitiche - le sfide vicine e lontane che ci attendono nel prossimo futuro. Un libro anticipatore e tuttavia di stringente attualità: perché l'euforia per la corsa spaziale sta rinascendo, ed è destinata a crescere. Con un'introduzione di Walter Cunningham, astronauta dell'Apollo 7.
14,00

Storia italiana dello spazio. Visionari, scienziati e conquiste dal XIV secolo alla stazione lunare

Giovanni Caprara

Libro: Copertina morbida

editore: Bompiani

anno edizione: 2019

pagine: 496

La storia italiana dello spazio inizia alla fine del Trecento e ha un'accelerata dopo la Seconda guerra mondiale, quando la Marina e l'Aeronautica arruolano due scienziati tedeschi per sviluppare la tecnologia dei razzi, seguendo l'esempio degli inglesi, i primi a costruirli e a impiegarli a scopo bellico. Sarà però Luigi Broglio, negli anni sessanta, a diventare il vero padre dello spazio italiano, realizzando il primo satellite "San Marco" per indagare l'atmosfera. Un¹avventura straordinaria per un'Italia coraggiosa che amava le sfide. La nascita dell'Agenzia Spaziale Italiana nel 1988 darà il via a un vero programma di esplorazione su vari fronti di ricerca e all'importante collaborazione per la stazione spaziale internazionale. La nuova edizione riveduta e aggiornata di questo libro documentato e appassionante racconta proprio questa storia, una storia che, sempre confrontata con le imprese di altre nazioni, ha generato nuova scienza, nuove tecnologie e favorito lo sviluppo del nostro paese a livello internazionale in un campo d'avanguardia.
15,00

Sulla Luna. A 50 anni dallo sbarco, un viaggio tra scienza e fantascienza

Carmine Treanni

Libro: Copertina morbida

editore: Cento Autori

anno edizione: 2019

pagine: 283

"Questo è un piccolo passo per un uomo, ma un balzo gigantesco per l'umanità". Con queste parole, l'astronauta americano Neil Armstrong, e con lui tutta l'umanità, metteva piede sulla Luna il 21 luglio del 1969. Nel cinquantesimo, storico, anniversario dell'allunaggio, il saggio ripercorre le tappe fondamentali della corsa allo spazio: dal lancio del satellite Sputnik da parte dei sovietici nel 1957 allo sbarco sulla Luna degli americani. Il libro, poi, approfondisce anche come siano infondate le tesi dei cosiddetti "complottisti", ossia di coloro che asseriscono che sulla Luna non ci siamo mai andati, e racconta cosa ci riserva il futuro dell'esplorazione spaziale e il ruolo centrale che avrà il nostro satellite. A corollario della storia dello sbarco sulla Luna, il libro apre anche una finestra sull'immaginario, raccontando di come la fantascienza abbia rappresentato la conquista della Luna, attraverso romanzi, film e serie televisive.
15,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.