Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di Chiara Piva

L'arte di ben restaurare. La «Raccolta d'antiche statue» (1768-72) di Bartolomeo Cavaceppi

Susanne Meyer, Chiara Piva

Libro: Copertina morbida

editore: NARDINI

anno edizione: 2010

pagine: 159

Bartolomeo Cavaceppi, scultore e collezionista romano, è considerato uno dei più celebri restauratori del Settecento. Il suo studio, nel quale era allestita una cospicua raccolta di gessi e marmi, era un luogo di riflessione e di incontro per eruditi, collezionisti e agenti delle grandi corti europee ai quali lo scultore vendeva le sue opere originali o pezzi antichi restaurati. Tra il 1768 e il 1772 diede alle stampe i tre volumi della Raccolta d'antiche statue busti bassirilievi ed altre sculture restaurate da Bartolomeo Cavaceppi scultore romano, ora ripubblicati dopo oltre duecento anni. Scritti con toni a tratti molto polemici, in una lussuosa edizione in folio, corredati da incisioni, non erano mai stati riediti. Decisamente sperimentale dal punto di vista editoriale, la Raccolta unisce un catalogo promozionale delle sculture restaurate con una serie di considerazioni teoriche non solo sul restauro ma più in generale sulla storia dell'arte. Il testo, spesso citato ma poco noto integralmente e raramente analizzato nella sua complessità storica e teorica, è di fondamentale interesse per la storiografia artistica, la storia del restauro e la storia del gusto.
18,00

Tiepolo e la prima guerra mondiale: dagli Scalzi alle Gallerie dell'Accademia

Chiara Piva, Giulio Manieri Elia

Libro: Copertina morbida

editore: EDIFIR

anno edizione: 2018

pagine: 107

Il volume raccoglie i contributi della giornata di studi organizzata il 2 dicembre 2015 presso le Gallerie dell'Accademia di Venezia e dedicata a "Tiepolo e la prima guerra mondiale". In occasione del centenario della bomba austriaca che distrusse l'affresco di Giambattista Tiepolo nella chiesa veneziana di Santa Maria di Nazareth o degli Scalzi, i saggi raccolti presentano i risultati di nuove ricerche intorno alla storia dei superstiti pennacchi del soffitto, oggi esposti nelle sale delle Gallerie dell'Accademia, un'occasione per riflettere sulle vicende materiali di quelle opere e sul clima culturale di anni tanto significativi per la storia della tutela e del restauro del patrimonio storico-artistico in Italia.
18,00

Scoprire Venezia in compagnia di Canaletto

Chiara Piva

Libro: Copertina morbida

editore: ALLEMANDI

anno edizione: 2005

pagine: 16

Sedici pagine piene di disegni e immagini tratte dai dipinti di Canaletto, per imparare a leggere, attraverso i suoi dipinti precisi come fotografie, la città: le forme dei camini e delle finestre, le scale a chiocciola e i terrazzi, le fondamenta in legno e i colori delle facciate. Ma anche un libro per capire i mestieri delle corporazioni (mureri e tagliapietra, marangoni e fenestreri), l'importanza dei ponti, i nomi di strade e piazze (calli, salizade e rii), la particolare numerazione delle case e le curiose parole in dialetto (calle del Scaletèr, ovvero del pasticcere).
5,00

Il credito per il Buen vivir. Storia e storie di finanza cooperativa in Ecuador

Roberta Ferrari, Chiara Piva

Libro: Copertina morbida

editore: Ecra

anno edizione: 2012

pagine: 160

Come i singoli fili concorrono nel formare la trama di un tessuto, questo libro racconta l'esperienza di finanza cooperativa del Progetto "Microfinanza campesina in Ecuador" attraverso le voci di tutti i protagonisti: di chi lo ha ideato, di coloro che lo hanno reso possibile, di chi lo realizza quotidianamente, di chi ne beneficia, e, infine, di quanti ne seguono lo sviluppo con entusiasmo, da vicino e da lontano. Prefazione di Andrea Riccardi, con un intervento di Rafael Correa Presidente della Repubblica dell'Ecuador.
19,00

Il museo come scuola. Didattica e patrimonio culturale

Patrizia De Socio, Chiara Piva

Libro: Copertina morbida

editore: Carocci

anno edizione: 2005

pagine: 141

Dimostrare che fare scuola al museo si può, sempre e comunque, perché la scuola e il museo sono fatti di cose, intenti, programmi, persone che possono comunicare. Condividere grazie all'arte spazi diversi da quelli dell'aula, in cui sia semplice e spontaneo guardarsi intorno. Crescere come persone che sanno vivere con l'arte, che ne conoscono i meccanismi di fruizione, ne ricostruiscono le intenzioni, ne inquadrano funzioni e contesti. Sono queste le ambiziose aspettative a cui le autrici di questo volume vorrebbero rispondere. Gli insegnanti troveranno suggerimenti, spunti, giochi e molte attività pratiche da sperimentare insieme alla classe prima, durante e dopo la visita a un museo.
14,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.