Il tuo browser non supporta JavaScript!

Architettura

Architetture al Politecnico di Milano. Università è città

Libro: Copertina rigida

editore: Silvana

anno edizione: 2021

pagine: 152

Il volume, pubblicato in occasione dell'inaugurazione del nuovo Campus di Architettura del Politecnico di Milano, intende evidenziare il ruolo strategico degli insediamenti universitari per lo sviluppo urbano. I nuovi spazi del Politecnico rispondono infatti non solo alle esigenze di un ateneo moderno e internazionale, impegnato a formare il sapere critico, plasmare l'identità degli studenti e condividere valori e conoscenze, ma tengono anche conto dei bisogni di Milano, una metropoli che guarda all'Europa e al mondo, centro nevralgico dell'economia italiana. Vengono qui illustrati il progetto e la realizzazione del nuovo campus del Politecnico, ripercorrendo la costruzione della sede storica nella "Città degli Studi" e presentando le nuove proposte dell'ateneo per il futuro del capoluogo lombardo.
28,00

Placemaker. Gli inventori dei luoghi che abiteremo

Elena Granata

Libro: Copertina morbida

editore: Einaudi

anno edizione: 2021

pagine: 176

P come Placemaker. Dal politico-pedagogista, all'imprenditore-artista, dall'informatico-ambientalista all'architetto-giardiniere: gli innovatori dirompenti per pensare la nuova città. Artisti che si improvvisano scienziati per risolvere problemi di mobilità di una grande città. Architetti che individuano soluzioni innovative osservando piante e animali. Designer che lavorano sui comportamenti e la psicologia delle persone. Ciascuno di loro è capace di incursioni al di fuori del proprio campo, senza perdere di vista l'obiettivo iniziale. Un pugno di innovatori urbani sta operando nelle città, ripensando la relazione tra città e natura, tra spazi pieni e vuoti, sui servizi, le reti, la mobilità. Sono professionisti ibridi, capaci di conciliare bisogni con immaginazione, creatività quotidiana con la salute del corpo sociale che vive la città. Sono mossi da una curiosità libera e creativa e per questo trovano le soluzioni più adatte. Osano pensare di poter fare qualcosa che non è mai stato fatto prima e soprattutto lo fanno. Elena Granata li ha chiamati «placemaker» perché la loro attitudine è saper trasmutare una buona idea in un progetto vivo che trasforma un luogo.
16,50

Convergenza nell'architettura del coro

Dare Segun Falowo

Libro: Copertina morbida

editore: Zona 42

anno edizione: 2021

pagine: 96

Osupa, fondata da rifugiati in cerca di un nuovo inizio, è una comunità isolata guidata da oracoli e guaritori. Ma una tempesta di fulmini la colpisce improvvisamente, e costringe Gbemisola e Akanbi, due dei giovani della comunità, a un lungo sonno. Al risveglio un enorme vascello volante incombe sul villaggio, la sua natura oscura e minacciosa. Nel frattempo, un altro personaggio affronta un viaggio nelle viscere della terra, nel tentativo di portare in salvo la propria gente. "Convergenza nell'architettura del coro" di Dare Segun Falowo, è una storia fortemente immaginifica, un racconto che attinge a piene mani dalla spiritualità e dalla storia dei miti nigeriani, intessendo elementi religiosi, geografici e culturali alla dimensione onirica creata dall'autore.
10,90

L'architettura italiana nel Duecento

Carlo Tosco

Libro: Copertina morbida

editore: Il Mulino

anno edizione: 2021

pagine: 376

Il Duecento è stato forse il secolo di maggiore sperimentazione nella storia dell'architettura medievale italiana. Il suo racconto è avventuroso, perché include edifici straordinari come la basilica di Assisi, il battistero di Parma, i castelli di Federico II nel Mezzogiorno, i palazzi pubblici delle città, le grandi cattedrali di Siena, di Firenze e di Orvieto. Politicamente instabile e frammentata, dal punto di vista artistico l'Italia è un mosaico che racchiude tessere multiformi: sperimentazioni, ibridazioni, flussi di committenze. Nel Duecento, fanno la loro comparsa fenomeni che trovano proprio in Italia la loro origine, come l'architettura degli ordini mendicanti e la promozione pubblica dei palazzi comunali. Con Federico II e la committenza dei papi l'arte diventa manifestazione di autorità contrapposte che utilizzano gli edifici come un veicolo di propaganda e di affermazione. L'architettura si fa strumento potente nelle mani di chi detiene il potere.
25,00

AD. Le 100 case più belle d'Italia

Libro: Copertina rigida

anno edizione: 2021

pagine: 300

AD Italia festeggia i suoi 40 anni pubblicando un libro celebrativo che racchiude le più belle case fotografata sulle sue pagine. Inoltre un'esclusiva raccolta di testi, scritti da autori come Vittorio Gassman, Enzo Biagi, Andrea Camilleri, Alessandro Baricco, Dacia Maraini, Fernanda Pivano e tanti altri che nel corso degli anni hanno collaborato con la rivista, completa l'opera. Un portfolio fotografico esclusivo racconta la storia di questi 40 anni di arredamento e design.
55,00

Biagio Rossetti secondo Bruno Zevi

Libro: Copertina morbida

editore: Viella

anno edizione: 2021

pagine: 180

Il volume riunisce due iniziative sul rapporto tra l'architetto ferrarese Biagio Rossetti, di cui nel 2016 ricorreva il cinquecentenario della morte, e lo storico dell'architettura Bruno Zevi, che nel 2018 avrebbe compiuto cento anni: una mostra, ospitata nella sede della Fondazione Bruno Zevi a Roma, e un convegno, svoltosi nel salone d'onore di Palazzo Tassoni a Ferrara, riuniti sotto il comune denominatore Biagio Rossetti secondo Bruno Zevi. Se la mostra aggiorna e rivisita quella eretica del 1956 - Identità di Biagio Rossetti, tenutasi nel Ridotto del Teatro Comunale di Ferrara - curata da Zevi e allestita da Valeriano Pastor, il convegno riflette sul rapporto tra lo storico e la sua città di elezione. Entrambe le iniziative ci guidano a «saper vedere Biagio Rossetti» e la sua Ferrara Nova che, grazie a quel filtro critico, sarebbe diventata la sorprendente metafora della città storica a misura di una diversa e altrimenti possibile contemporaneità.
28,00

Come costruire un alieno. Ipotesi di biologia extraterrestre

Marco Ferrari

Libro: Copertina morbida

editore: Codice

anno edizione: 2021

pagine: 256

Ci sono pochi dubbi che le leggi della fisica e della chimica siano valide sulla Terra come su altri pianeti, che un corpo cada con una certa accelerazione di gravità e che due elementi chimici possano unirsi con legami particolari anche su corpi celesti che orbitano intorno a una stella aliena. Ma non abbiamo le stesse certezze per la biologia. Anche se con declinazioni diverse, avremo sempre prede e predatori? Le loro dinamiche saranno le stesse che osserviamo sulla Terra? E la cellula, la base della vita, è proprio così indispensabile per creare corpi di dimensioni sempre maggiori? Alla ricerca di leggi universali o locali, Marco Ferrari ci conduce così su pianeti solitari in cui vive una sola specie molto semplice, e su altri ancora più ricchi della Terra, dove milioni di viventi formano un tutto simbiotico e olistico. Esploreremo corpi celesti in cui la vita si è "fermata" a un certo punto di complessità, e altri in cui la biochimica ha portato a soluzioni del tutto differenti da quelle che potremmo trovare anche nei luoghi più remoti e oscuri del nostro pianeta. Per scoprire che, molto probabilmente, le differenze di strutture, di scheletri, di organi, di sensi e di altro sottendono sempre e solo un processo universale: l'evoluzione.
17,00

Tra patria particolare e patria comune. L'architettura e le arti a Bologna 1534-1584

Maurizio Ricci

Libro: Copertina morbida

editore: Officina Libraria

anno edizione: 2021

pagine: 192

La storiografia artistica, e quella architettonica in particolare, hanno riflettuto solo in parte sulla duplice natura del reggimento bolognese e sulle intersezioni tra il governo centrale e quello locale. Un aspetto particolarmente importante nel caso della produzione di opere d'arte, sia mobili che immobili, ove una committenza varia e differenziata per riferimenti politici e culturali influenza in maniera sensibile l'esito finale. Il richiamo alla tradizione, alla 'patria particolare', affermato in termini di programmi, stile, tecniche e materiali, entra così in una dialettica significativa con le novità provenienti dall'esterno, soprattutto dalla communis patria, Roma, grazie al confronto tra modelli e linguaggi favorito da spostamenti, migrazioni ed eventi di rilievo internazionale, frequenti nel caso della capitale pontificia e della seconda città del suo Stato. Basti pensare all'ingresso di Giulio II a Bologna (1506), all'incontro tra Leone X e Francesco I (1515), a quello tra Clemente VII e l'imperatore Carlo V (1529-1530), avvenimenti considerevoli non solo sul piano politico, o al contestato trasferimento a Bologna, in palazzo Sanuti, delle sedute del Concilio di Trento (1547). Pure i principali cantieri pubblici - la chiesa civica di San Petronio e la cattedrale di San Pietro, ma anche il palazzo del Legato - sono occasioni di costante confronto tra le differenti maniere. Una serie di saggi, affidati ad autori di formazione diversa, analizza il cinquantennio compreso tra l'ascesa al soglio pontificio di Paolo III Farnese (1534-1549) e la comparsa in palazzo Fava dell'opera dei Carracci (1584), che segna un momento di forte discontinuità, come spesso è stato osservato, con la tradizione figurativa precedente.
30,00

Atlas of interior design

Dominic Bradbury

Libro: Copertina rigida

editore: PHAIDON

anno edizione: 2021

pagine: 431

Atlas of Interior Design è un viaggio incredibile e unico nel suo genere fra più di 400 suggestivi design d'interni residenziali degli ultimi ottant'anni. Dallo stile classico a quello contemporaneo, dal minimalismo al massimalismo, gli interni si distinguono per il profondo legame con l'ambiente che li circonda o per il modo straordinario in cui rifiutano l'architettura tradizionale. Un compendio dettagliato ed esaustivo arricchito da splendide fotografie e da testi di approfondimento che accompagnano ogni progetto: un must per tutti gli appassionati di design.
79,95

Nudità

Adolf Loos

Libro: Copertina morbida

editore: Giometti & Antonello

anno edizione: 2021

pagine: 120

Nel saggio che sta al centro di questa raccolta di scritti inediti venuti alla luce solo pochi anni fa, Adolf Loos - universalmente celebrato come maestro di stile e di eleganza nei campi dell'architettura, della moda e del design - si concentra su un tema radicale: il significato della nudità nella sua epoca e in ogni epoca, nella sua cultura e in ogni cultura, trattando l'argomento con arguzia e ironia, ma anche con profondità. Fra gli altri scritti, che si dedicano a tutti i temi cari a Loos, dalla città all'abbigliamento, ce n'è anche uno che interesserà tutti gli appassionati di arte, una intensa disamina dell'arte del suo amico Gustav Klimt.
12,00

«Architesture». Attorno all'architettura

Renato Capozzi, Federica Visconti, Maurizio Ferraris

Libro: Copertina morbida

editore: LetteraVentidue

anno edizione: 2021

pagine: 80

In un colloquio al tempo stesso agile ma profondo, spesso ironico e a tratti perfino esilarante, Maurizio Ferraris affronta i tanti temi che caratterizzano, nella nostra contemporaneità, il dibattito sul ruolo dell'architettura nella società. Il filosofo torinese afferma di non comprendere le ragioni del successo tra gli architetti dei filosofi - in primis il citatissimo Heidegger di Costruire abitare pensare -, ma spiega la "complicità" tra filosofi e architetti attraverso un ragionamento sulla specificità dell'Architettura in quanto disciplina in bilico tra tecnologia e umanesimo.
5,90

50 grandi idee. Architettura

Philip Wilkinson

Libro: Copertina rigida

editore: Dedalo

anno edizione: 2021

pagine: 208

Cosa distingue una colonna dorica da una colonna ionica? Come si sostiene un arco rampante? Quali sono i princìpi fondamentali dell'architettura moderna? Che differenza c'è tra restauro e conservazione? In 50 brevi saggi Philip Wilkinson guida il lettore alla scoperta della storia dell'architettura con una narrazione chiara, autorevole e avvincente. Un approccio nuovo e documentato che segue l'evoluzione delle idee nel corso dei secoli, partendo dall'antica Grecia, attraverso gli sviluppi rivoluzionari della fine del XIX secolo, per arrivare alle forme scultoree degli Espressionisti e all'essenzialità degli edifici in vetro e cemento armato dell'International Style o - più di recente - all'ironia e all'allusione presente nel Postmoderno e alle linee guida dell'architettura verde.
15,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Acconsento