Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di Roberta Mira

Stragi naziste e fasciste nell'imolese (1943-1945)

Roberta Mira

Libro: Copertina morbida

editore: Bacchilega Editore

anno edizione: 2018

pagine: 240

Il volume prende le mosse dal lavoro svolto dall'autrice nell'ambito del progetto condotto dall'Istituto nazionale Ferruccio Parri per la realizzazione di un "Atlante delle stragi naziste e fasciste in Italia" e raccoglie le schede descrittive di un centinaio di episodi di violenza omicida commessi da nazisti e fascisti tra l'autunno 1943 e la primavera 1945 nel circondario imolese o che interessano l'Imolese pur essendo perpetrati fuori dai confini del circondario, che hanno causato la morte di oltre 200 fra civili e partigiani inermi. Le schede sono precedute da un saggio introduttivo che inserisce gli avvenimenti dell'Imolese nel contesto più ampio della provincia di Bologna e della regione Emilia-Romagna.
18,00

«Mi trovo in buona salute e così voglio sperare che sia di tutti voi». Lettere di Galeatesi dai campi di prigionia della seconda guerra mondiale

Roberta Mira

Libro: Copertina rigida

editore: Il Ponte Vecchio

anno edizione: 2018

Prendendo le mosse dal ritrovamento presso gli uffici del Comune di Galeata di un piccolo fondo documentario costituito da lettere e cartoline di giovani galeatesi prigionieri di guerra durante il secondo conflitto mondiale, il volume passa in rassegna le diverse forme di prigionia di guerra sperimentate dai militari italiani nel corso della seconda guerra mondiale e ricostruisce brevi profili biografici dei 41 uomini di Galeata di cui sono stati ritrovati i messaggi. Si tratta di 13 giovani catturati da statunitensi, britannici e francesi nel quadro della guerra in Africa settentrionale e nelle fasi dello sbarco in Sicilia tra il 1941 e il 1943, di un soldato preso dai sovietici durante la campagna di Russia nel 1942, di 26 internati militari fatti prigionieri dai nazisti dopo l'armistizio dell'8 settembre 1943 e di un lavoratore civile impiegato nell'economia bellica del Terzo Reich.
13,00

Tregue d'armi. Strategie e pratiche della guerra in Italia fra nazisti, fascisti e partigiani

Roberta Mira

Libro: Copertina morbida

editore: Carocci

anno edizione: 2011

pagine: 253

Fra il 1943 e il 1945 tedeschi, fascisti e partigiani furono protagonisti della guerra combattuta in Italia. Mettendo a fuoco il tema dei patteggiamenti tra avversari, il volume si interroga sul carattere dello scontro che li vide contrapporsi e cerca di verificare se nel contesto di guerra totale siano esistiti spazi per una limitazione della violenza e per la conduzione del conflitto secondo canoni più tradizionali. Accordi e scambi di prigionieri, che sembrerebbero irrealizzabili nell'Italia di quegli anni, furono parte delle strategie messe in campo dai nazisti per fronteggiare la Resistenza. Accanto al ricorso alle tregue come tattica di lotta contro i partigiani, dal volume emergono la centralità della guerra e della violenza per il fascismo di Salò, le insidie rappresentate dai patti per la Resistenza, divisa fra il rifiuto delle tregue e le difficoltà materiali di partigiani e civili, e una maggiore propensione dei resistenti a patteggiare con i tedeschi piuttosto che con i fascisti. Questo atteggiamento dei partigiani, unitamente alla chiusura degli uomini della Repubblica sociale verso gli accordi, conferma lo scontro fra italiani come uno dei tratti portanti degli ultimi due anni di guerra in Italia.
22,50

Partigiani, popolazione e guerra sull'Appennino. L'8ª brigata Garibaldi Romagna

Roberta Mira, Simona Salustri

Libro

editore: Il Ponte Vecchio

anno edizione: 2011

pagine: 224

L'8ª brigata Garibaldi Romagna fu la principale formazione partigiana nella provincia di Forlì e una delle più numerose in Emilia Romagna. La brigata, nata formalmente all'inizio di aprile del 1944, fu attiva nella porzione appenninica del territorio forlivese, ai confini con la Toscana e le Marche, dove i primi nuclei di resistenti si insediarono sin dal settembre 1943. La sua storia si concluse con la smobilitazione nel novembre 1944 all'indomani della liberazione di Forlì. Il presente volume ricostruisce la storia dell'8ª brigata tenendo insieme il piano della storia locale con quello della storia nazionale. Nel testo vengono prese in esame le fasi di nascita e sviluppo della brigata con la sua organizzazione, i collegamenti instaurati con i partiti politici e i centri direttivi del movimento partigiano, le difficoltà interne e le attività militari. Viene inoltre affrontato il nodo del rapporto con la popolazione attorno al quale ruotano il tema della modalità pratica in cui i partigiani si insediarono e vissero sul territorio, e le problematiche della sopravvivenza sia degli uomini armati che dei civili residenti.
15,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.