Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di Clara Mucci

Corpi borderline. Regolazione affettiva e clinica dei disturbi di personalità

Clara Mucci

Libro: Copertina morbida

editore: Cortina Raffaello

anno edizione: 2020

pagine: 407

L'autrice propone un metodo integrato per la cura dei disturbi gravi di personalità e dei disturbi narcisistici, ponendo l'accento sulla disregolazione affettiva che è alla base dei vari tratti disfunzionali e dei sintomi corporei di queste patologie. Ogni capitolo presenta un caso particolare illustrato dall'inizio alla fine del trattamento e mostra in dettaglio come lavorare con gli specifici problemi e sintomi che sorgono in questi pazienti e che attaccano il corpo, dalla bulimia all'autolesionismo, dalla diffusione di identità sessuale alla reazione psicosomatica. Si propone innanzitutto una revisione dell'eziopatogenesi dei disturbi di personalità, illustrando come alla base delle dinamiche patologiche vi siano traumi interpersonali a partire dai primi anni di vita. Il corpo riceve ampia attenzione nel trattamento, nelle sue complesse interazioni di corpo-mente-cervello, ed è visto come il principale tramite dello sviluppo relazionale disfunzionale.
38,00

Trauma e perdono. Una prospettiva psicoanalitica intergenerazionale

Clara Mucci

Libro: Copertina morbida

editore: Cortina Raffaello

anno edizione: 2014

pagine: 272

Integrando analisi psicoanalitiche contemporanee, studi classici sul trauma, recentissimi dati neurobiologici sull'attaccamento disorganizzato e ricerche sul trauma individuale e su quello sociale massivo, Clara Mucci delinea una innovativa clinica del trauma basata su un concetto di psicoanalisi come pratica sociale di testimonianza e su una nozione etica e relazionale del processo di cura. Largamente interdisciplinare, corredato di un'ampia bibliografia internazionale e arricchito da una riflessione teorica sofisticata ma sempre concretamente ancorata alla pratica, il volume indica strade nuove per la psicoterapia di uno degli eventi più disconosciuti della nostra società, a livello familiare, intergenerazionale, politico e sociale. Viene inoltre ipotizzato un "al di là del trauma", una possibile interruzione nella catena delle identificazioni traumatiche tra una generazione e l'altra, un "andare oltre" la posizione interna di vittima e di persecutore, processo che l'autrice definisce "perdono" come integrazione intrapsichica delle scissioni interne, senza alcuna accezione religiosa, identificando nella resilienza la capacità del sopravvissuto di superare la disumanizzazione e l'esperienza del male. Questo "al di là del trauma" consiste in una profonda riparazione del soggetto come del tessuto sociale ferito, che permette al sopravvissuto di superare la disumanizzazione subita e l'esperienza del male.
27,00

Il dolore estremo. Il trauma da Freud alla Shoah

Clara Mucci

Libro: Copertina morbida

editore: Borla

anno edizione: 2008

pagine: 208

24,00

A memoria di donna. Psicoanalisi e narrazione dalle isteriche di Freud a Karen Blixen

Clara Mucci

Libro: Copertina morbida

editore: Carocci

anno edizione: 2004

pagine: 239

Da un esame della costruzione culturale dell'isteria, considerata alla fine dell'Ottocento malattia endemica femminile, passando per un'analisi di opere narrative inglesi tra i due secoli, il saggio ricostruisce il legame tra l'opera di scrittrici o scrittori che hanno affrontato problematiche specifiche del femminile, e la parola dell'isterica. Una parola che per prima dà voce alle passioni di un corpo che protesta contro il disagio della civiltà di fine secolo.
21,00

Il teatro delle streghe. Il femminile come costruzione culturale al tempo di Shakespeare

Clara Mucci

Libro

editore: LIGUORI

anno edizione: 2001

pagine: 243

Come mai il crimine della stregoneria diventa così minaccioso in Europa e in Inghilterra, dalla metà del Cinquecento, da mandare al rogo migliaia di donne, per declinare alla fine del Seicento? Sono gli anni in cui, a Londra, si consuma la stagione shakespeariana, fino all'uccisione di re Carlo e alla chiusura dei teatri, nel 1642. Ci sono connessioni tra i due fenomeni? Opere teatrali, pamphlets e scritti vari del periodo vengono qui analizzati ricostruendo una complessa e affascinante poetica della cultura. Londra, invasa da vagabondi agli albori del capitalismo, i teatri, luoghi impuri ed eccessivi, popolati da donne eversive, adultere, streghe, rappresentano le metafore di una cultura che costruisce il femminile come pericoloso.
22,49

Liminal personae. Marginalità e sovversione nel teatro elisabettiano e giacomiano

Clara Mucci

Libro

editore: Edizioni Scientifiche Italiane

anno edizione: 1995

pagine: 286

Il fool di Lear, i malcontent di Webster, le donne, incarnazione del male in Webster e Middleton, la corte, il teatro: queste le maschere della liminalità a cui si dà rilievo nel libro, sullo sfondo della crisi delle istituzioni agli inizi del '600 in Inghilterra. A una pratica della parola straniante, alle figure tortuose della melancholia, a una soggettività che si interroga sulle impossibilità dell'essere attraverso le theatrical impostures della scena, viene affidata una possibilità sovversiva del simbolico che trova nella situazione teatrale, marginale e centrale (marginale perché simbolicamente centrale), il perfetto correlatore teorico.
21,69

Merope

Francesco Marroni, Clara Mucci, Miriam Sette

Libro

editore: Tracce

anno edizione: 1996

pagine: 192

12,91

Tempeste. Narrazioni di esilio in Shakespeare e Karen Blixen

Clara Mucci

Libro: Copertina morbida

editore: LIGUORI

anno edizione: 2008

pagine: 208

18,99

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.