Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di Cesare Lievi

Carte segrete. Tra disegno e scrittura

Cesare Lievi, Daniele Lievi

Libro

editore: MORCELLIANA

anno edizione: 2021

pagine: 128

«Viene superata la separazione tra parola e immagine e si dà vita a un flusso che percorre tutto il libro: le immagini conducono alle parole e le parole, a loro volta, suscitano nel lettore idee che lo guidano sulle tracce del segreto custodito in ogni disegno e in ogni quadro. Ma solo sulle tracce, si badi bene: l'artista ha chiamato la serie dei suoi fogli Carte segrete e ciò che di enigmatico e di nascosto contengono viene riconosciuto soltanto nella sua essenza, mai svelato. [...] Una coppia di fratelli: pittore e scenografo il più giovane; poeta, autore drammatico e regista il più anziano. Un'unione senza paragoni nella più recente tradizione del teatro europeo. E adesso a uno dei due è riuscito qualcosa che assomiglia a uno splendido prodigio: il ritorno dell'altro» (Peter Iden).
13,00

Al ritmo dell'assenza. Poesie 2011-2015

Cesare Lievi

Libro

editore: M.C.

anno edizione: 2020

Questa nuova raccolta di Cesare Lievi, affermato regista teatrale e drammaturgo, si configura come il punto più limpido e terso della sua produzione poetica. Suddiviso in tre parti come in una crocifissione di Francis Bacon, il libro è una sorta di variegato brogliaccio che accomuna presenze che si rivelano in realtà lancinanti assenze. Ne sono mirabile testimonianza le sequenze dedicate alla madre, sul cui pervicace ricordo la raccolta si dipana con punte di icastica esemplarità. Sullo sfondo, meno avvertito ma incombente come un presagio, si incide il cammeo dell'adorato fratello che ha contrassegnato in maniera decisiva l'allure delle sillogi precedenti, apprezzate da un lettore d'eccezione come Raboni. Di fronte all'opera impietosa del tempo non rimangono che fantasime, barlumi, ectoplasmi, il miraggio di un calicantus che si staglia d'inverno contro la cartapesta del cielo o un merlo che saltella quasi incapace di volare, assorbito dall'intento improrogabile di nidificare. Le parole di Lievi trascorrono così, tra canzonetta ed elegia, tra il mondo esaltato dell'eros e quello avvilente del thanatos, in un colloquio ininterrotto con le ombre o con chi ne ha assorbito, impagabilmente, un'eco screziata di vita riflessa.
10,00

Il giorno di un Dio. Dodici frammenti scenici in ricordo di Martin Lutero

Cesare Lievi

Libro: Copertina morbida

editore: LUCA SOSSELLA EDITORE

anno edizione: 2018

pagine: 68

A cinquecento anni dal leggendario 31 ottobre 1517, in cui si favoleggia dell'affissione di 95 tesi contro le indulgenze papali da parte di Martin Lutero, il drammaturgo e regista Cesare Lievi ha immaginato di tornare a quella vicenda, nodale per la nostra storia, per mezzo di due gruppi di personaggi d'oggi, italiani e tedeschi. Ognuno di loro è chiamato a riattraversare i dilemmi che hanno dilaniato Lutero e lo hanno spinto ad agire. Tutti sono alle prese con la ricerca di un ricordo, vivo o morto, delle ragioni di quella grande "protesta" che spaccò l'Europa di allora.
10,00

Un teatro da fare

Cesare Lievi

Libro: Copertina morbida

editore: La Scuola

anno edizione: 2017

pagine: 160

Il teatro è necessario.? Una riflessione sull'essenza del teatro di prosa nelle parole di uno dei maggiori registi della scena italiana ed europea: il valore del testo rispetto alla rappresentazione, la funzione della regia e il ruolo degli attori, il significato sociale del teatro in un mondo appiattito sul presente. In un dialogo con Lucia Mor che non eccede nell'autobiografismo o nella speculazione astratta, Cesare Lievi ribadisce il valore non solo artistico ma, soprattutto, umano del teatro: un luogo fondamentale in cui ognuno può assumere consapevolezza della realtà e del proprio agire. Per citare Schopenhauer, «un uomo che non va a teatro è come uno che fa la toilette senza lo specchio».
14,00

La sua mente è un labirinto

Cesare Lievi

Libro: Copertina rigida

editore: Marsilio

anno edizione: 2015

pagine: 155

Un figlio osserva l'inesorabile invecchiare della madre, il decadere del corpo e della mente, l'affievolirsi della memoria fino a scomparire, la perdita di capacità fisiche come il movimento e l'articolazione del linguaggio, culminante nell'afasia e in una pressoché totale immobilità; e la madre, nel disperato tentativo di opporsi a questo processo e nelle possibilità che esso provoca e permette, fa affiorare implacabilmente la parte più segreta di se stessa. Ne scaturisce uno strano colloquio, fitto e teso, in cui, nonostante fraintendimenti e sconnessioni, si forma una nuova visione della loro storia, una focalizzazione completamente inattesa della loro esistenza. Cesare Lievi racconta con grazia e ammirevole lucidità quelli che probabilmente sono i momenti più intensi di un rapporto tra madre e figlio, in cui l'amore, la devozione, la presa di coscienza dell'inizio della fine, si fanno struggente cronaca e intimo diario del sentimento filiale.
16,50

Soap opera

Cesare Lievi

Libro: Copertina rigida

editore: Marsilio

anno edizione: 2015

pagine: 105

Una donna. L'immagine. Il potere.
12,00

Il vecchio e il cielo

Cesare Lievi

Libro: Copertina morbida

editore: Marsilio

anno edizione: 2010

pagine: 93

"Quella che Lievi ci racconta è una storia singolare, la cui spiegazione si sottrae, per certi versi, a una logica razionale. Come nei primi lavori di Harold Pinter, e come nel Lear di Edward Bond, anche qui gli eventi custodiscono un segreto. E per lo spettatore e il lettore consistono proprio in questo il fascino e, contemporaneamente, la sfida del dramma di Lievi." Dall'introduzione di Peter Iden.
10,00

Nel tempo (2001-2004)

Cesare Lievi

Libro: Copertina morbida

editore: L'Obliquo

anno edizione: 2008

pagine: 71

11,00

Regia teatrale. Storia e istituzioni

Cesare Lievi

Libro

editore: Mondadori Bruno

anno edizione: 2016

pagine: 208

18,00

Ardore infermo

Cesare Lievi

Libro: Copertina morbida

editore: Libri Scheiwiller

anno edizione: 2004

pagine: 81

Cesare Lievi, poeta traduttore e regista, è nato a Gargnano sul lago di Garda nel 1952, dove ha fondato, con il fratello Daniele, il Teatro dell'Acqua, che mette in scena testi spesso ripresi dalla letteratura tedesca. Dal 1996 è direttore artistico del Centro Teatrale Bresciano. Il volume presenta una raccolta delle sue liriche scritte negli anni Novanta.
11,00

Stella di cenere

Cesare Lievi

Libro

editore: Marsilio

anno edizione: 1994

pagine: 128

L'esperienza poetica di Lievi riconduce al grande filone dell'espressionismo nordico. Più che una raccolta di poesie è un poema senza gesta e senza figure, scandito, in canti e lasse attorno a un vuoto incolmabile, dal pulsare lancinante del dolore. Ciò che emerge non è tanto l'immagine dell'assente, quanto la distesa di relitti carbonizzati e indecifrabili in cui la sua scomparsa ha trasformato lo spettacolo del mondo. A popolare questo deserto, a convertire in presagio d'alba la fissità di una luce cinerea e in veglia d'amore l'incubo di una privata apocalisse è la carità minuta e febbrile della metafora, una visionarietà laica, fitta di trasalimenti narrativi e di cortocircuiti con il quotidiano.
11,36

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Acconsento