Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di Paolo Pagliaro

Cinque domande sull'Italia. I dilemmi di un paese inquieto

Paolo Pagliaro

Libro: Copertina morbida

editore: Il Mulino

anno edizione: 2022

pagine: 208

«Assemblando i pezzi del mio racconto, come raccogliendo in un album le istantanee scattate in questi anni, mi accorgo che ho a che fare con tante narrazioni contrastanti, ciascuna contenente uno scampolo di verità. E ho la conferma che i nostri umori e la nostra sorte sono nelle mani dell'informazione». Dal 2008 ogni sera, nel programma Otto e Mezzo, Paolo Pagliaro seleziona e commenta in due minuti un fatto particolarmente rilevante o significativo della giornata. Una sorta di diario pubblico che si interroga sulle grandi e piccole trasformazioni che hanno riguardato l'economia, la comunicazione, le abitudini sociali, la demografia e l'ambiente nel nostro paese. Siamo ricchi o siamo poveri? È vero che il lavoro ci sarebbe per tutti, se solo volessimo? Dove ci sta portando e come si arresta il declino demografico? Ambientalismo significa pale eoliche e pannelli solari, oppure nulla di tutto questo, se il prezzo è una modifica del paesaggio? E quanta parte della nostra vita si sta trasferendo online? Domande che si prestano a innumerevoli esercizi ideologici e che costituiscono altrettanti aspetti controversi, ma essenziali, della nostra autoconsapevolezza di italiani.
16,00

Punto. Fermiamo il declino dell'informazione

Paolo Pagliaro

Libro: Copertina morbida

editore: Il Mulino

anno edizione: 2017

pagine: 127

Colonizzato dai social network, il terreno dell'informazione è minato da «post-verità». Contano più le emozioni che i fatti. Più le suggestioni che i pensieri. Più lo storytelling che le storie. Più la propaganda che le notizie. E dunque più le bugie che il racconto veritiero dei fatti. È un virus che infetta la rete, l'informazione, la politica - ridotta a comunicazione - e l'etica pubblica. Ma arginare e sconfiggere questa deriva si può.
12,00

La Canaglia. Giornale antimilitarista degli anarchici italo-argentini aderenti al Fascio Rivoluzionario Italiano (1915-1917)

Angelo Pagliaro, Paolo Attanasio

Libro: Copertina morbida

editore: Erranti

anno edizione: 2020

pagine: 230

La Canaglia è un giornale antimilitarista, scritto in italiano e castigliano, la cui incessante attività, unita a quella del FRI, produce i suoi frutti perché dei 60.000 mila riservisti attesi dal capo del governo Antonio Salandra, da mandare al macello, ne rientreranno in Italia solo 20.000. All'interno dei vari numeri, memorabili alcune lettere che le mamme scrivono ai figli emigrati per esortarli a non rientrare in Patria. "Se io ubbidissi agl'impulsi dell'ulcerato mio cuore - scrive mamma Rosa - se ascoltassi la voce della natura, dell'ardente ansia di averti meco, ti direi: Vieni, vieni, vieni! Ma nell'affannoso dubbio dell'incertezza, o quasi nella certezza che un tale passo ti potrebbe costare la preziosa tua vita, ti dico, anzi come tua madre t'impongo, di non tornare".
15,00

Libertari cetraresi in Argentina. Dall'Aggruppazione libertaria cetrarese a Umanità Nova (1923-1932)

Angelo Pagliaro, Paolo Attanasio

Libro: Copertina morbida

editore: Erranti

anno edizione: 2018

pagine: 253

L'impressione che si ricava scorrendo il testo è quella di un grande affresco al cui interno si svolgono i destini degli uomini e le parabole dei processi storici. Lo sfondo che, allo stesso tempo, li racchiude e li contestualizza, è la Grande Emigrazione, la vera protagonista di questa e di altre storie. È il grande esodo a fornire la spinta iniziale, a fungere da detonatore. È nei luoghi di arrivo, dove emigrano in cerca di lavoro e di una vita migliore, che i calabresi, per gran parte, si politicizzano, confluendo nelle organizzazioni libertarie al cui interno ricoprono ruoli spesso importanti. La storia dell'anarchismo calabrese si svolge in effetti quasi sempre fuori dalla regione: nel resto d'Italia e, soprattutto, all'estero. Gli anarchici calabresi scelgono in gran parte l'Argentina e la sua capitale come patria d'adozione.
15,00

Sociologia dell'organizzazione dei media

Paolo Pagliaro

Libro

editore: Manni

anno edizione: 2009

Questo libro si prefigge di offrire una formazione di base in merito alle figure professionali di livello avanzato in grado di operare con i media e le nuove tecnologie, soprattutto nel campo dell'informazione, saldando gli orizzonti teorici con il possesso di strumenti della comunicazione massmediale e multimediale, l'attitudine alla ricerca con l'animazione culturale e la progettazione educativa. Un libro breve e dal linguaggio semplice, dedicato alla delineazione dell'oggetto della sociologia dell'organizzazione dei media e ai suoi principali orientamenti teorici: nella complessità ogni argomento trattato delinea la funzione sociale dei media e le loro dinamiche organizzative a livello nazionale e locale, con le conseguenti differenze. I media presi in esami, tranne un breve accenno sulle dinamiche organizzative di una redazione di un giornale, sono le televisioni e le radio: si affronta lo studio dei linguaggi della radio e della televisione, con particolare riferimento all'organizzazione tipica dei diversi gruppi di lavoro in una radio e in una televisione, e alle ripercussioni di questi rapporti in ambito sociologico, culturale, etico. Si parte dallo studio dei ruoli e delle conseguenti capacità che devono possedere le figure professionali in ambito televisivo per poi giungere allo studio dell'organizzazione quotidiana della televisione nel suo complesso, offrendo agli studenti la possibilità di conseguire una innovativa formazione interdisciplinare.
20,00

Glocal: la comunicazione fattore di sviluppo

Paolo Pagliaro

Libro: Copertina morbida

editore: Manni

anno edizione: 2007

pagine: 192

15,00

Il contratto di mutuo

Rosanna Cafaro, Paolo Pagliaro

Libro: Copertina morbida

editore: Giuffrè

anno edizione: 2011

pagine: 74

15,00

L'accesso al credito. Banche dati, centrali rischi e privacy

Rosanna Cafaro, Paolo Pagliaro

Libro

editore: Giuffrè

anno edizione: 2004

pagine: 278

L'opera analizza i diversi aspetti delle problematiche dell'accesso al credito, operando una panoramica dell'attività svolta dalle varie banche dati private, oltre che dalla Centrale Rischi della Banca d'Italia, dal punto di vista del diritto sostanziale e dal punto di vista degli strumenti di tutela dei diritti dei singoli utenti. Ampio spazio è riservato alle decisioni dell'Autorità Garante della privacy, agli orientamenti giurisprudenziali in materia di trattamento dei dati personali e di tutela della privacy ed alla proposta di legge Gianni, contenente "Norme sul censimento e sulla pubblicazione delle informazioni commerciali e dell'accesso al credito". In appendice è riportato anche il T.U. sulla privacy, in vigore dal gennaio 2004.
19,50

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.