Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di Colombo Fausto

Ecologia dei media. Manifesto per una comunicazione gentile

Fausto Colombo

Libro: Copertina morbida

editore: VITA E PENSIERO

anno edizione: 2020

pagine: 112

Cosa significa guardare ai media con un approccio ecologico? Ce lo spiega Fausto Colombo, uno dei nostri più autorevoli sociologi della comunicazione, in questo suo libro dove analisi critica e prospettiva etica si integrano in un discorso puntuale e suggestivo insieme. I media nel loro complesso appaiono un ecosistema in continua evoluzione. Come ondate sempre più potenti, si riversano sul mondo prima i mezzi a stampa, poi la radio e la televisione, poi ancora la prima digitalizzazione e l'utopia di internet, per arrivare oggi alle grandi piattaforme, macchine algoritmiche la cui benzina è costituita dai comportamenti degli utenti. Un ecosistema, quest'ultimo, che produce effetti sulla vita sociale e che, oltre a offrire straordinarie opportunità, può anche letteralmente inquinare il nostro universo simbolico, come fanno i discorsi d'odio e le false verità circolanti sui social, che le piattaforme non sembrano completamente in grado di limitare. Ma praticare un'ecologia dei media significa anche preoccuparsi di agire per migliorare le relazioni interpersonali e il rapporto con il mondo attraverso i media, non limitandoci a seguire, in modo spesso ingenuo, le impronte del progresso tecnologico o delle leggi del mercato e cercando invece di reagire alla saturazione dei nostri tempi e dei nostri spazi vitali. Perché è arrivato il momento di fermare la frenesia 'social' e di guardare come i nostri avatar o nickname ci parlano di noi stessi in quanto umani. Dopo averci guidato attraverso le riflessioni teoriche e le pratiche quotidiane che promuovono una rinnovata sensibilità etica nell'uso dei media, Colombo ci propone un 'manifesto per una comunicazione gentile', dove gentile sta certamente come invito ad abbassare i toni tornando al garbo della conversazione faccia a faccia e al rispetto degli interlocutori, ma sta anche e soprattutto come richiamo alla gens cui tutti apparteniamo, alla nostra unica famiglia, la specie umana, che, sola fra tutte le specie, attraverso la comunicazione può pensare se stessa oltre il presente, in continuità con le generazioni passate e con lo sguardo aperto sulle future. Una possibilità straordinaria e preziosa, e ora fragile più che mai nelle nostre mani.
13,00

Comunicazione, cultura, società. L'approccio sociologico alla relazione comunicativa

Guido Gili, Fausto Colombo

Libro

editore: La Scuola

anno edizione: 2014

pagine: 416

Cosa significa comunicare? A cosa serve? Come comunichiamo, in quali forme e con quali mezzi? Perché i tentativi di comunicare possono riuscire o andare incontro al fallimento? A queste domande fondamentali tentano di rispondere tutte le scienze della comunicazione. In particolare, il libro presenta e discute criticamente la prospettiva sociologica. Come illustrano gli autori, la sociologia studia la comunicazione in quanto relazione tra soggetti agenti che interpretano i propri rispettivi comportamenti comunicativi in quanto espressioni di intenzioni, volontà e scopi. L'approccio sociologico analizza questa relazione nelle sue dimensioni materiali, sociali, normative e di potere. Aggiornato agli esiti più recenti della ricerca sociologica internazionale, il volume non si limita a costituire una introduzione sistematica allo studio della comunicazione, ma offre anche una prospettiva innovativa sul suo rapporto con la cultura e la società.
25,00

Imago pietatis. Indagine su fotografia e compassione

Fausto Colombo

Libro: Copertina morbida

editore: VITA E PENSIERO

anno edizione: 2018

pagine: 119

Tutti ricordiamo l'immagine di Alan Kurdi, il bambino di tre anni annegato sul finire dell'estate 2015 nel Mar Egeo mentre con la famiglia cercava una nuova vita lontano dalla guerra in Siria. Anche oggi che l'onda emotiva si è calmata e in varie parti del mondo occidentale soffiano venti diversi, ci torna in mente con grande vivezza, fosse pure soltanto nel giorno dell'anniversario, dietro la sollecitazione dei media. Si è radicata saldamente nella nostra memoria. Perché proprio quella piccola foto? Si tratta di un caso di esaltazione mediatica collettiva o di una manifestazione singolarmente intensa dei nostri sentimenti più umani? È solo frutto della cultura della nostra epoca, che segna ogni cosa con lo stigma della velocità e della diffusione, o affonda le sue radici in una storia più antica, iniziata con le prime fotografie alla metà dell'Ottocento? Fausto Colombo, uno dei nostri più importanti sociologi della comunicazione, affronta queste domande non limitandosi a utilizzare gli strumenti scientifici dello studioso, ma mettendosi anche in ascolto delle proprie emozioni di spettatore tra gli altri e cercando l'origine della propria commozione di fronte all'immagine di quello sfortunato bambino. Ecco allora il suo 'diario di viaggio'. La ricostruzione delicata della storia della famiglia di Alan e quella della velocissima diffusione delle immagini attraverso i social, rilanciate e ridisegnate da utenti comuni e da grandi artisti. L'analisi della forza simbolica dell'immagine già agli albori della storia della fotografia, con il suo profondo legame con il tempo e la morte. Il racconto delle storie delle più famose immagini giornalistiche di guerra o sofferenza, diventate icone in grado di segnare la storia, e dei reporter a cui quello scatto spesso ha cambiato la vita. La riflessione sul discorso umanitario e sulla potenza del dolore infantile. Un'indagine nei meccanismi comunicativi e nel sentire umano fino all'ultima domanda: la nostra compassione vincerà la sfida dell'empatia? Sapremo riconoscere nell'immagine di Alan, e attraverso essa nelle altre vittime come lui, un nostro figlio, uno dei nostri piccoli fratelli nella famiglia umana che ci lega tutti in un'unica comunità di destino?
13,00

CESD coppie epilettiche sentimenti disabili

Fausto Colombo

Libro: Copertina morbida

editore: BOOKSPRINT

anno edizione: 2017

pagine: 224

CESD Coppie Epilettiche Sentimenti Disabili è un testo arlecchinesco e variopinto, che sembra letteralmente cucito unendo pezzi di stoffa di colore diverso. Non è una raccolta di poesie nel senso tradizionale del termine, ma contiene in sé tutti i cambiamenti che ha subito quel genere nel corso del tempo, ponendosi come finestra su quanto è stato fatto in precedenza in questo genere letterario. Fausto Colombo è un paroliere istrionico e pieno di brio. E i testi qui contenuti rispecchiano perfettamente la personalità artistica del suo autore. Tra l'altro, è un libro in cui si osserva, fin dall'inizio, una continua sperimentazione diretta sulla parola. Si susseguono ripetizioni, giochi di parole ritmici e tanto altro. Ma ad un certo punto il libro prende una decisione e sceglie di giocare apertamente a vero o falso - nel senso letterale del termine con il lettore. E qui ci troviamo di fronte ad un invito ben preciso, che presuppone anche un coinvolgimento diretto.
13,90

Nobiltà del territorio varesino

Colombo Silvano, Bonoldi Fausto

Libro: Copertina morbida

editore: Macchione Editore

anno edizione: 2020

pagine: 96

"Quando, poco più di cinquanta anni fa, mi presentai ad un noto personaggio di Varese dicendo che ero il Direttore del Museo, mi sentii dire: Perché, a Varese c'è un Museo? Allora Varese e la sua provincia erano la punta di diamante del triangolo industriale dell'Alto Milanese, a livello internazionale. Oggi, se considerate che ci sono elencati ben 57 fra musei e raccolte di memorie, vi rendete conto che, mentre il mondo del lavoro purtroppo si è ribaltato, quello della cultura vanta una ben articolata presenza. È tempo, dunque, di proporre una antologia delle Nobiltà del nostro territorio con l'intento di invogliare l'amatore dell'arte ad andare in giro per le nostre terre, incontro alla nostra storia." Silvano Colombo
15,00

Il potere socievole. Storia e critica dei social media

Fausto Colombo

Libro: Copertina morbida

editore: Mondadori Bruno

anno edizione: 2013

pagine: 168

I social media sono diventati essenziali nelle nostre vite. Sono duttili: ci permettono di vendere, comprare, comunicare, esprimerci, cercare e diffondere informazioni senza staccare gli occhi da un semplice display. Sono utilizzabili sempre e ovunque: la diffusione dei terminali mobili (smartphone e tablet) ci garantisce uno stato di perenne connessione. Sono amichevoli: generano quella speciale euforia che ci dà la facilità del loro uso. Sono socievoli: permettono le relazioni, anche a distanza. Ma è davvero tutto qui? Il libro si interroga sulla seduzione di questi strumenti, sulla loro attraente efficienza, per provare a coglierne anche lati meno ovvi, e forse più oscuri. Per cominciare, da dove vengono? Dal lungo processo della digitalizzazione, certo, ma anche da alcune svolte economiche e di mercato, e da precise filosofie imprenditoriali, di cui sono più o meno consapevoli portatori. E poi, di chi sono i social media, a chi appartengono i loro contenuti? A chi rispondiamo noi, quando li usiamo, o ci esprimiamo attraverso di loro? Quali tipi di conflitti (politici, economici, e anche personali) trovano spazio dentro a questo universo socievole? E, soprattutto, quali poteri vi prendono forma, dietro la maschera della disponibilità e dell'uguaglianza?
17,00

Il paese leggero. Gli italiani e i media tra contestazione e riflusso

Fausto Colombo

Libro: Copertina morbida

editore: Laterza

anno edizione: 2012

pagine: 298

Fra la fine degli anni Sessanta e la metà degli anni Novanta l'Italia cambia due volte pelle, corpo, anima. Prima scopre la partecipazione, l'egualitarismo, la modernizzazione della sensibilità e della cultura, il femminismo; poi si riconosce nell'individualismo, nella micro imprenditorialità, nel diritto al consumo e nella seduzione del benessere e della moda. Diviso in due parti, una dedicata agli anni 1967/1977 e l'altra al periodo 1978/1994, questo volume racconta la costruzione di due immaginari, il secondo dei quali si sovrappone al primo e alla fine è vittorioso. La domanda di fondo è: "com'è stato possibile passare dalla contestazione al riflusso?". La risposta è da cercare in un'analisi trasversale del racconto dei media di quegli anni (stampa, cinema, fumetti, radio e televisione) e attraverso l'individuazione di alcuni eventi traumatici di diverso impatto (dal suicidio di Tenco e i fatti di Vermicino alle stragi, dall'allunaggio ai campionati del mondo di calcio del '70 e del '92) e di alcuni personaggi cruciali, insieme politici e mediatici, come Sandro Pertini.
22,00

Televisione e industria culturale in Italia

Fausto Colombo

Libro

editore: Arcipelago Edizioni

anno edizione: 2009

pagine: 174

8,26

Introduzione allo studio dei media. I mezzi di comunicazione fra tecnologia e cultura

Colombo Fausto

Libro

editore: Carocci

anno edizione: 2003

pagine: 136

Lo sviluppo recente degli studi sui media nell'ambito della sociologia della comunicazione e della cultura ha visto il progressivo approfondimento e la crescente sistematizzazione di una serie di questioni e di saperi. Questo processo non porta tuttavia a un disegno unitario e conclusivo, ma apre semmai nuovi scenari di ricerca e di indagine. Muovendo dalla convinzione che la qualità delle domande è più importante del dogmatismo delle risposte, questa introduzione offre una guida per orientarsi in un paesaggio quanto mai frastagliato. Dalla definizione stessa dei media al loro radicamento nella modernità, dal rapporto con il potere alla trasformazione dell'ambiente e della conoscenza, dal ruolo delle reti ai principali modelli di analisi dell'industria culturale come circuito comunicativo, il lettore inizia a osservare le comunicazioni di massa come un complesso intreccio di tecnologie e cultura.
15,80
23,50

La cultura sottile. Media e industria culturale in Italia dall'Ottocento agli anni Novanta

Fausto Colombo

Libro

editore: Bompiani

anno edizione: 1998

Il volume costituisce la prima ricostruzione globale della vicenda dei mezzi di comunicazione e, in genere, dell'industria culturale italiana. Vi sono passati in rassegna tutti i media, dall'editoria libraria al periodico illustrato, dalla radio al cinema e alla televisione, in un quadro complesso ricco di riferimenti a episodi che appartengono alla memoria nazionale.
23,00
18,99

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.