Il tuo browser non supporta JavaScript!

STAMPA ALTERNATIVA

Jeanne e Modì. Artisti a Parigi. A 100 anni dalla scomparsa

Libro: Copertina morbida

editore: STAMPA ALTERNATIVA

anno edizione: 2020

pagine: 112

I ritratti, le vite appassionate e l'intensa attività artistica di Jeanne Hébuterne e Amedeo Modigliani - attivi a Montparnasse tra Prima guerra mondiale e primo dopoguerra - attraverso le parole di testimoni del tempo: scritti di Margherita Sarfatti, Ardengo Soffici, Jean Cocteau, Gino Severini, Blaise Cendrars, Francis Carco, E. Brummer, Ortiz de Zarate, Chantal Quenneville, Léopold Zborowski, e la corrispondenza di Amedeo Modigliani.
16,00

Il jazz dentro. Storia e cultura nel fumetto a ritmo di jazz

Flavio Massarutto

Libro: Copertina morbida

editore: STAMPA ALTERNATIVA

anno edizione: 2020

pagine: 180

Il jazz è stato ed è più di una semplice ambito della vita culturale e sociale che non abbia attraversato, condizionato e trasformato. Non a caso il Novecento è stato definito "il secolo del jazz". Ma lo stesso si può dire del fumetto. Questo libro analizza come i fumetti abbiano raccontato l'impatto del jazz sulla società americana ed europea, e lo fa attraverso una serie di capitoli dove le questioni dell'identità nazionale, razziale, di genere e di orientamento sessuale rivelano paure e desideri inconfessati, stereotipi ancora oggi presenti, istanze di liberazione sociale ed esistenziale. Particolare attenzione è poi rivolta all'immagine del musicista di jazz e alla complessità e contraddittorietà della sua rappresentazione. I cinque capitoli, organizzati per aree tematiche, sono accompagnati da un ricco corredo iconografico di pubblicazioni spesso rare e introvabili e da una storia completa disegnata da Davide Pascutti.
20,00

Uno splendido caos. Racconti dalla musica alle parole

Piero Brega

Libro: Copertina morbida

editore: STAMPA ALTERNATIVA

anno edizione: 2020

pagine: 120

"Venti racconti che ripercorrono momenti di cerniera nella vita di un paroliere narrati da lui stesso. Non ho cercato il perché prima d'ora, l'ho scritti per passatempo. Ma deve pur esserci un legame nascosto che li tiene insieme, un legame del tutto nuovo. Né versi né musica, tuttavia non sono molto dissimili dal fare canzoni, sempre pensare, perdere tempo, lasciarsi andare, illuminarsi e ricordare e immaginare e ritornare avanti e indietro. Ecco, s'è fatto il sentiero. Scrivere una canzone è come scrivere una storia dove la musica aggiunge ciò che la sintesi non può dire, la luce di un lampione nella nebbia, un treno che passa. Cose che in un racconto si possono dire. La differenza con la canzone sta nell'avventurarsi nel silenzio. La mia vita ha lo stesso andamento di quella di chiunque altro, ci sono periodi di continuità e momenti di cambiamento, più o meno importanti, come stecche e cerniere. Ma a volte ci sono discontinuità non così facili da individuare quando si preannunciano. Esperienze che non sentiamo arrivare. A volte non sappiamo vederle neanche quando tutto è già successo. Credo che i brevi racconti del libro abbiano proprio questo in comune, essere annunci o conseguenze di un cambiamento"
13,00

Lotte di note. La contestazione tra musica e parole: 1968-1977

Maria Rossi

Libro: Copertina morbida

editore: STAMPA ALTERNATIVA

anno edizione: 2020

pagine: 304

Quali canzoni e generi prediligono i giovani contestatori degli anni 1968- 1977? Soltanto i canti e gli inni politici e sociali? Perché si chiedono se il rock sia rivoluzionario? Se sia "musica del popolo" oppure no? Preferiscono il progressive o l'hard rock? Apprezzano il jazz? E i cantautori? Quali motivazioni sottendono le loro scelte musicali? Il libro cerca di rispondere a queste domande attraverso la ricostruzione del dibattito sui vari generi musicali che si sviluppa negli anni Settanta sui periodici vicini alla nuova sinistra e tra i giovani partecipanti al movimento e, soprattutto, attraverso l'analisi testuale e sonora delle principali canzoni da essi apprezzate: da Contessa di Paolo Pietrangeli alle ballate di Ivan Della Mea e dell'operaio Alfredo Bandelli, dagli inni delle formazioni politiche extraparlamentari alle liriche di De André, dalla musica dei Rolling Stones e dei Beatles al rock di Jimi Hendrix e dei Led Zeppelin, dal progressive degli Area al jazz. Il libro si conclude con l'interpretazione dei più significativi testi dei due cantori del movimento del Settantasette: Gianfranco Manfredi e il compianto Claudio Lolli.
20,00

Il libro verde dell'IRA. Guerriglia, resistenza, addestramento

Libro: Copertina morbida

editore: STAMPA ALTERNATIVA

anno edizione: 2020

pagine: 131

Il "Green Book" (Libro Verde) è il manuale di reclutamento e addestramento adoperato dall'IRA, l'Esercito Repubblicano Irlandese. Pubblicato in segreto e in forma anonima, ha costituito per diversi decenni un punto di riferimento obbligatorio della lotta armata dell'IRA e ha contribuito alla formazione di centinaia di persone impegnate in uno dei conflitti più aspri e sanguinosi del XX secolo. Mai tradotto prima in italiano, il Libro Verde non è semplicemente un libro, ma una parte fondamentale dell'addestramento del volontario repubblicano.
13,00

Kraftwerk. Il suono dell'uomo-macchina. Una forma ben organizzata d'anarchia

Gabriele Lunati

Libro: Copertina morbida

editore: STAMPA ALTERNATIVA

anno edizione: 2020

pagine: 190

Chi erano, o meglio, chi sono i Kraftwerk e cosa hanno rappresentato per la storia della musica? La risposta è semplice: quattro umanoidi la cui visione delle cose rivoluzionò il pop. Non musicisti, o meglio anti-rockstar per eccellenza, alla figura stereotipata e invadente del divo da copertina hanno sempre opposto l'idea del musicista come tecnico nella fabbrica del suono. Hanno gettato le basi della musica elettronica (persino i deejay neri devono molto a loro) e raccontato in forma canzone il rapporto d'amore/odio per le macchine, la tecnologia, i computer. Su autostrade o in centrali elettriche, su treni transeuropei o in corse ciclistiche... Siamo tutti robots. Per citare una delle più celebri riviste musicali (Q magazine), "senza di loro non ci sarebbero stati l'hip-hop, la house, la musica ambient, l'electro e persino Michael Jackson". Questo libro è la prima biografia italiana a coprire tutto l'arco della carriera della band tedesca, dagli esordi sotto il nome Organisation al loro glorioso tour mondiale del 2004. Ad arricchire il testo, appendici con l'elenco puntuale di tutti i concerti e la titanica ricostruzione di tutte le uscite discografiche dei Kraftwerk, edizione per edizione, paese per paese.
14,00

Beat generation. Passaggio in Italia

Enzo Eric Toccaceli

Libro: Copertina morbida

editore: STAMPA ALTERNATIVA

anno edizione: 2019

pagine: 120

Questo libro segue tre dei più importanti esponenti della Beat Generation nei loro viaggi in Italia. Allen Ginsberg, Gregory Corso e Lawrence Ferlinghetti (l'unico, dei tre, ancora in vita, ha compiuto 100 anni nel 2019) vennero nel nostro paese diverse volte per incontri, performance, presentazioni, fedeli al proprio ruolo di poeti e scrittori "totali"; parlavano di poesia, ribellione e libertà sperando in un futuro migliore. Amico di tutti e tre, Toccaceli li ha fotografati, seguendoli nelle loro peregrinazioni fra Roma e Firenze, Milano e Venezia, Verona, Conegliano, Pescara, Brescia, Reggio Calabria: dal 1979, quando li incontrò all'ormai storico Festival Internazionale dei Poeti sulla spiaggia di Castelporziano, fino al primo decennio del 2010. Nelle immagini compare spesso anche Fernanda Pivano: amica e traduttrice dei tre autori, fu lei la prima a parlare in Italia della Beat Generation, facendo conoscere al grande pubblico il movimento giovanile statunitense nato negli anni '50 del secolo scorso con la sua storia fatta di cultura non convenzionale, innovazione, sperimentazione e grandi espressioni in campo artistico, poetico e letterario.
16,00

La leggenda di Jesse James

Gianluca Barbera

Libro: Copertina morbida

editore: STAMPA ALTERNATIVA

anno edizione: 2019

pagine: 173

In un crescendo di colpi di scena, "La leggenda di Jesse James" racconta la parabola del più famoso fuorilegge americano di tutti i tempi, a capo di una banda che per oltre un decennio dettò legge nel Missouri, all'indomani della guerra di Secessione. Al culmine di una lotta senza quartiere con l'agenzia investigativa Pinkerton, incaricata di dare loro la caccia, i due fratelli James e i quattro Younger bruceranno il loro sogno di giovinezza e di libertà tra omicidi, rapine e assalti alla diligenza, andando incontro a destini tanto diversi quanto ineluttabili.
14,00

Francesco De Gregori. Il sovversivo della forma da «Alice» a «Bufalo Bill»

Mario Bonanno

Libro: Copertina morbida

editore: STAMPA ALTERNATIVA

anno edizione: 2019

pagine: 94

"Il sovversivo della forma" non è un libro su Francesco De Gregori. È piuttosto un testo divagante intorno all'idea del sovvertimento semantico che il cantautore ha impresso alla canzone. De Gregori è stato il primo rivoluzionario del verso cantato della storia. Lo è stato sin dall'inizio - sin dal primo apparire spiazzante di 'Alice' -, e ha continuato a esserlo nelle canzoni e nei dischi a seguire. Il suo tratto poetico, i suoi topo!, luoghi e schemi narrativi, stanno tutti nei suoi primi quattro album. Nella quadrilogia ermetico-evocativa pubblicata in successione: dal 1973 al 1976, da 'Alice non lo sa' a 'Bufalo Bill'. Passando per 'Francesco De Gregori' e 'Rimmel'. Quello di Francesco De Gregori è un verseggiare da equilibrista, un destreggiarsi continuo tra musica e parole, con strofe quasi mai didascaliche o monodirezionali. Le sue canzoni non blandiscono, non pontificano, non moraleggiano, limitandosi alle libere associazioni, al suggerito. In una lingua che arrischia i voli pindarici e le cadute - le pagine chiare e le pagine scure di 'Rimmel' - mischiando il parlato con il colto, il rimando politico e quello personale, in un intreccio suggestionante, che fa del cantautore un apripista musical-letterario. Un caposcuola sovversivo. O forse soltanto - nomen omen - Francesco De Gregori.
14,00

Malicidio veneziano

Alvaro Torchio

Libro: Copertina morbida

editore: STAMPA ALTERNATIVA

anno edizione: 2019

pagine: 237

Venezia, 1734. In una città ormai in declino, ma dove risplendono ancora i bagliori della pittura di Canaletto e della musica di Vivaldi, il magistrato inquirente Alvise Corner deve risolvere il caso giudiziario più difficile di tutta la sua carriera: uno spietato omicida si muove indisturbato tra le calli e i campielli dei sestieri e le isole della laguna per eseguire con fredda determinazione delitti apparentemente incomprensibili. Nel corso delle indagini, Corner interroga individui di ogni ambiente sociale: cortigiane, assassini pentiti, monaci gaudenti e nobili decaduti. Lui, inguaribile libertino e acceso anticlericale, è costretto dalle circostanze a chiedere persino la collaborazione di un frate francescano trentino, il colto e arguto Benedetto Bonelli.
15,00

Guida al peperoncino. Istruzioni pratiche per la coltivazione amatoriale

Paolo Francesco Pruonto

Libro: Copertina morbida

editore: STAMPA ALTERNATIVA

anno edizione: 2019

pagine: 96

La pratica, sempre più diffusa, di coltivare orticole in spazi domestici urbani (balconi, terrazzi, davanzali delle finestre) si unisce al crescente interesse, soprattutto tra i giovani, per la pianta del peperoncino. Corredata da immagini, la guida contiene tutte le informazioni e le istruzioni pratiche per dedicarsi con successo a questo hobby.
13,00

Ferlinghetti 100. Viaggio in Italia

Libro: Copertina morbida

editore: STAMPA ALTERNATIVA

anno edizione: 2019

pagine: 138

Lawrence Ferlinghetti ha compiuto cent'anni il 24 marzo 2019. Il suo è stato un secolo di lotta e di speranza, di colori e di parole, di musica e buona vita. Ma anche, e soprattutto, di editore di battaglia, anarchico sognatore e concreto organizzatore, a partire dalla sua City Lights di San Francisco, faro per tutte le librerie libertarie a seguire, e casa editrice che per prima ebbe il coraggio di pubblicare l'Urlo di Allen Ginsberg. Amico di tutti i beat, è stato a Roma al Primo festival dei poeti di Castelporziano nell'estate del 1979. Ferlinghetti è spesso venuto in Italia, circondato dall'affetto di amici ed estimatori, anche alla ricerca delle sue radici. Eric Toccaceli, che ha avuto modo di fotografarlo in più occasioni, scrive in proposito: "Il fulcro di questo lavoro sono gli scatti effettuati nel corso di incontri, performance, presentazioni, mostre, in cui Ferlinghetti, fedele al proprio ruolo di poeta, scrittore e artista totale, è anche agitatore culturale amato da più generazioni. L'ho seguito nelle sue peregrinazioni tra le capitali dell'arte italiana: Firenze, Roma, Verona, dalla Liguria del Golfo dei Poeti alla Lombardia e all'Emilia, dal Piemonte alla Toscana, dall'Adriatico al Tirreno, dalla Sardegna alla Calabria. Fino al suo ultimo viaggio in Italia del 2010".
18,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.