Il tuo browser non supporta JavaScript!

Rizzoli Lizard

Storie liete, fiabe nere e tempi andati

Francesco Guccini

Libro: Copertina rigida

editore: Rizzoli Lizard

anno edizione: 2021

pagine: 176

La buffa storia della tartaruga del poeta Marino Moretti, i lampi della Resistenza e il buio del dopoguerra, cronache di morti annunciate e pennellate di realismo magico. In questo libro, Francesco Guccini ha raccolto alcuni dei suoi migliori racconti, testi difficili da recuperare o, in alcuni casi, del tutto introvabili. Una raccolta di rarità che trasporta i lettori in un viaggio che va dai familiari scenari dell'Appennino tosco-emiliano a quelli, più inattesi, di un antico regno di fiaba. Un libro per inoltrarsi tra gli echi del passato e l'urgenza del presente, presi per mano dalle evocative illustrazioni di Franco Matticchio.
16,00

Ginseng Roots

Craig Thompson

Libro: Copertina morbida

editore: Rizzoli Lizard

anno edizione: 2021

pagine: 144

Curioso come una piccola radice possa essere il punto d'incontro di tante storie e persone diverse. Eppure, nella vita di Craig, che per dieci anni ha coltivato il ginseng nei campi del Nord America, tutto sembra essere legato a questa millenaria radice medicinale e indicare il Wisconsin come punto d'arrivo. Ma arrivo di cosa? E per andare dove? Dopo aver affrontato i demoni dell'infanzia Craig, ormai adulto, continua a interrogarsi sul suo passato, chiedendosi come abbia fatto l'innocenza della gioventù ad andare così presto in frantumi. Sono stati i bulli? Il babysitter molestatore? La rigida educazione familiare? I soldi guadagnati con il ginseng non servono più per comprare fumetti, ma vengono destinati a scopi più alti: portare fuori le ragazze. La fede incrollabile in Dio, ereditata dai genitori, inizia a erodersi e sfaldarsi. I rapporti con il fratello e la sorella diventano sempre più freddi. Ma proprio nel pieno di questo isolamento, i fumetti ricompaiono come un'ancora di salvezza. Tornato sulla scena del delitto della sua giovinezza, Craig continua l'instancabile ricerca delle sue radici, scoprendosi legato a persone, culture e popoli di cui non sospettava l'esistenza. E nel germogliare del ginseng a ogni primavera, nonostante tutte le difficoltà, ritrova la voglia di riconciliarsi con il passato e capire quale destinazione gli riserva il futuro.
17,00

Tunnel. L'arca della discordia

Rutu Modan

Libro: Copertina morbida

editore: Rizzoli Lizard

anno edizione: 2021

pagine: 288

Nel 1987 l'archeologo Israel Broshi, convinto di aver capito dove si trova l'Arca dell'Alleanza, comincia a scavare un tunnel nei pressi di un villaggio palestinese. La sua ricerca, però, è interrotta dall'esplosione della prima Intifada. Molti anni dopo, sua figlia Nili decide di riprendere gli scavi in segreto, nella speranza di riabilitare la figura paterna e completare il suo lavoro. Purtroppo il sito dello scavo si trova nei pressi della barriera di separazione israeliana, il famigerato muro anti-terrorismo eretto nel 2002, cosa che attirerà molte indesiderate attenzioni: da una parte gli ultra-ortodossi che credono che la scoperta dell'Arca porterà sulla Terra il nuovo messia, dall'altra i palestinesi che reclamano il loro territorio. E mentre il dipartimento di Archeologia dell'Università di Gerusalemme e un importante collezionista privato tramano nell'ombra, nella vicenda si insinuano anche i miliziani dell'Isis. Infatti, come ricorda Maria Edgarda "Eddi" Marcucci nella sua prefazione, vari gruppi jihadisti hanno un legame ambiguo con i reperti archeologici: i video in cui si riprendono mentre distruggono i Buddha di Bamiyan o i templi di Palmira sono perfetti sia per fare propaganda sia per raccogliere denaro, perché fanno «alzare i prezzi di mercato dei manufatti antichi, che in realtà i miliziani hanno sempre commerciato a telecamere spente. Attori privati e statali di tutto il mondo hanno partecipato a questi commerci, consapevoli di chi stessero finanziando». Rutu Modan riesce a intrecciare tutte queste contraddizioni con rara maestria, realizzando una commedia con un finale sorprendente, che analizza con estrema lucidità i paradossi di una delle aree più tormentate del pianeta.
19,00

Atlante delle case maledette

Francesco Bianconi

Libro: Copertina morbida

editore: Rizzoli Lizard

anno edizione: 2021

pagine: 228

In un mondo sospeso dal Virus, Dimitri ha scelto di fare ordine nel suo passato, disegnando a memoria la geografia delle case in cui ha vissuto. Per un giorno o una notte, per qualche anno o qualche mese, non importa. Quel che conta è che in ciascuna di queste case Dimitri ha lasciato o scoperto una parte di sé. In una ha capito di essere stato tradito, in un'altra si è rintanato dopo aver rischiato di essere ucciso di botte. In una ha sentito di essere solo, in un'altra ha sognato di invecchiare con Nina. Francesco Bianconi ha creato un romanzo in cui possiamo rifletterci come in uno specchio, un libro che parla di chi eravamo, di chi siamo e di chi potremmo diventare domani, quando il mondo si riaprirà e noi torneremo a viverlo.
18,00

Ethel Frost e il sussurro del bosco

Victoria Francés

Libro: Copertina rigida

editore: Rizzoli Lizard

anno edizione: 2021

pagine: 64

Sotto i detriti del tempo giace un dolore che non trova consolazione... I ricordi si nascondono, sepolti in una terra morente eppure ancora attraversata da un alito di vita con cui cercherà di farsi sentire. Ma la salvezza richiede di riesumare le ombre del passato, per elevare lo spirito al di sopra delle sue ferite e rinascere alla luce di una nuova alba. La foresta desidera invocare la musa dei suoi sogni; tesse la sua corona in attesa del suo ritorno.
20,00

Corto Maltese. La giovinezza

Hugo Pratt

Libro: Copertina morbida

editore: Rizzoli Lizard

anno edizione: 2021

pagine: 108

Le origini di un personaggio come Corto rispecchiano il suo spirito di protagonista suo malgrado: in questa storia, infatti, aleggia come un fantasma sulla Manciuria all'inizio del Novecento, nel bel mezzo di un conflitto che prelude agli scontri tra potenze che segneranno la prima metà del XX secolo. Appena diciassettenne, Corto si ritroverà al fianco di due personaggi incredibili, lo scrittore Jack London e Rasputin, il suo futuro compagno di avventure. All'epoca era troppo giovane per comprendere il peso che entrambi avrebbero avuto nella sua vita, ma come ammette lui stesso in apertura: «Oggi sono in grado di raccontarvi due o tre cose di loro che non avevo ancora capito».
12,00

Corto Maltese. Tango

Hugo Pratt

Libro: Copertina morbida

editore: Rizzoli Lizard

anno edizione: 2021

pagine: 108

Insieme ai mari del Sud, le sabbie dell'Africa orientale e le calli di Venezia, Buenos Aires è un luogo chiave della geografia prattiana: qui, disegnando per varie testate, Hugo trascorse i suoi vent'anni. E nelle notti argentine si perde anche il ricordo di un passaggio del giovane Corto che, ormai maturo, vi torna per scoprire qualcosa di più sulla morte di una sua cara amica. Consapevole dei rischi, la donna ha indagato su un imponente giro di prostituzione che coinvolge interessi economici e di potere in una danza fatale: un tango che avvolge, seduce e uccide.
12,00

Corto Maltese. Le elvetiche

Hugo Pratt

Libro: Copertina morbida

editore: Rizzoli Lizard

anno edizione: 2021

pagine: 108

Un quieto soggiorno in Svizzera apre le porte a una sorprendente perlustrazione dell'inconscio. I miti di Parsifal e del Sacro Graal, i vagabondaggi di Hermann Hesse e la tradizione alchemica mitteleuropea intrecciano il cammino di Corto Maltese, in un viaggio che comincia sulle pagine di un antico poema. Una storia dedicata alla magia della lettura e dei suoi simboli, in cui Pratt fa danzare la sua eterna curiosità e annoda le trame di leggende millenarie. Come disse lui stesso: «Avevo voglia di raccontarmi questa favola e di lasciare una testimonianza di tutte quelle cose che per me sono state importanti».
12,00

Corto Maltese. Mu la città perduta

Hugo Pratt

Libro: Copertina morbida

editore: Rizzoli Lizard

anno edizione: 2021

pagine: 192

Un continente sommerso non è una terra da scoprire, ma un interrogativo da lasciare in sospeso. Nessuno lo sa meglio di Corto Maltese che, nonostante il passare degli anni, ha sempre difeso con i denti il suo diritto a vivere nella propria immaginazione. Ma quando si ritrova su una barca in pieno oceano Atlantico alla ricerca di Mu, terra mitologica inghiottita dalle acque, i suoi compagni d'avventura vorrebbero contagiarlo con la loro sete di conquista. Dopo aver rischiato la pelle tra mari, trincee e deserti di tutto il mondo, il Corto di Hugo chiude la sua lunga carriera con un suadente addio alla realtà.
12,00

Tutto è vero

Giacomo Nanni

Libro: Copertina morbida

editore: Rizzoli Lizard

anno edizione: 2021

pagine: 208

Nel parco parigino di Buttes-Chaumont c'è una grande voliera. Dentro c'è una cornacchia. È sola, ma non è un caso. La voliera è una trappola e la cornacchia è un'esca, messa lì per attirare i suoi simili che infestano i viali alberati della città. Un'altra cornacchia studia la trappola da lontano e osserva tutto quello che capita intorno a lei. Nel tempo, il suo sguardo ha imparato a riconoscere la guardia che si prende cura della trappola, i lineamenti di una bambina che al mattino passa da Buttes-Chaumont per andare a scuola e quelli di un gruppo di ragazzi che fa jogging nel parco. C'è una cosa che però la cornacchia non sa: la polizia sospetta che quei ragazzi siano coinvolti in attività terroristiche. Anni dopo aver fissato nella sua memoria queste persone, la cornacchia si ritrova a volare nel cielo di Parigi in un giorno sanguinoso: quello dell'attentato alla sede di «Charlie Hebdo», un avvenimento in cui i ragazzi, la guardia e la bambina giocheranno un ruolo determinante. Dal set degli "Uccelli" di Alfred Hitchcock all'attacco alle Torri Gemelle, Giacomo Nanni tesse una rete in cui i piani temporali si intrecciano, mentre il reale e il possibile si fondono fino a diventare indistinguibili. Nanni torna con un libro coraggioso, che mette a nudo le paure più profonde dell'Occidente: la violenza irrazionale del terrorismo e la strisciante sensazione che la nostra civiltà sia arrivata al capolinea.
17,00

Manuale del cattivo papà

Guy Delisle

Libro: Copertina morbida

editore: Rizzoli Lizard

anno edizione: 2021

pagine: 312

«Manuale del cattivo papà non è una strip umoristica. È un reportage dal fronte domestico, in linea con i celebri "Cronache di Gerusalemme" e "Pyongyang", ma sa essere universale. Perché la verità che si trova in questo libro non si vive solo tra le mura di casa Delisle: è nascosta in fondo al cuore di ogni padre.» (dalla prefazione di Simone Tempia). Con i bambini c'è poco da fare: puoi impegnarti quanto vuoi, ma ci sarà sempre qualcosa che sfugge al tuo controllo di genitore. Se poi il controllo è particolarmente soft, il disastro è sempre dietro l'angolo. Tra fughe al pronto soccorso scampate per miracolo, traumi infantili di intensità variabile e notti insonni, Guy Delisle racconta la sua esperienza di papà a tempo pieno. Lui, disegnatore di professione e giocherellone nell'anima, si ritrova a vestire gli improbabili panni del capo inflessibile. E si racconta in un libro che raccoglie i primi tre diari del cattivo papà, più un nuovo volume del tutto inedito. Un manuale di sopravvivenza per tutti gli uomini che avrebbero voluto prolungare all'infinito la propria gioventù, ma che la paternità ha (fortunatamente!) costretto a darsi una svegliata.
19,00

Fukushima anno zero

Susumu Katsumata

Libro: Copertina morbida

editore: Rizzoli Lizard

anno edizione: 2021

pagine: 240

«Volevo raccontare la realtà delle condizioni di lavoro degli operai nella centrale. Ma un bel pezzo di quel mondo è impossibile da rappresentare.» Così scriveva nel 1990 Susumu Katsumata, ricordando le sue visite agli impianti nell'area di Fukushima nel corso degli anni Ottanta. Ex studente di Fisica nucleare, durante quei viaggi ha esplorato i cantieri in costruzione e le strutture già avviate, raccogliendo appunti, interviste e immagini che sono alla base delle sue storie. «Ho scelto di usare il manga per mostrare l'orrore della radioattività» e, infatti, quella di Katsumata è una testimonianza dal teatro di una catastrofe annunciata: quella che colpirà Fukushima l'11 marzo 2011. Oltre a denunciare con lungimiranza i rischi del nucleare, queste pagine fotografano un'epoca cruciale (1969-1989) e la paralisi sociale di un'intera nazione. Infatti i personaggi al centro delle storie di Katsumata, come scrive Giulia Pompili nella sua prefazione, «non sono gli ingegneri, i funzionari: sono gli operai, perché rivelano più di chiunque altro la contraddizione di un Paese che corre per far uscire dalla povertà dei cittadini che, loro malgrado, rimangono spesso incastrati nel meccanismo». Lo stesso meccanismo che, ben prima dell'arrivo delle centrali, aveva già cancellato quel che restava del mondo dei kappa, dei tanuki e delle leggende giapponesi.
18,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Acconsento