Il tuo browser non supporta JavaScript!

Architettura

La signora Bauhaus

Jana Revedin

Libro: Copertina morbida

editore: Neri Pozza

anno edizione: 2020

pagine: 304

Germania, maggio 1923. La ventiseienne Ise Frank siede tra i banchi dell'Università tecnica di Hannover, sebbene non sia un architetto, né tantomeno una studentessa di quell'ateneo. Ise, che lavora come libraia, giornalista e critica letteraria a Monaco, si trova lì su insistenza di un'amica, Lise, per assistere all'insolita conferenza in programma quel giorno. Sul palco c'è un uomo con un vestito di lana pettinata grigio scuro, un papillon di seta bordeaux e un portamento da capitano di cavalleria. Si chiama Walter Gropius ed è il fondatore del Bauhaus, una scuola di arte e architettura il cui obiettivo principale è quello di operare una conciliazione tra arti ed artigianato in un nuovo linguaggio legato alla produzione industriale, impostando nuovi canoni estetici per l'architettura e il design moderni. Colpita dall'audacia con cui Gropius espone il suo innovativo progetto e affascinata dall'idea che l'architettura possa essere una missione creativa e al tempo stesso sociale e persino politica, Ise si ritrova, nei giorni successivi, a ripensare spesso a quell'uomo dal piglio ribelle e dagli occhi da volpe. Grande è, perciò, il suo stupore, quando due mesi dopo Walter Gropius si reca a Monaco per incontrarla e invitarla all'inaugurazione della prima mostra del Bauhaus, prevista per il 15 agosto a Weimar. Da quel momento la vita di Ise è destinata a cambiare per sempre. Sposando Gropius, nell'ottobre dello stesso anno, Ise sposa anche il progetto del Bauhaus, divenendone la principale sostenitrice e lavorando instancabilmente per la sua promozione, al punto da meritare l'appellativo di «Signora Bauhaus». Nonostante le preoccupazioni economiche, gli intrighi accademici e la caduta della democrazia nella nascente Germania nazista, il sodalizio tra Ise e Walter resterà saldo, permettendo al Bauhaus di continuare la sua attività oltreoceano. Con una prosa ricca ed evocativa Jana Revedin riporta brillantemente in vita l'atmosfera degli anni Venti, raccontando, attraverso la straordinaria vita di Ise Frank, un emozionante capitolo della storia contemporanea.
18,00

Architettura gotica e filosofia scolastica

Erwin Panofsky

Libro

editore: ABSCONDITA

anno edizione: 2020

«In "Architettura gotica e filosofia scolastica", Erwin Panofsky (1892-1968) stabilisce in modo chiaro dove, quando e perché va posta la frattura tra l'architettura romanica e quella gotica: in Francia, la cattedrale di Saint-Denis; al tempo dell'abate Suger (1137-1151); per il nuovo modo di pensare elaborato dai filosofi scolastici (Pietro Abelardo, Alberto Magno, Tommaso d'Aquino) e applicato da alcuni architetti gotici. A tali conclusioni l'autore giunge attraverso una vasta esperienza culturale: nel suo pensiero confluiscono non solo motivi derivati dalla tradizione degli storici dell'arte tedeschi, austriaci e francesi, ma anche la speculazione estetico-filosofica occidentale espressa nell'Ottocento e all'inizio del secolo successivo, nonché alcuni risultati raggiunti dai movimenti d'avanguardia nel campo delle arti visive e dell'architettura.» (dallo scritto di Francesco Starace)
20,00

Per un'architettura totale

Walter Gropius

Libro

editore: ABSCONDITA

anno edizione: 2020

«Le mie idee sono state spesso interpretate come l'esaltazione della razionalizzazione e della meccanizzazione. È una visione assolutamente erronea di tutti i miei sforzi. Ho sempre insistito sul fatto che l'appagamento dei bisogni dell'animo umano è più importante del benessere materiale, e che il raggiungimento di una nuova visione spaziale è più significativo dell'economia strutturale e della perfezione funzionale. Lo slogan "funzionalità uguale bellezza" è solo parzialmente vero. Quando consideriamo bello un viso umano? Ogni viso è funzionale nelle sue parti, ma solo quando proporzioni e colori perfetti si fondono in un'ideale armonia, esso merita l'epiteto di bello. Lo stesso accade in architettura. Solo la perfetta armonia delle sue funzioni tecniche e delle sue proporzioni può approdare al bello. È precisamente questo a rendere il nostro compito così articolato e così complesso. L'autentica architettura dovrebbe essere la proiezione della vita stessa, e questo implica una conoscenza intima dei problemi biologici, sociali, tecnici e artistici. E tuttavia questo non basta. Per rendere unitari tutti i diversi rami dell'attività umana è indispensabile una forza di carattere che i mezzi educativi possono solo rafforzare, non creare. La nostra meta più alta deve comunque esser quella di formare uomini in grado di tendere alla totalità, anziché chiudersi entro gli angusti limiti della specializzazione. Il nostro secolo ha prodotto il tipo dell'esperto in un'infinità di esemplari: facciamo ora in modo che nascano uomini dall'ampia visione». Con uno scritto di Manlio Brusatin.
22,00

Inspired by nature. Creare interni personali & naturali

Hans Blomquist

Libro: Copertina rigida

editore: Luxury Books

anno edizione: 2020

pagine: 208

L'autore del libro, Hans Blomquist, è un direttore artistico, stilista d'interni e fotografo di spicco, molto richiesto per il suo lavoro dai marchi internazionali più prestigiosi. Vive a Parigi ma lavora in tutto il mondo, dal Sudafrica a Londra, passando per New York. Hans pone materiali, oggetti e motivi naturali alla base di uno stile decorativo contemporaneo che permette una fuga dal rumore e dalla frenesia della vita moderna. Protagonista della sua filosofia dell'arredamento è la natura, e nella prima parte del libro condivide idee e ispirazioni per decorare con i fiori, le piante, gli oggetti, i materiali, le texture e i colori naturali. Gli oggetti trovati sono protagonisti di composizioni suggestive, mentre i materiali naturali come il legno, il lino, il vimini e il cuoio definiscono gli arredi degli ambienti. Persino le palette di colori riprendono le tinte tenui del mondo naturale. Nella seconda parte del libro, Hans visita interni vissuti dotati di un senso di comfort, gratificazione e bellezza, che ispireranno il lettore nella creazione di una casa che, oltre a essere un rifugio dal mondo, sarà anche un luogo perfetto per accogliere la famiglia e gli amici.
30,00

Salus in horto. Il giardino come cura

Libro

editore: DeriveApprodi

anno edizione: 2020

pagine: 224

Non sono molti i libri che si occupano della storia della funzione curativa del giardino. Salus in horto rappresenta un'eccezione rivolta tanto a chi si occupa professionalmente di storia e di teoria del giardinaggio, quanto agli appassionati che vogliono lasciare il mondo della divulgazione ed entrare in contatto con quello della ricerca. Nel volume, infatti, si trovano saggi che intrecciano gli aspetti tecnici del giardinaggio con l'urbanistica, l'architettura, la medicina, la farmacopea, la cucina, la politica e l'educazione. Il libro, suddiviso in tre sezioni - La cura del giardino, Il giardino come cura e Il giardino cura della città -, esplora tematiche di avanguardia come lo studio del microclima urbano, i giardini «mancati», il rapporto tra mondo dell'industria e giardini, i giardini come strumenti di cura della città. Con testi di: Roberto Leggero, Simona Gavinelli, Anna Finocchi, Valerio Cirio, Giacomo Lorandi, Silvana Bartoli, Agnese Visconti, Franco Mittino, Mirella Montanari, Ornella Selvafolta, Giuseppe Lupo, Sascha Roesler, Fabio Di Carlo, Andrea Di Salvo.
17,00

Place-specific design. Architettura visibilmente sostenibile

Valeriano C. Zarro

Libro: Copertina morbida

editore: CLEAN

anno edizione: 2020

pagine: 144

Place-Specific Design: Architettura Visibilmente Sostenibile promuove un approccio architettonico visibilmente sostenibile e radicato nel luogo. Come risposta diretta alla crisi di sostenibilità e all'effetto della globalizzazione indifferenziata, l'architettura visibilmente sostenibile cerca di invertire la perdita di diversità e di identità in tutti i sensi. Place-specific design, identifica e ripristina le caratteristiche ecologiche e culturali che conferiscono ai luoghi il loro carattere unico. Gli esempi sono tratti da importanti studi di architettura, tra cui Renzo Piano Building Workshop, Steven Holl Architects, Glenn Murcutt Architects, Foster + Partners, Herzog & de Meuron e Ateliers Jean Nouvel, dimostrano le diverse e altamente innovative soluzioni che emergono da una conoscenza e da un giudizio sulla cultura locale, completata e arricchita dall'uso appropriato delle moderne tecnologie. Il volume traccia un modello per come l'architetto può contribuire alla promozione di un'architettura non autonoma: un'architettura che riunisce natura e natura umana in una relazione interdipendente e reciprocamente vantaggiosa. prefazione di Juhani Pallasmaa.
25,00

La Badia

Camilla Salvago Raggi

Libro: Copertina morbida

editore: Lindau

anno edizione: 2020

pagine: 160

Sono trascorsi 900 anni da quando fu fondata la prima abbazia cistercense fuori dai confini francesi. Opera dei monaci del monastero di La Ferté, sorse a Tiglieto nell'entroterra genovese, divenendo presto assai celebre e acquisendo notevole credito presso i papi. Nel 1648 venne concessa in enfiteusi perpetua alla famiglia del cardinale Lorenzo Raggi e oggi è di proprietà di Camilla Salvago Raggi, ultima discendente di due antiche stirpi genovesi. Proprio a lei dobbiamo questo libro-album, che esce per celebrare la data centenaria, e che è in larga parte costituito da fotografie provenienti dal fondo di famiglia. Davanti ai nostri occhi vediamo la chiesa (oggi perfettamente restaurata), il monastero (in parte occupato dall'abitazione della scrittrice) ma anche il paese che fino agli anni '30 faceva corpo con la struttura abbaziale. È un viaggio nel tempo e nello spazio quello che ci viene proposto, accompagnato dalle suggestive parole della scrittrice.
14,00

Città e libertà

Jane Jacobs

Libro: Copertina morbida

editore: ELEUTHERA

anno edizione: 2020

pagine: 176

Autrice di testi celebri che hanno profondamente influenzato l'opinione pubblica americana nella seconda metà del Novecento, Jacobs ha rivoluzionato il modo di concepire il rinnovamento e il decentramento urbano, modificando radicalmente il discorso pubblico. In rottura con le semplificazioni della Ville Radieuse di Le Corbusier e della Carta d'Atene, che hanno internazionalmente definito i principi dell'urbanistica già dagli anni Trenta, il suo approccio non convenzionale ha consapevolmente spostato l'attenzione verso la complessità dell'ecosistema urbano e verso il suo affascinante ordine intrinseco sotteso al caos apparente. All'opposto dell'urbanistica «ortodossa», che vuole mettere ordine in quel caos, Jacobs ritiene che proprio questa città spontanea sia la matrice della libertà individuale, il motore della vita democratica. Ed è appunto questo primato della città che rivendica negli scritti qui proposti, tradotti in italiano, in cui è possibile cogliere in tutta la sua ricchezza un pensiero urbano lontano dalla visione sostanzialmente antiurbana della pianificazione iper-modernista.
16,00

Fare resilienza. Strategie per adattare città e comunità agli shock climatici e sociali, in Italia e nel mondo

Pietro Mezzi

Libro: Copertina morbida

editore: Altreconomia

anno edizione: 2020

pagine: 160

Siamo in un'epoca di "cambiamenti shock", climatici, economici e sociali, con conseguenze sempre più gravi per città e comunità. Come far fronte a uragani, siccità, pandemie e alle disuguaglianze che portano con sé? Che cos'è la resilienza? È la capacità di un sistema - un organismo, una città, una comunità, un'azienda, una foresta o un sistema socio-economico - di adattarsi e innovarsi dopo avere subìto un impatto, che sia di origine naturale o antropica. Questo libro spiega con esempi da tutto il mondo, in particolare da Europa - Italia compresa - e Stati Uniti, in che modo architetti, urbanisti, esperti di mitigazione climatica, sindaci, reti e comunità in transizione abbiano affrontato in modo "resiliente" e innovativo gli shock provocati dal climate change ma non solo. Il libro affronta il rapporto tra architettura ed emergenza climatica, il tema della progettazione di spazi e infrastrutture ad hoc e quello della forestazione urbana. Con i preziosi contributi di studiosi come Stefano Caserini del Politecnico di Milano e Giorgio Vacchiano dell'Università Statale di Milano e con le interviste a Pietro Trabucchi, psicologo dello sport ed esperto di resilienza e Piero Pelizzaro, Chief resilient officer. Interventi di architetti, urbanisti e paesaggisti, tra cui Mario Cucinella, Allfonso Femia, Andrea Arcidiacono, Andreas Kipar, Stig Lennart Andersson. Foto di copertina del fotografo Gideon Mendel. Con foto e rendering dei progetti.
14,00

Ignazio Gardella a Ivrea. La Mensa e il Centro Ricreativo Olivetti

Silvano Brandi

Libro: Copertina morbida

editore: Edizioni di Comunità

anno edizione: 2020

pagine: 90

Il complesso delle fabbriche olivettiane di Ivrea è frutto della progettazione e dell'immaginazione di straordinari architetti. Tra questi Ignazio Gardella. Adriano Olivetti gli affidò personalmente il progetto della Mensa, un edificio che non doveva solamente assolvere a un compito pratico, ma contribuire attivamente al benessere di dipendenti e operai. Grazie a fonti d'archivio inedite e al vasto materiale fotografico, il libro permette non solo di ripercorrere la vicenda costruttiva della Mensa Olivetti, ma anche di approfondire la figura di un grande architetto del Novecento.
15,00

Philip Johnson. Ediz. inglese

Ian Volner

Libro: Copertina rigida

editore: PHAIDON

anno edizione: 2020

pagine: 400

125,00

La Cattolica di Stilo: luce d'Oriente. Contesto storico, simmetria dinamica e cosmogonia celeste

Giorgio Metastasio

Libro: Copertina morbida

editore: Città del Sole Edizioni

anno edizione: 2020

pagine: 104

Questo nuovo studio monografico sulla Cattolica di Stilo, intende proporre delle piste per lo studio e la valutazione, riguardo la lettura diacronica della chiesa bizantina dell'Italia meridionale più conosciuta al mondo e che rappresenta la Calabria sotto il profilo storico, artistico e culturale. È un contributo che guida lungo sentieri già percorsi, tracciando nuove coordinate per avanzare verso quanto si intravede soltanto. È, altresì, fornita una nuova interpretazione sul piano della geometria dinamica e sulla tipologia costruttiva secondo modelli strutturali basati su osservazioni scientifiche di carattere statico e sismico, oltre ad altri aspetti decorativi e di paleografia cristiana che permettono di arricchire la già consistente e ampia documentazione storica, artistica ed epigrafica della piccola chiesa bizantina stilese.
15,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.