Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di Cesare Fiori

Il vetro nel mosaico. Dall'epoca romana al Rinascimento

Cesare Fiori, Michele Macchiarola

Libro

editore: IL PRATO

anno edizione: 2020

pagine: 272

Dalle origini, circa nell'VIII secolo a.C., e fino all'epoca romana il mosaico era un ornamento pavimentale che imitava dipinti e quindi considerato una tecnica al servizio di un'arte riconosciuta come superiore. Si usavano tessere lapidee o di materiale ceramico e raramente vetrose. L'avvento dei mosaici parietali e l'evoluzione verso un'arte musiva indipendente hanno avuto motiva- zioni sia di ordine estetico-filosofico che funzionale. Questa tecnica era particolarmente efficace per la rappresentazione di immagini sacre e a diffondere anche visivamente il messaggio evangelico e si è affermata in epoca cristiana e soprattutto bizantina; d'altra parte, è stata promossa anche dalla maggiore diponibilità di materiali e in particolare del vetro, prodotto in una varietà illimitata di colori e sfumature. Partendo da cenni sulla produzione generale di vetro dall'Epoca Romana al Medioevo e Rinascimento, viene percorsa l'evoluzione delle tipologie di vetro per mosaico attraverso studi condotti dagli autori di questo testo e di altri studiosi. Fondamentali sono le caratteristiche chimiche di questi materiali per classificarli e cercare di risalire alla loro tecnologia di produzione. I dati chimici raccolti sono stati ottenuti in un ampio periodo di tempo e con varie tecniche analitiche e spesso sono "parziali", riguardando solo costituenti principali ed elementi coloranti e opacizzanti, trascurando elementi minori o in tracce importanti per una completa caratterizzazione delle tessere studiate. Tuttavia, ciò non ha impedito di tracciare una "storia" di questa partico- lare produzione. Riguardo alla elaborazione dei dati chimici per definire tipologie ed effettuare confronti si è ritenuto sufficiente ricorrere a "semplici" diagrammi binari e ternari, data la varietà dei metodi di analisi impiegati e del numero di campioni a volte non adeguato a trattamenti statistici più complessi dei risultati analitici.
40,00

Tecnica e arte del mosaico antico

Cesare Fiori

Libro

editore: Edizioni del Girasole

anno edizione: 2018

pagine: 416

Per lungo tempo, nella esecuzione dei mosaici, relegati al rivestimento pavimentale mentre le pareti venivano dipinte ad affresco, si è cercato di imitare la pittura o di darne l'illusione ottica, stuccando gli interstizi di tessere vicine di un determinato colore con malte di analogo colore. L'evoluzione verso un'arte musiva parietale, che dimentica l'imitazione della pittura, è stata, molto probabilmente, promossa dalla maggiore disponibilità di materiali e in particolare dal vetro, prodotto in una varietà illimitata di colori e toni. Proprio questa disponibilità avrebbe potuto spingere ancora di più verso la ricerca di una perfetta pittura "eterna", sfruttando l'estrema gradualità delle sfumature dei colori, ma questi raffinati materiali davano al mosaico nuove proprietà di riflessione e rifrazione della luce, diverse da punto a punto e messe in rilievo dalla irregolarità della superficie. Per queste caratteristiche, proprio mentre si poteva raggiungere la perfetta imitazione della pittura, nasceva invece un'arte diversa, realmente nuova, che poteva superare in bellezza quella del dipinto murale.
25,00

Archeometria. Studio di materiali e tecnologie di manufatti antichi

Bruno Fabbri, Cesare Fiori

Libro: Copertina morbida

editore: ARACNE

anno edizione: 2017

pagine: 292

Il volume è indirizzato a studenti di corsi universitari in cui l'archeologia è materia fondamentale, ma anche, più in generale, a studenti di corsi di laurea in Conservazione dei Beni Culturali. Esiste in letteratura un numero sterminato di riferimenti bibliografici, sia riguardo metodologie che casi di studio, ed altri testi relativi a tecniche analitiche per l'archeometria e la conservazione dei beni culturali di livello più "rigoroso o difficile". L'opera mira ad un impatto più immediato o "facile" da parte di studenti di corsi con formazione prevalentemente, o quasi esclusivamente umanistica, al primo approccio con tale materia "tecnica". Nella prima parte, ad una descrizione necessaria, ma stringata, dei principi su cui si basano le tecniche analitiche, segue la presentazione delle applicazioni allo studio dei materiali antichi, in particolare di reperti archeologici. Nella seconda parte, invece, sono presentati casi di studio tratti da pubblicazioni di autori fra i quali compaiono, in forma esclusiva o come coautori, uno o entrambi gli autori di questo libro.
23,00

Il mosaico non spazzato

Cesare Fiori, Paola Perpignani

Libro: Copertina morbida

editore: Edizioni del Girasole

anno edizione: 2012

pagine: 144

L'asaroton e il mosaico "Ratto di Europa", rinvenuti in scavi negli anni '60 dell'800, sicuramente erano pertinenti ad ambienti vicini di una dimora di alto livello; la loro datazione va posta alla seconda metà del I sec. a.C., quando iniziò la fortuna di uno dei più prestigiosi quartieri abitativi di Aquileia. Si è cercato di recuperare tutti i dati disponibili riguardo la vita dei due mosaici esposti presso il Museo di Aquileia al fine di redigerne una "carta di identità" il più attendibile possibile. Viene descritto in dettaglio l'ultimo restauro dell'asaroton, ultimato nel 2005 a Ravenna dalla ditta P.R.P. Restauro e Mosaici d'Arte sotto la direzione della dott.ssa Franca Maselli Scotti per conto della Soprintendenza Archeologica di Aquileia. Soprintendenza Archeologica di Aquileia.
30,00

I materiali dei beni culturali. Caratteristiche, classificazione, degrado

Cesare Fiori

Libro: Copertina morbida

editore: ARACNE

anno edizione: 2006

pagine: 200

L'insegnamento di Chimica per i beni culturali, essendo nuovo quanto le Facoltà di Conservazione dei Beni Culturali, non ha contorni precisi. In questo testo, di supporto a detto insegnamento, si è scelto di descrivere le caratteristiche composizionali e strutturali dei materiali utilizzati per i manufatti di interesse storico-artistico, di riportarne le classificazioni, così come indicate nella letteratura recente, e di illustrare le cause e i meccanismi del loro degrado. Si tratta quindi di una serie di informazioni di base sui singoli materiali, raccolte da testi specifici, che devono essere acquisite dagli studenti prima di affrontare le problematiche di conservazione e trattamento dei materiali stessi; lezioni, perciò, propedeutiche alla Chimica del Restauro. L'autore ha cercato di trattare ogni argomento in modo semplice, limitando il più possibile l'uso di formule o di definizioni troppo "difficili", tipiche del linguaggio specialistico della scienza dei materiali. Questo per tenere conto della preparazione di base media che hanno gli studenti che si iscrivono alla Facoltà di Conservazione dei Beni Culturali e anche per una loro generale "resistenza" verso lo studio di materie marcatamente tecniche.
13,00

Micromosaico

Cesare Fiori, Chiara Bertaccini

Libro: Copertina morbida

editore: Edizioni del Girasole

anno edizione: 2009

pagine: 144

35,00

Teoria e tecniche per la conservazione del mosaico

Cesare Fiori, Mariangela Vandini

Libro

editore: IL PRATO

anno edizione: 2002

pagine: 160

Negli ultimi decenni è maturato sempre più un atteggiamento di rispetto per tutte le opere musive, data la loro importanza di documento storico, che ha condotto ad un miglioramento dei metodi di intervento conservativi su tali manufatti. Una conoscenza approfondita, non solo di tipo storico-artistico, ma anche della funzionalità, delle tecniche, dei materiali originali e dei materiali utilizzati in restauri storici, deve costituire la base per qualsiasi intervento sul mosaico. Nel corso di un restauro sono da preferire i consolidamenti in situ che, al contrario della tecnica di distacco, permettono il salvataggio dei segni grafici delle compagini musive, con tutte le informazioni che essi contengono. Inoltre, si evitano i traumi che i mosaici inevitabilmente subiscono nelle operazioni di distacco, a cui si deve ricorrere solo come ultima risorsa per salvare l'opera. Nei restauri più recenti è stata attuata una reale collaborazione fra competenze diverse, interessate tutte alla medesima problematica della conservazione. Inoltre, il rapido progredire del degrado da inquinamento atmosferico ha richiesto un intervento più massiccio di discipline scientifiche. Dalla chimica e dalla fisica sono arrivate spesso risposte adeguate a problemi per i quali non esistevano metodologie di intervento consolidate nell'esperienza dei restauratori. Ristampa integrale del libro editato nel 2002.
20,00

Mosaici a ciottoli

Cesare Fiori, P. Canestrini, Nikolaos Tolis

Libro: Copertina morbida

editore: Edizioni del Girasole

anno edizione: 2003

pagine: 160

20,00
15,00
15,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Acconsento