Il tuo browser non supporta JavaScript!

Robin

Il grande equivoco

Fabio Bergamaschi

Libro

editore: Robin

anno edizione: 2019

pagine: 288

Il caso di Massimo Caliari ha a che fare con l'omicidio di un commercialista, le cui raccapriccianti modalità sembrano indicare l'opera di uno psicopatico. Successivamente la città viene scossa da altri due efferati delitti, a breve distanza uno dall'altro, che convincono gli inquirenti della presenza di un serial killer. Ancora una volta Massimo rappresenta la voce fuori dal coro: le sue indagini fanno emergere tradimenti e famiglie sfasciate, odio e sete di vendetta, che coinvolgono una fitta rete di relazioni e persone. Una situazione intricata della quale dovrà trovare al più presto il bandolo della matassa prima che un altro delitto possa essere commesso.
15,00

Vado solo a fare due passi

Eugenio Leucci

Libro

editore: Robin

anno edizione: 2019

pagine: 176

Cosa ha a che fare la Via degli Dei con Sibilla Aleramo, Diogene di Sinope, Lorenzino de' Medici, don Andrea Gallo, il famigerato feldmaresciallo Kesselring e Ugo il Grande di Toscana? Apparentemente nulla. Eppure è con loro che il lettore percorrerà centoventi chilometri fra Emilia e Toscana. Seguendo la Via degli Dei, un apprendista camminatore ci conduce attraverso boschi, antiche pievi e paesini di montagna, riscoprendo storie e leggende dimenticate. Alle prese con il suo primo viaggio a piedi, il protagonista si confronta anche con i suoi amori, le sue passioni e i suoi demoni, che assumono la forma di visioni fantasmagoriche e incontri inaspettati. Perché, come dice un misterioso personaggio all'inizio del libro, "non si è mai del tutto soli quando si cammina con se stessi". E da uno zaino da quaranta litri può uscire di tutto: anche una mamma ansiosa e un filosofo cinico. A metà tra il romanzo di viaggio e la satira di costume, questo libro è una passeggiata sentimentale nel cuore dell'Appennino. Una guida semiseria a uno dei percorsi pedestri più belli d'Italia.
12,00

O forse no

Maria Valentina Luccioli

Libro: Copertina morbida

editore: Robin

anno edizione: 2019

pagine: 403

Questa è una storia che percorre un secolo. Una storia di donne coraggiose di ieri e di oggi: Maria, di origini modeste, ma con una grande passione per la lettura, che affronta la prematura morte della sua figlia prediletta, le due guerre mondiali, le persecuzione degli ebrei, le vicissitudini familiari; e Viviana, madre single, con un lavoro che le piace, una famiglia d'origine un po' strampalata e un'amica scellerata e adorabile, Silvia, con la quale si scontra e si confronta di continuo. Il filo che lega le due donne è la sensibilità che hanno entrambe nel sentire gli eventi con anticipo. Un dono, quello di seguire la voce segreta delle proprie emozioni, che Viviana ha ereditato - forse senza averne coscienza - dalla sua bisnonna Maria. La quotidianità è interrotta dai soliti alti e bassi fino a che Viviana fa una scoperta che le cambierà la vita, facendole capire che ci vuole coraggio per vivere, così come ce ne vuole per sopravvivere.
17,00

Le tue valigie sono dalla vicina

Flavio Bisson

Libro: Copertina morbida

editore: Robin

anno edizione: 2019

pagine: 296

Giorgio Cavasin è un Tenente Colonnello della Guardia di Finanza, di stanza a Belluno. Potrebbe avere una vita tranquilla se non fosse che cova una passione segreta: la moto Guzzi V7. Passione fieramente avversa alla moglie che gli impedisce di acquistarla. Cavasin, attraverso mille sotterfugi, riuscirà nel suo intento ma appena in sella alla moto verrà coinvolto in uno spaventoso incidente che lo lascerà illeso, bensì metterà a dura prova il suo matrimonio. Da quello stesso incidente partirà poi un'indagine che coinvolgerà gli strati più alti e insospettabili della società bellunese, rivelando che il malaffare è riuscito a inquinare anche la presunta innocenza di una città così tranquilla.
16,00

La falce

Edoardo Calandra

Libro: Copertina morbida

editore: Robin

anno edizione: 2019

pagine: 190

Edoardo Calandra, nato a Torino l'11 settembre 1852, prima di scoprire la sua vocazione narrativa fu pittore e fece lunghi soggiorni di studio in Francia e in Germania. Successivamente volle dedicarsi soprattutto all'attività di narratore e, per un certo periodo e senza grande fortuna, anche di autore teatrale. Condusse vita, come ha scritto G. Contini, di «gran signore discretissimo», fra Torino e la casa di campagna di Murello. Morì a Torino il 28 ottobre 1911. Autore di romanzi e racconti che si situano tra i capolavori della narrativa italiana dell'ultimo Ottocento e del primo Novecento ("Vecchio Piemonte", "La bufera", "A guerra aperta", "Juliette"), Calandra ha avuto pochi, ma appassionati e convinti ammiratori sia fra i critici (Benedetto Croce in primo luogo e poi, per citarne solo alcuni, Pancrazi, Getto, Cajumi) sia fra gli scrittori, da Verga e De Roberto, suoi amici, fino a Mario Soldati, che dichiarò una volta «affetto filiale» e «venerazione» per il grande e dimenticato narratore piemontese. Nel romanzo "La falce", uno dei libri meno conosciuti dello scrittore, pubblicato in volume nel 1902 e mai più ristampato, è possibile cogliere con evidenza alcuni dei temi profondi intorno a cui egli ha costantemente, e persino ossessivamente, lavorato.
14,00

La stagione dei sogni incrociati

Flaminia Nucci

Libro: Copertina morbida

editore: Robin

anno edizione: 2019

pagine: 241

Otto personaggi, quattro uomini e quattro donne, che non si conoscono tra loro e che abitano o viaggiano in Paesi diversi, vivono contemporaneamente una crisi esistenziale. Misteriosamente, a seguito di episodi casuali e apparentemente poco significativi, ognuno di loro entrerà in contatto con l'inconscio di uno degli altri: ne scaturiranno così esperienze psichiche straordinarie e sogni potentemente trasformativi, in grado di risolvere i malesseri di partenza.
14,00

Sono Mattia, Scala C

Alberto Piazzi

Libro: Copertina morbida

editore: Robin

anno edizione: 2019

pagine: 560

Lui è Mattia Castagna, Scala C, un ragazzo estroverso e brillante della periferia di Milano. È nell'Italia degli anni '70 che inizia la sua storia, quando la sua infanzia viene stravolta dall'improvvisa morte del padre. Mattia, però, non si dà per vinto e anche se ancora piccolo, fa di tutto per mantenere la madre Agnese e il fratello Uccio. Finché, come accade spesso nella vita, qualcosa va storto e niente sarà più lo stesso. Un'innocenza accusata e un'adolescenza consumata nei dintorni della Villa dei Gerani in compagnia di ragazzi interrotti e di una fidanzata determinata, amici che lo aiuteranno a non arrendersi e a combattere, giorno dopo giorno, contro la violenza di un destino che lo riporterà continuamente di fronte ai suoi eterni nemici. Una storia di passioni e sogni infranti, che s'intreccia con fatti e vicende del nostro Paese.
18,00

Baldassarre Cossa papa e antipapa

Fabio Baldassarri

Libro

editore: Robin

anno edizione: 2019

pagine: 120

Baldassarre Cossa, ex papa Giovanni XXIII, giunse alla fine della propria esistenza (1365-1419) un po' troppo presto ma, come spesso accade a chi ha intensamente vissuto, è possibile vi sia giunto senza rammarico per aver dovuto lasciare tante cose dietro le spalle. Può darsi, persino, che uscito dal delirio di onnipotenza che talvolta è dei giovani e dei forti, specie se dotati di qualche fortuna, il Cossa abbia fornito il meglio di sé con quanti ebbero la ventura di stargli vicino negli ultimi tempi e ne meritasse il riconoscimento e il rispetto. Per capire come e perché ciò sia avvenuto, e per cogliere alcuni aspetti salienti dell'epoca di transizione (un po' come la nostra) in cui Baldassarre Cossa è vissuto, l'Autore ha scritto questo libro traendone conclusioni per tanti versi attuali.
14,00

Donne

Umberto Gandini

Libro: Copertina morbida

editore: Robin

anno edizione: 2019

pagine: 289

In una città di provincia dell'Italia settentrionale donne in apparenza assai diverse fra loro vengono uccise brutalmente, trafitte da aste di ferro battuto. Dell'indagine si occuperà un poliziotto, Lorenzo Cardile, nuovo dell'ambiente e poco apprezzato dai colleghi perché contrario all'uso delle armi. Riuscirà a risolvere il caso solo con la sua astuzia e con i suoi metodi anticonvenzionali?
15,00

Jazz. Romanzo viennese

Felix Dormann

Libro: Copertina morbida

editore: Robin

anno edizione: 2019

pagine: 271

Siamo nella prima metà degli anni '20. Vienna non è più la metropoli al centro di un grande impero multietnico e multiculturale, ma la capitale troppo popolosa di una piccola repubblica alpina. Ridotta alla miseria e alla disperazione dal processo iperinflattivo innescato, dopo la sconfitta del 1918, dalle folli pretese riparatorie delle potenze vincitrici, essa è teatro e al tempo stesso protagonista di una storia di decadenza materiale, che è anche decadenza morale e sociale; nel suo corpo agisce, come una malattia esiziale, un capitalismo finanziario senza freni, che specula sullo stato di estrema indigenza delle masse, sulla impotenza dello Stato a frenarne gli eccessi e sulla debolezza della politica a svolgere il suo compito di governo. Il romanzo si colloca entro questa drammatica cornice. Tipico "Wiener Roman" e Konjunkturroman ("romanzo di attualità"), in esso la realtà storica di Vienna e dell'Austria si fonde con quella fittiva, a crearne una terza, forse ancora più vera, capace di restituirci la pienezza di un mondo in cui alto e basso si mescolano e si accavallano, dando vita a un quadro dalle tinte forti e dai colori vividi e contrastanti, come quelli della pittura espressionista dell'epoca. "Jazz" è un titolo evocativo delle dissonanze tra la più sfrenata ricchezza e la più abissale povertà, tra una voglia di vivere e di godere della vita a tutti i costi e una sorta di cupio dissolvi, che sembra impadronirsi di tanti destini personali, incapaci ormai di futuro. Un'occasione per meditare, a quasi cento anni di distanza, anche sul nostro presente.
18,00

A Sud del Sud. Quasi fuori dalla carta geografica

Nicola Bottiglieri

Libro

editore: Robin

anno edizione: 2019

pagine: 208

"Cominciai a volare verso sud, facendo i gesti del nuoto a rana, perché fra nuotare e volare non c'è molta differenza. Giunto sulla perpendicolare di Capo Horn mi guardai intorno e vidi, come se fossero nel palmo della mano, Punta Arenas con la tomba dell'Indio desconocido nel cimitero, l'albergo Los Navigantes dove avevo alloggiato, Puerto Natales, El Paine e la Cueva del Milodón, con lo scrittore Bruce Chatwin che si mette gli scarponi al collo, l'estancia San Gregorio, Puerto del Hambre, l'isola Dawson, il Monte Sarmiento, il labirinto dei canali della Terra del Fuoco attraversati con la barcaza Bahia Azul, la Terra dei Fuochi fra Napoli e Caserta, Ushuaia, Puerto Williams e le villette dei militari con le cataste di legno sull'attenti, il bar di Loreto, e poi ancora Wulaia, Darwin e dintorni, Capo Horn sotto i miei piedi. Temetti di cadere per la vertigine, però mi appoggiai ad una nuvola gonfia d'acqua e grandine e potei vedere, sotto il mare viola zigrinato dal vento, il nero fondale ricoperto di alghe giallastre, le quali nascondevano i cinquecento relitti affondati nel corso dei secoli, ai quali si erano aggiunte le due valigie naufragate da poco. E mentre mi rilassavo, capii come il significato della poesia 'L'Infinito' stesse cambiando, anzi si raddoppiava di senso, più di quanto Leopardi avesse mai immaginato. Se ermo colle è Capo Horn e non il Monte Tabor di Recanati e se gli interminati spazi ed i sovrumani silenzi e la profondissima quiete non sono quelli che vedeva dall'Appennino all'Adriatico, ma quelli che vanno dal mare di Drake fino al Polo sud, allora non mi resta altro da fare che tuffarmi nell'acqua freddissima, mischiarmi relitto fra i relitti, naufragare senza dolcezza in questo mare fra vascelli, centollas e aragoste le quali già stanno frugando nella mia valigia per capire davvero il senso dell'ultimo verso della poesia."
15,00

Omicidio al villaggio dei giornalisti

Filippo Genzini

Libro

editore: Robin

anno edizione: 2019

pagine: 480

Una giovane donna viene assassinata in modo brutale in una via del quartiere del villaggio dei giornalisti. Moglie e madre esemplare, lavoratrice stimata, non nasconde all'apparenza scheletri nell'armadio. In assenza di testimoni diretti, Zarotti deve scovare un movente plausibile per indirizzare le indagini e individuare almeno un possibile sospetto. Un compito arduo diventa un'impresa impossibile quando un problema di natura personale destabilizza l'equilibrio psicologico del commissario. Omicidi e questioni di cuore dissonanti rispetto al clima natalizio che pervade Milano. Al suo fianco il suo magistrato preferito, Alessandra Federichi, il vice ispettore Polillo e l'ispettrice Disanzio.
18,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.