Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di Anna De Falco

Francesco Borromini, Virgilio Spada e la costruzione della Casa dei Filippini

Anna Di Falco

Libro: Libro in brossura

editore: Società Romana Storia Patria

anno edizione: 2015

pagine: 438

Il volume presenta il resoconto del lavoro di indagine, progetto e cantiere del restauro della fabbrica dell'Oratorio dei Filippini a Roma tra scoperte di spazi inesplorati e documenti inediti. La costruzione della Casa dei Filippini è la storia delle soluzioni geniali che Francesco Borromini adotta per risolvere gli infiniti compromessi con la committenza e i vincoli ereditati da un cantiere iniziato da altri. Il libro riflette sul ruolo della committenza e padre Virgilio Spada emerge come un promotore della nuova architettura e come convinto sostenitore dell'architetto ticinese. Sullo sfondo di una Roma attraversata dalla febbrile attività di revisione della propria facies le figure del padre Oratoriano, chiamato a prestare i propri servizi alla Santa Sede e di Francesco Borromini autore delle più importanti fabbriche barocche, emergono unite nella passione per l'architettura e nel rigore che, con ruoli diversi, li vede impegnati nella conduzione dei cantieri della Roma papale e avviano una nuova e straordinaria fase artistica.
55,00

1 caffè a Parigi

Anna Falco

Libro: Libro in brossura

editore: Pubblicalibri.it

anno edizione: 2013

Anna, la più piccola di undici fratelli, burlona e sognatrice, afflitta dalla noia e amareggiata per le cronache che affliggono la sua città, decide che è arrivato il momento di cambiare aria. Organizza, pertanto, un viaggio last minute a Parigi con otto tra i suoi più cari amici, sconosciuti tra di loro. Un viaggio alla scoperta di una Parigi dall'aria incantata e ricoperta da un manto di stelle natalizie che trascina Anna in dimensioni parallele, facendole vivere avventure fantastiche, tra le risate e le gaffe di una combriccola di partenopei alla conquista di una capitale da scoprire e alla ricerca di nuove esperienze da custodire nel bagaglio della vita.
12,00

6 un uomo da dimenticare

Anna Falco

Libro: Copertina morbida

editore: BOOKSPRINT

anno edizione: 2011

pagine: 128

15,20

Abitare la Weissenhoffsiedlung di Stoccarda 1927-2017. Approfondimenti e interpretazioni

Carlo Severati, Diana Giaisa Rinaldi, Carla Scura, Giovanna Spadafora, Mariia Zolotova, Adolfo F.l. Baratta, Rose Bröckel, Michela Ceracchi, Federica Dal Falco, Milena Farina, Anna Koryakina, Giovanni Longobardi, Sabrina Lucibello, Antonio Magaro'

Libro: Copertina morbida

editore: WriteUp Site

anno edizione: 2019

pagine: 176

Il volume è frutto del lavoro che ha visto insieme il Goethe Institut di Roma, l'Università degli Studi Roma Tre e la "Sapienza" Università di Roma, alla realizzazione della una mostra omonima, organizzata presso lo stesso Goethe nel maggio-giugno 2018. Architettura, desgin, insieme a tessuti, tappeti, mobili, carte da parati, suppellettili, che dal piccolo quartiere progettato da van der Rohe non smettono di stupire ancora oggi per chiarezza del tratto, funzionalità d'insieme, e profonda armonia delle forme e dei colori.
32,00

Il fascino e la funzione. Il ponte della Maddalena detto «del diavolo»

Natale Gucci, Anna De Falco

Libro: Copertina morbida

editore: PACINI FAZZI

anno edizione: 2010

pagine: 144

Fra le costruzioni del medioevo apparentemente così ardite che "solo il diavolo può sostenerle", il Ponte della Maddalena a Borgo a Mozzano in quel di Lucca è forse la più notevole. È una fra le tante opere che l'uomo ha realizzato per soddisfare le sue necessità di spostamento e di trasporto con l'intento di ridurre la fatica del viaggiare e utilizzando le conoscenze via via acquisite nell'arte del costruire. Quest'opera ha però una sua singolarità che le conferisce un fascino intrinseco che il tempo ha accentuato lasciando i suoi segni senza deturpare le forme. La singolarità è dovuta alla particolare orografia del letto del fiume Serchio e, probabilmente, anche alla navigabilità, che hanno condizionato gli appoggi e quindi il ritmo e la luce delle arcate fino a raggiungere, con "diabolica" arditezza, il limite possibile al tempo. Le opportunità di appoggio sull'alveo, la navigabilità e la resistenza alle piene hanno quindi guidato l'uso degli archi di pietra verso un ponte la cui forma è del tutto inconsueta, ma perfettamente armonizzata con il paesaggio, tanto da conferirgli quella particolare attrattiva che è sempre andata al di là della semplice seduzione dell'antico.
20,00
10,00
22,50

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.