Il tuo browser non supporta JavaScript!

Università La Sapienza

For this I lived. My life at Auschwitz-Birkenau and other exiles

Sami Modiano

Libro: Copertina morbida

editore: Università La Sapienza

anno edizione: 2022

pagine: 160

Sami Modiano è rimasto in silenzio, senza raccontare la sua vita, la sua esperienza, il suo lungo viaggio attraverso il Novecento. Come poter dare voce a un dolore così profondo? La perdita di un'intera famiglia, la cancellazione della comunità ebraica di Rodi dalla faccia della terra? Con l'applicazione delle leggi razziali viene improvvisamente considerato un diverso, si sveglia da bambino come tanti e va a dormire come un ebreo. Da qual momento nulla sarà più come prima. Finisce ad Auschwitz Birkenau dove perde tutti i suoi affetti più cari. Rimane solo al mondo ma non conosce i linguaggi dell'odio e della violenza: riesce a sopravvivere per costruirsi una nuova vita accompagnato da sua moglie Selma. Una coppia straordinaria tenuta insieme dall'amore per vita. Diversi decenni dopo la voce di Sami è diventata una testimonianza preziosa, unica, a partire da una domanda che l'autore si è tenuta dentro per lungo tempo e attraversa le pagine del volume: «Perché sono tornato vivo? Perché proprio io?». Questo libro che è uscito in italiano dal 2013 in varie edizioni e ristampe, oggi finalmente in inglese consegna la lettura di una straordinaria testimonianza a un vasto pubblico internazionale. Una storia di dolore e distruzione, ma anche un segno di speranza per chi è riuscito a raccontare e a far diventare la parola un seme di pace e di solidarietà, un percorso di conoscenza e cultura.
15,00

«Scrivere le cose d'Italia». Storici e storie d'Italia tra umanesimo e controriforma

Elena Valeri

Libro: Copertina morbida

editore: Università La Sapienza

anno edizione: 2021

pagine: 238

Questo libro si occupa di storie d'Italia scritte nel Cinquecento. Analizza le caratteristiche e i mutamenti del modo di rappresentare la penisola e i suoi abitanti nel passaggio dalla storiografia civile della tradizione umanistica a quella ecclesiastica della controriforma. Durante l'inquieta stagione, aperta dalla profonda crisi politica, militare e sociale che lacerò i principali Stati italiani dopo la discesa di Carlo VIII nel 1494, si diffuse una vasta produzione di opere storiche di taglio contemporaneistico, in gran parte pubblicate postume, che avevano come oggetto la storia e la geografia della penisola. Accanto a figure molto celebri come Niccolò Machiavelli e Francesco Guicciardini, il volume indaga e valorizza storici meno noti e storie, talvolta ancora inedite, che tracciarono già allora alcune linee interpretative di lunga durata della storia italiana e cercarono di reagire, sul piano culturale, alla crisi in atto. A metà del Cinquecento, il nuovo equilibrio geopolitico affermatosi nella penisola, in gran parte assoggettata alla Monarchia di Spagna, e l'inasprirsi dello scontro confessionale con i protestanti favorirono l'affermarsi sul piano storiografico [...]
18,00

La geomorfologia di Palermo

Libro: Copertina morbida

editore: Università La Sapienza

anno edizione: 2021

Quando i Fenici, bordeggiando le coste della Sicilia, giunsero nel Golfo di Palermo, quello che più di tutto attrasse la loro attenzione fu la presenza di un'insenatura, che si addentrava dalla linea di costa per diverse centinaia di metri, al cui interno sfociavano due torrenti le cui valli avevano isolato una piccola collina sub pianeggiante che, come una penisola, si allungava al centro dell'insenatura. Si trattava di un luogo ideale per realizzare un porto sicuro e impiantarvi una città. La città, infatti, fu fondata intorno all'VIII sec. a. C. e sin dal nome (Panormo, cioè tutto porto) apparve chiaro il suo stretto rapporto con l'acqua. Palermo, nei secoli scorsi, fu una città ricca d'acque, che scorrevano nei suoi fiumi e che sgorgavano dalle numerose sorgenti distribuite nell'agro palermitano o erano attinte, mediante pozzi, dalla ricca falda freatica che si sviluppava nella Piana; l'acqua è stata una costante della storia e dello sviluppo della città, condizionandone l'assetto urbano, ma rappresentando anche un potente elemento di sviluppo economico e sociale. Nella sua lunga storia Palermo è stata punto di incontro (e di scontro) tra popoli e civiltà diverse, [...]
27,00

Rapporto sullo stato sociale 2022. La crisi da Covid-19 e il welfare

Libro: Copertina morbida

editore: Università La Sapienza

anno edizione: 2022

pagine: 470

Giunto alla sua quattordicesima edizione, il Rapporto - redatto nel Dipartimento di Economia e Diritto, con il contributo anche di studiosi ed esperti esterni costituisce un appuntamento stabile di dibattito proposto dalla Sapienza Università di Roma sulle problematiche strutturali e congiunturali del welfare state collegate al più complessivo contesto economico-sociale. Le tematiche specifiche analizzate quest'anno riguardano i mutamenti economico sociali indotti dal Covid-19, la sua valenza storica che travalica gli aspetti sanitari, i suoi "effetti collaterali" sulle teorie e sulle politiche economiche prevalenti nei passati decenni che prefigurano nuovi equilibri nei rapporti stato-mercato, un più accentuato ruolo dei sistemi di welfare e una maggiore spinta alla costruzione europea. Il Rapporto approfondisce specificamente le problematiche post pandemiche dello stato sociale in Europa e in Italia e delle connesse politiche economico-sociali. Analizza: le dinamiche demografiche e migratorie; le politiche del lavoro e della sua nuova organizzazione connesse alla possibilità di svolgerlo in presenza e/o in remoto; la "questione salariale" come fattore non solo di squilibri.
20,00

La metamorfosi dei sensi. Donne, desiderio, emozioni nella lirica dei trovatori

Valentina Atturo

Libro: Copertina morbida

editore: Università La Sapienza

anno edizione: 2022

La rappresentazione del corpo femminile in rapporto al desiderio sensoriale e alle emozioni è un aspetto centrale della lirica cortese. Più volte sono state fornite analisi sull'importanza del ruolo svolto da singole eroine del canone letterario, sulla valenza del corpo nella lirica medievale e sui singoli sensi. Non si è però affrontata con sistematicità diacronica, nella lirica dei trovatori, la questione della donna riguardo alla funzione e alla metamorfosi di tutti e cinque i sensi considerati nel loro insieme, anche a proposito dell'esegesi patristica, del vocabolario mediolatino di riferimento e delle sue rifrazioni sul lessico della fisiologia emozionale romanza. Questo volume tenta di restituire un'analisi storico-semantica puntuale di come la relazione tra la donna e i sensi si trasforma nella lirica cortese, soprattutto riguardo alla manifestazione del desiderio e delle emozioni. La metamorfosi dei sensi muliebri consente di tracciare un percorso diacronico che, a partire da Guglielmo IX, approda alla trasformazione del corpo femminile nel suo solo e "ossessivo" pensiero. Maschile, s'intende.
25,00

I pretoriani di Roma nei primi due secoli dell'impero. Nuove proposte e vecchi problemi ottanta anni dopo Durry e Passerini

Giorgio Crimi

Libro: Copertina morbida

editore: Università La Sapienza

anno edizione: 2022

Il libro si rivolge a quanti vogliano scoprire o conoscere meglio la lunga e appassionante storia delle coorti pretorie, attraverso la "voce" dei suoi protagonisti: ufficiali, sottufficiali, graduati e soldati semplici. La ricerca, mediante un costante riferimento alle fonti documentarie, spesso integrate o corrette, giunge a una migliore definizione e impostazione delle problematiche storiche riguardanti il corpo militare più noto della Roma imperiale. Evidenziando i momenti di continuità e rottura, illustra, inoltre, alcuni temi al centro del dibattito scientifico: il numero delle coorti e gli effettivi di ciascuna di esse, l'età dell'arruolamento e la durata del servizio, la patria di origine, l'estrazione sociale dei pretoriani e i loro rapporti sociali. Vengono indagati a fondo anche i castra praetoria, cuore pulsante della loro vita, senza tralasciare la dimensione religiosa dei pretoriani. Questo e molto altro emerge dalla lettura del libro dedicato al corpo di truppa che godette talora di una pessima reputazione e con la sua condotta spesso condizionò la vita della città di Roma e dell'Impero nei primi tre secoli della nostra era [...]
25,00

La diseguaglianza nei contratti. Esperienze straniere e diritto comparato

Libro: Copertina morbida

editore: Università La Sapienza

anno edizione: 2022

pagine: 168

Il volume nasce da un progetto di ricerca sulla diseguaglianza nel diritto contrattuale europeo in considerazione dell'attuale tendenza a una moltiplicazione delle regole e dei ruoli per garantire la giustizia nei rapporti privati. La complessità concreta dei fatti richiede una pluralità di diritti dei contratti, che poggiano sulla volontà individuale o necessitano dell'intervento dello Stato: un diritto più «liberale» nei contratti fra parti di forza equivalente e un diritto più «sociale» che valorizzi le identità e le diversità fra le parti del rapporto, specie nei contratti dei consumatori e nei contratti fra imprese. Gli Autori ripercorrono in una prospettiva comparata le più recenti riforme e i progetti di riforma del diritto dei contratti e della protezione delle parti deboli in diversi settori delle esperienze tedesca, francese, inglese e italiana, richiamando l'attenzione sul percorso storico e sugli aspetti economici, sociali e culturali delle diverse scelte [...]
20,00

Talamanca e Serrao. Una stagione della romanistica

Libro: Copertina morbida

editore: Università La Sapienza

anno edizione: 2022

pagine: 196

Feliciano Serrao (Filadelfia, Vibo Valentia, 24 aprile 1922 - Roma, 27 giugno 2009). Dopo aver ottenuto la libera docenza nel 1954, ha insegnato Storia del diritto romano, Diritto romano, Diritto del lavoro e Istituzioni di diritto romano presso le università di Macerata dal 1956, di Pisa dal 1964 e di Roma dal 1974. Collocato fuori ruolo nel 1992, ha tenuto i corsi di Istituzioni di diritto romano e Storia del diritto romano presso la Libera Università Mediterranea di Bari e di Processo privato presso il Corso di perfezionamento in diritto romano della Sapienza Università di Roma [...] Mario Talamanca (Roma, 24 febbraio 1928 - Roma, 11 giugno 2009). Dopo aver ottenuto la libera docenza nel 1956, ha insegnato Istituzioni di diritto romano, Diritto romano, Diritto pubblico romano, Esegesi delle fonti del diritto romano e Storia del diritto romano presso le università di Cagliari dal 1958, di Siena dal 1965 e di Roma dal 1973. Collocato fuori ruolo nel 2000, ha tenuto i corsi di Istituzioni di diritto romano presso la Libera Università Internazionale degli Studi Sociali di Roma e di Obbligazioni presso il Corso di perfezionamento in diritto romano della Sapienza Università di Roma [...]
20,00

Architetture per il restauro: l'anastilosi

Libro: Copertina morbida

editore: Università La Sapienza

anno edizione: 2021

pagine: 230

Il volume propone una riflessione sull'anastilosi nella sua più ampia accezione e come tema specifico di restauro. L'argomento è affrontato dal punto di vista concettuale e terminologico, partendo dalle definizioni di anastilosi "diretta" e "indiretta", fino alle declinazioni della "ricostruzione" e alle nuove possibilità offerte dall'"anastilosi virtuale". Non si tralasciano inoltre considerazioni sul significato di "frammento" e di "rudere" nell'ambito della tutela del patrimonio storico e artistico. I saggi si articolano fra storia, teoria e prassi, rimandi all'attualità e a prospettive future, aspetti tecnico-diagnostici ed efficaci esemplificazioni, nel comune interesse per il trattamento dei resti di un antico edificio per garantirne la conservazione, la "reintegrazione dell'immagine", un ruolo nel contesto in cui sono stati prodotti o una ricollocazione museale. Ne deriva un significativo quadro d'insieme sull'anastilosi come pratica di restauro, soprattutto in campo archeologico, anche depositaria di valori museografici diversamente declinabili.
45,00

La metropoli continua. Storia e vita sociale del quadrante Sud di Roma

Libro: Copertina morbida

editore: Università La Sapienza

anno edizione: 2021

pagine: 522

La ricerca analizza la vita sociale del quadrante Sud di Roma alla luce della storia e delle memorie dei suoi territori. La grande trasformazione urbana degli ultimi decenni ha inciso sull'eterogeneità dei mondi sociali della città con l'aumento della mobilità e dell'insicurezza individuale e collettiva, con la rarefazione dei luoghi di relazione. La tradizionale contrapposizione tra città compatta e città diffusa, segnata dal GRA, tende a non essere più esaustiva delle dinamiche urbane: in gran parte dei quartieri popolari della periferia storica, negli ex insediamenti abusivi e nei quartieri di edilizia pubblica situati in prossimità del GRA, emerge la consistenza di realtà urbane in cui la vita sociale e le tradizioni comunitarie sono sopravvissute al mutamento. Questi territori riflettono l'immagine di un laboratorio culturale, con una intensa vita associativa e l'insediamento di migliaia di stranieri: in tal senso, la storia dei quartieri popolari di Roma, in particolare del quadrante Sud, può essere assunta come chiave di lettura di una dinamica progressiva delle relazioni sociali sulla base della condivisione di una quotidianità spesso intessuta di criticità. La città mostra qui una sorprendente intensità della vita sociale che tende a contraddire la tesi della "fine della città" alla luce dell'affermarsi di un "urbano diffuso", individualizzato, che fluirebbe indistinto nelle aree suburbane.
40,00

I Romani nelle Alpi. Storia, epigrafia e archeologia di una presenza

Libro: Copertina morbida

editore: Università La Sapienza

anno edizione: 2021

Il volume raccoglie i contributi presentati al Colloquio internazionale "Les Romains dans les Alpes", organizzato all'Università di Losanna dal 13 al 15 maggio 2019. Tema della prima sessione, orientata sulla "Grande Histoire", è stata la presenza romana nelle Alpi, la "conquista" della catena alpina da parte dei Romani fra il III e il I secolo a.C. e la successiva assimilazione di queste regioni nel mondo romano. Le scoperte archeologiche di questi ultimi decenni hanno infatti fornito nuove informazioni sulle Alpi prima delle campagne militari di Augusto, con le quali viene comunemente identificata la sottomissione delle popolazioni indigene al potere romano. L'epigrafia è stata invece la protagonista della seconda sessione, nella quale gli studiosi hanno presentato nuove scoperte e nuovi approcci nell'ambito dell'epigrafia alpina, dell'onomastica antica e dello studio delle culture epigrafiche. Le ricerche attuali hanno messo bene in evidenza i contatti culturali e linguistici tra le popolazioni alpine e i Romani, richiamati dai relatori partendo da approcci diversi.
35,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.