Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di Fernand Braudel

Il mediterraneo

Fernand Braudel

Libro: Libro in brossura

editore: Bompiani

anno edizione: 2017

pagine: 320

Fernand Braudel, con la collaborazione di un altro insigne storico, Georges Duby, e noti studiosi di varie discipline come Roger Amaldez, Maurice Aymard, Filippo Coarelli, Jean Gaudemet, Piergiorgio Solinas, ha realizzato questo grandioso affresco del Mediterraneo. Come scrive nell'Introduzione: "Quel che abbiamo voluto tentare è un incontro costante di passato e presente, l'ininterrotto trascorrere dall'uno all'altro, un concertato senza fine liberamente eseguito a due voci. Se tale dialogo, con i suoi problemi che si riecheggiano reciprocamente, anima la sua opera, potremo dire di aver conseguito lo scopo. La storia non è altro che una continua serie di interrogativi rivolti al passato in nome dei problemi e delle curiosità - nonché delle inquietudini e delle angosce - del presente che ci circonda e ci assedia. Più di ogni altro universo umano ne è prova il Mediterraneo, che ancora si racconta e si rivive senza posa. Per gusto, certo, ma anche per necessità. Essere stati è una condizione per essere."
11,00

Civiltà e imperi del Mediterraneo nell'età di Filippo II

Fernand Braudel

Libro: Copertina morbida

editore: Einaudi

anno edizione: 2010

pagine: 1449

Non è esagerato dire che la pubblicazione di questo libro di Braudel ha segnato una data nella storiografia internazionale. L'opera, di lettura affascinante, ha innovato profondamente la nostra visione della vita europea e mediterranea nel Cinquecento: allo schema tradizionale della crisi sopraggiunta come conseguenza delle nuove vie di navigazione atlantica, Braudel contrapponeva - con la forza di convinzione che derivava da una conoscenza precisa di fonti sterminate - la visione di un mondo ancora pieno di traffici e di contrasti, di tensioni e scambi, di cui erano partecipi, direttamente o indirettamente, non solo i paesi rivieraschi, ma anche Stati lontani. In altre parole, la vitalità dell'area mediterranea risultava dirompente ed essenziale, per le civiltà del vecchio mondo, ancora per tutto il XVI secolo. Lo studio della storia visto come connessione di tre momenti diversi - la storia di lento svolgimento e di lente trasformazioni, secolari o addirittura millenarie, la storia ritmata in cicli più brevi, ma pur sempre pluridecennali, e infine la storia "secondo la dimensione dell'individuo" mostrava, attraverso questa indagine, la sua efficacia e il suo valore di strumento per l'analisi delle grandi età del passato.
60,00

Civiltà materiale, economia e capitalismo. Le strutture del quotidiano (secoli XV-XVIII)

Fernand Braudel

Libro: Copertina morbida

editore: Einaudi

anno edizione: 2006

pagine: 548

Il contributo più innovatore di Fernand Braudel ha dato agli studi storici è senza dubbio lo sforzo di capire e interpretare i fenomeni di lunga durata. In "Civiltà materiale, economia e capitalismo", lo studioso francese ha approfondito la sua visione della storia, quasi prendendo a pretesto le vicende di quattro secoli per analizzare nelle sue diversa complessità e contraddizioni il passato, collegarlo strettamente al presente e rileggerlo in chiave antropologica. In questo volume l'avventura dell'uomo è ricostruita attraverso il cibo che i diversi paesi offrono o che dal lavoro umano sono messi in grado di offrire, le bevande, i tipi di abitazione, l'abbigliamento, gli ausili diversi per dare alle società un fondamento materiale solido.
28,00

Memorie del Mediterraneo. Preistoria e antichità

Fernand Braudel

Libro: Copertina morbida

editore: Bompiani

anno edizione: 2004

pagine: 427

"La testimonianza più bella sull'immenso passato del Mediterraneo è quella che fornisce il mare stesso. Bisogna dirlo e ripeterlo. Bisogna vedere il mare e rivederlo. Naturalmente esso non può spiegare tutto di un passato complesso, costruito dagli uomini con una dose più o meno elevata di logica, di capriccio o di aberrazione, ma rimette con pazienza al loro posto le esperienze del passato, restituendo a ognuna i primi frutti della sua esistenza, e le colloca sotto un cielo, in un paesaggio che possiamo vedere con i nostri occhi, uguali a quelli di un tempo. Per un momento, di attenzione o di illusione, tutto sembra rivivere."
12,00

Mediterraneo

Fernand Braudel

Libro

editore: Bompiani

anno edizione: 2002

pagine: 288

11,00

Carlo V

Fernand Braudel

Libro

editore: Ghibli

anno edizione: 2019

pagine: 78

"Sul mio impero non tramonta mai il sole." Le parole pronunciate da Carlo V restituiscono l'immensità del regno su cui l'imperatore del Sacro Romano Impero governò: un regno irto di ostacoli e gravato da guerre, ma certamente glorioso. Fernand Braudel, in questa agile biografia su Carlo V, resa viva dalla consueta intelligenza storica che lo contraddistingue, ripercorre la vita del sovrano, una vita che ancora oggi ci abbaglia, così come abbagliava i suoi contemporanei, amici o nemici che fossero. Emerge con forza la grandezza di questo sovrano e del suo regno che si è concluso con l'abdicazione. Montaigne, nei suoi "Essais", l'ha eretto a modello di saggezza, Braudel, quattro secoli più tardi, ha salutato così questo distacco: "Qualunque ne sia il segreto, niente di più lucido, niente di più bello che questa fine desiderata, preparata, accettata con coraggio, semplicità e grandezza dell'anima".
8,00

Out of Italy. Two centuries of world domination and demise

Fernand Braudel

Libro: Copertina morbida

editore: Europa Editions

anno edizione: 2019

pagine: 304

Fernand Braudel traccia un quadro avvincente dei due secoli (quindicesimo e sedicesimo) in cui l'Italia fu il centro e il motore del mondo, non solo in campo artistico, ma anche scientifico, economico, politico, sociale. Braudel racconta, con uno stile libero e creativo, come la maggior parte delle invenzioni di quel periodo nacque in Italia, nel campo del commercio come in quello della produzione, nell'arte come nel teatro e via dicendo. E racconta le vie attraverso le quali queste invenzioni si diffusero nel mondo.
19,00

Venezia

Fernand Braudel

Libro: Copertina morbida

editore: Il Mulino

anno edizione: 2018

pagine: 109

Studioso dello spazio mediterraneo e dell'evoluzione capitalistica nell'età moderna, Fernand Braudel non poteva non avere un rapporto speciale con Venezia: come oggetto di studio ma anche come luogo privilegiato dei suoi pellegrinaggi di ricerca. E quasi a conclusione della vita volle rendere omaggio a questa città inverosimile e fascinosa con un ultimo scritto, pubblicato in un volume fotografico di Folco Quilici. Quel testo trova ora qui, per la prima volta, una pubblicazione autonoma. Ad un tempo guida sentimentale alla città, cavalcata nella sua storia ("un passato troppo denso di secoli, troppo ricco di gloria") e riflessione sul suo destino, unendo divagazione letteraria e memoria, sguardo storico e curiosità di viaggiatore, il libro di Braudel si offre come introduzione d'autore a Venezia.
11,00

Storia, misura del mondo

Fernand Braudel

Libro: Copertina morbida

editore: Il Mulino

anno edizione: 2015

pagine: 113

Il volume raccoglie quanto fu scritto da Braudel per un libro che preparò sul finire della prigionia in Germania, nell'autunno 1944, a partire da un ciclo di lezioni tenuto in campo di concentramento. Sono lezioni sul senso della storia dedicate non a un pubblico di studiosi o studenti, ma di uomini comuni riuniti da una vicenda storica non comune. L'edizione italiana si correda di una introduzione redatta dalla moglie di Braudel, che sulla base di testimonianze e carte inedite ricostruisce le vicende della prigionia dell'autore in Germania.
10,00

La dinamica del capitalismo

Fernand Braudel

Libro

editore: Il Mulino

anno edizione: 2008

pagine: 104

10,00

Scritti sulla storia

Fernand Braudel

Libro

editore: Bompiani

anno edizione: 2003

pagine: 555

"Perché la fragile arte di scrivere la storia dovrebbe sfuggire alla crisi generale della nostra epoca?" si chiedeva Braudel cinquant'anni fa in una prolusione letta al Collège de France. La storia, se non voleva essere "una piccola scienza del contingente", doveva iniziare a dialogare con tutte le altre scienze che hanno per oggetto l'uomo, dalla sociologia all'antropologia, dall'etnologia alla geografia, alla demografia e all'economia. Solo superando ogni concezione settoriale dei diversi specialismi la storia, che ha il compito di fornire la dimensione temporale, avrebbe potuto ambire a essere il coronamento delle numerose scienze umane.
14,00

Civiltà e imperi del Mediterraneo nell'età di Filippo II

Fernand Braudel

Libro

editore: Einaudi

anno edizione: 2002

pagine: 1457

L'opera di Braudel ha innovato la visione della vita europea e mediterranea del Cinquecento: allo schema tradizionale della crisi sopraggiunta come conseguenza dell'apertura di nuove vie di navigazione atlantica, Braudel contrappone la visione di un mondo pieno di traffici e contrasti, di tensioni e di scambi, di cui erano partecipi non solo i paesi che si affacciavano sul Mediterraneo, ma anche gli Stati più lontani.
50,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.