Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di Cristina Castelli Fusconi

Dal disegno alla scrittura. Genesi della comunicazione scritta nel bambino

Cristina Castelli Fusconi

Libro

editore: VITA E PENSIERO

anno edizione: 2000

pagine: 174

Il libro presenta lo sviluppo del segno grafico infantile considerato come un'attività di costruzione e rappresentazione di significati. La capacità di narrare graficamente segue delle regole che fanno evolvere le competenze in ordine ad aspetti sempre più convenzionali. Oggetto di conversazione con l'adulto, assai presto il bambino capisce che le sue raffigurazioni per essere comunicabili devono essere socialmente condivisibili. Il segno grafico può rappresentare la realtà, può cioè diventare un significante a condizione di poter 'essere letto'. Nascono così alcuni disegni tipici definiti 'basic object' in cui il bambino ricerca sia una somiglianza percettiva con la realtà, sia di adeguare la propria produzione a determinate regole convenzionali apprese dall'adulto. Una tale costruzione di significati permette di individuare nel disegno il precursore della scrittura, in quanto l'attenzione all'aspetto convenzionale del segno permette il passaggio da un segno che ha un rapporto di somiglianza percettiva con la realtà a uno che 'significa' in modo puramente convenzionale. Il testo, tracciando questo percorso, coglie delle analogie tra lo sviluppo di sistemi espressivi infantili e quelli presenti in vari contesti culturali, documentati anche dalla storia della scrittura.
14,00
23,00

Psicologia sociale e dello sviluppo

Cristina Castelli Fusconi, Assunto Quadrio, Lucia Venini

Libro

editore: FRANCO ANGELI

anno edizione: 2000

pagine: 368

L'orientamento perseguito dagli autori è quello che considera la persona nella sua complessità e unità. Dopo aver trattato della disciplina e del suo ambito applicativo, il testo mette a fuoco temi metodologici relativi all'osservazione del bambino e risale ai contenuti della stessa e alle principali teorie esplicative.
33,00

Il bambino impara a leggere: prove oggettive di prerequisiti

Cristina Castelli Fusconi, Elena Ramella, Maria Rosaria Mancinelli

Libro

editore: VITA E PENSIERO

anno edizione: 2000

pagine: 216

L'evoluzione della formazione iniziale degli insegnanti con l'istituzione di un corso di laurea specifico, lo sviluppo della formazione continua, l'elaborazione di nuovi obiettivi curricolari per la scuola materna e la proposta di riforma dei cicli scolastici, costituiscono un nuovo stimolo per riprendere e approfondire temi relativi all'apprendimento della lettura e della scrittura e alla valutazione dei prerequisiti linguistici, cognitivi e motivazionali che vanno a integrarsi con le opportunità di familiarizzazione della lingua scritta offerte al bambino dall'ambiente. Affinché sia possibile attivare in ogni bambino un processo di sviluppo delle abilità prerequisite all'apprendimento della lingua scritta, è necessario che tutti coloro che operano in questo settore, e soprattutto gli insegnanti della scuola materna, acquisiscano una serie di competenze specifiche a livello sia teorico sia operativo e possano nello stesso tempo disporre di strumenti adeguati alla verifica degli obiettivi educativi prefissati. A tale scopo sono state elaborate queste prove, finalizzate alla valutazione di alcuni prerequisiti cognitivi specifici dell'apprendimento della lettura quali la percezione visiva, il linguaggio, la memoria, la coordinazione visuo-motoria, che possono essere di supporto all'insegnante per delineare un profilo funzionale di ogni bambino.
17,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.