Il tuo browser non supporta JavaScript!

Il Mulino

Riconoscersi nella parola

Natalino Irti

Libro

editore: Il Mulino

anno edizione: 2020

pagine: 272

Il diritto 'chiude' gli eventi (e fatti e cose e individui) nella purezza linguistica delle forme. Così la 'realtà', di per sé muta e inespressiva, prende significato giuridico. Assoluto formalismo e assoluta linguisticità sono tutt'uno, e insieme costruiscono il terreno in cui gli uomini si riconoscono nel loro parlare e agire. Ma l'in-forme è sempre in agguato, e, tra rotture e schianti dolorosi, sospinge verso altre forme e altre parole.
24,00

The Italian railways (1839-2019)

Stefano Maggi

Libro

editore: Il Mulino

anno edizione: 2020

pagine: 288

22,00

Una scuola di prima classe. Come costruire un sistema scolastico per il XXI secolo

Andreas Schleicher

Libro

editore: Il Mulino

anno edizione: 2020

pagine: 380

In un mondo sempre più meccanizzato e digitale saranno doti come la creatività, la consapevolezza e il senso di responsabilità ad aiutarci a cogliere e sfruttare le opportunità del XXI secolo per costruire un mondo migliore. Il principale compito della scuola di domani sarà perciò quello di aiutare gli studenti a diventare persone autonome e capaci di interagire con gli altri, sia nel lavoro che nella partecipazione alla vita civile. Come sarà possibile tutto ciò? Andreas Schleicher ha affiancato gli esperti di istruzione di oltre 70 Paesi nel loro sforzo di definire e rafforzare interventi a favore di programmi di educazione innovativi e lungimiranti. In questo libro ci presenta i casi di maggiore successo: esempi dai quali tutti possiamo imparare, adeguandoli alle diverse realtà e trasformandoli in buone pratiche. Lettura per policy makers, dirigenti scolastici, educatori e insegnanti, oltre che per chiunque voglia capire come rendere la scuola adeguata al mondo di oggi, il libro di Schleicher dimostra quanto sia importante osservare e conoscere diverse esperienze anche al di fuori dei propri confini per innovare la scuola e formare studenti preparati ad affrontare le sfide del terzo millennio.
28,00

Le regole del lusso. Apparenza e vita quotidiana dal Medioevo all'età moderna

Maria Giuseppina Muzzarelli

Libro

editore: Il Mulino

anno edizione: 2020

pagine: 300

Dal 2007 è in vigore in Tagikistan una "legge sulla parsimonia" che regola gli sprechi in occasione di matrimoni, cerimonie e ricorrenze varie: onde evitare indebitamenti folli è fissato il numero massimo degli invitati, come pure quello delle portate. Il provvedimento, incongruo alle nostre orecchie, si richiama alla secolare storia del disciplinamento che, con apposite leggi suntuarie, ha temperato l'esibizione del lusso fra Medioevo ed età moderna. In una società rigidamente gerarchica, occorreva infatti vigilare affinché ognuno desse di sé un'immagine coerente con la propria condizione sociale. Nel mirino erano essenzialmente le donne, i loro abiti, i gioielli, i pizzi, i copricapi, le calzature, ma anche i banchetti e le feste. Attraverso una quantità di storie particolari in cui vediamo all'opera questa "polizia del lusso", l'autrice ci parla di costumi, mode e passioni e, in controluce, di un tema oggi sempre più sentito, ovvero "quando troppo è troppo".
24,00

Una Unione divisiva. Una prospettiva centro-periferia della crisi europea

Andrea Ginzburg, Giuseppe Celi, Dario Guarascio, Annamaria Simonazzi

Libro

editore: Il Mulino

anno edizione: 2020

pagine: 312

Originariamente concepito per promuovere la convergenza e l'armonizzazione tra e all'interno dei paesi, il progetto europeo appare oggi molto lontano da quegli obiettivi. Dopo decenni di integrazione economica e di allargamenti, vent'anni di integrazione monetaria, e una lunga crisi economica e finanziaria, sono aumentate le divergenze: i paesi e le regioni più deboli sono rimasti indietro, le disuguaglianze economiche e sociali sono in aumento in tutti gli Stati membri. In particolare sono emerse due periferie, una a sud e una a est, che condividono un tratto comune: la fragilità e la dipendenza nei confronti della Germania. Cercando di capire «cosa è andato così storto», il libro traccia le possibili vie di uscita dall'attuale stallo indicando, soprattutto, la necessità di un ribilanciamento degli squilibri strutturali che stanno mettendo l'Europa a dura prova.
26,00

Sfruttamento del lavoro. Il valore del contesto nella definizione del reato

Alberto Di Martino

Libro

editore: Il Mulino

anno edizione: 2020

pagine: 304

Il sistema giuridico italiano, forse più di altri - non soltanto europei -, ha preso di petto la degradazione del lavoro, di qualsiasi lavoro e nei confronti di qualsiasi lavoratore (cittadino o straniero, regolare o irregolare), considerandola reato. Un delitto inedito, sia per il suo oggetto sia per il modo con cui è costruito: cioè richiamando la parola antica dello sfruttamento, ma senza definirne il contenuto, piuttosto descrivendolo in relazione a realtà di contesto, il cui significato sia quello di indiziarlo. Con un approccio accompagnato dalla consapevolezza che il diritto penale rischia non soltanto di metter mano su singoli soggetti «devianti» ma di affacciarsi sull'organizzazione produttiva e distributiva della modernità, il libro intende agevolare la comprensione del reato di sfruttamento del lavoro quale particolare, limitato ma indispensabile strumento: dei suoi fondamenti, dei suoi meccanismi, dei suoi limiti.
25,00

Il concetto di minoranza religiosa dal diritto internazionale al diritto europeo. Genesi, sviluppo e circolazione

Daniele Ferrari

Libro

editore: Il Mulino

anno edizione: 2020

pagine: 336

Come si è sviluppato il concetto di minoranza religiosa nel diritto internazionale dal primo dopoguerra fino ai nostri giorni? Il volume risponde alla domanda attraverso un percorso che ricostruisce la genealogia della nozione di minoranza religiosa nel prisma della sua definizione giuridica, della sua genesi nel diritto della Società delle Nazioni, del suo sviluppo da parte delle Nazioni Unite e della circolazione nel Consiglio d'Europa, nell'Unione Europea e nell'Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa. Le tre fasi - genesi, sviluppo, circolazione - scandiscono la trasformazione di un concetto che, sprovvisto di una definizione giuridica ufficiale, diviene, a partire dal secondo dopoguerra, una categoria sempre più esposta alle trasformazioni che investono le minoranze religiose. In questa luce, la qualificazione giuridica dello status delle minoranze religiose rappresenta anche uno strumento innovativo per indagare fenomeni più ampi come le sovrapposizioni tra religioni e migrazioni, l'intersezione tra identità religiosa, identità di genere e orientamento sessuale, e le sinergie tra istituzioni internazionali nella tutela dei diritti umani.
27,00

Rapporto 2020. Un rapporto di fiducia. Le relazioni tra pubblico e privato dalla diffidenza alla collaborazione

Libro

editore: Il Mulino

anno edizione: 2020

pagine: 328

Il Rapporto 2020 di italiadecide pone il tema della fiducia reciproca tra cittadini e pubbliche istituzioni come fondamento del buon funzionamento del paese. Una scelta dettata dalla convinzione che all'Italia occorrano oggi decisioni pubbliche che derivino da una cooperazione e condivisione il più possibile ampia tra pubblico e privato. Politiche e comportamenti dimutual endorsement, di reciproco riconoscimento e affidabilità tra le parti appaiono la condizione per assicurare nuove forme di efficienza delle amministrazioni pubbliche e degli operatori economici necessarie per affrontare i grandi cambiamenti in atto. La fiducia produce dialogo, ascolto, reciproco riconoscimento e collaborazione tra società e istituzioni. In assenza di fiducia non si può condividere una visione di lungo termine, né sperare in qualsiasi forma di coerenza tra le scelte pubbliche e quelle private.
23,00

Il mondo di Woody

Roberto Escobar

Libro

editore: Il Mulino

anno edizione: 2020

pagine: 160

Nato a Brooklyn il primo dicembre del 1935, non troppo lontano da Coney Island e dalle montagne russe del luna park, Allan Stewart Königsberg a 17 anni cambia all'anagrafe il nome in Heywood Allen, che presto diventa Woody Allen. A tutto il 2019 ha scritto e girato, e spesso interpretato, quarantotto film per il grande schermo, da "Che fai, rubi?" a "Un giorno di pioggia a New York", e uno per la televisione. Un nuovo film, "Rifkin's Festival", è in postproduzione. Pare che ogni lunedì suoni il clarinetto con la sua New Orleans Jazz Band al Café Carlyle di Manhattan. Molto amato, soprattutto in Europa, e molto odiato, soprattutto negli Usa, è stato ed è un grande comico, e al pari di ogni grande comico è stato ed è un grande tragico. Come direbbe lui, non senza ironia, Allan Stewart Königsberg alias Woody Allen è un autore e un uomo con a huge worldview, con un'ampia visione del mondo. Scritte non sul suo cinema, ma nei suoi film e con i suoi personaggi, queste pagine cercano di raccontarla.
14,00

Annali dell'Istituto italiano per gli studi storici (2019). Vol. 32

AA.VV.

Libro: Copertina morbida

editore: Il Mulino

anno edizione: 2020

pagine: 440

L'Istituto Italiano per gli Studi Storici, fondato nel 1946 da Benedetto Croce, ha sede a Napoli, nel palazzo Filomarino accanto alla biblioteca di Croce. L'Istituto si propone di avviare i giovani laureati all'approfondimento della storia nei suoi rapporti con le scienze filosofiche; a tale scopo mette a concorso borse di studio e organizza seminari e lezioni. Frutto dell'attività scientifica e didattica dell'Istituto sono i volumi e gli "Annali", dove confluiscono le ricerche dei borsisti. Volumi e "Annali" vogliono rispondere al principio di dialogo e al confronto fra la disciplina storica e le diverse discipline, fuori da preclusioni ideologiche, principio che ha animato l'Istituto fin dalla sua fondazione.
40,00

Il diritto del lavoro e la grande trasformazione. Valori, attori, regolazione

Libro

editore: Il Mulino

anno edizione: 2020

pagine: 300

Il volume raccoglie gli scritti di giuslavoristi italiani da tempo impegnati nella riflessione sui processi di cambiamento del diritto del lavoro. Il filo conduttore dei vari saggi è l'intreccio tra i mutamenti della regolamentazione giuridica lavoristica e della formazione sociale ed economica che prende il nome di capitalismo, in massima parte riferibili alla globalizzazione - e alla sua attuale crisi - e alla rivoluzione tecnologica in atto. Non mancano riflessioni sul cambiamento delle strategie degli attori collettivi, in particolare del sindacato, riconducibili all'esigenza di confrontarsi con fattori culturali emergenti e rapidamente diffusi: ideologie e prassi neoutilitariste e neoindividualiste che si generano nell'economia uberizzata, e che riguardano il mondo del lavoro in generale e non soltanto quello delle imprese. Sono infine presenti riflessioni a più ampio spettro, che si confrontano con i tradizionali valori costituzionali di riferimento del giuslavorismo italiano, ma non solo. Uguaglianza, solidarietà, dignità, libertà: valori posti sotto tensione dalle ideologie neoliberali e mercatiste che hanno trovato ampio spazio anche nel diritto del lavoro e nella regolazione degli ultimi vent'anni. Ciò che emerge in particolare è che i valori tradizionali rischiano di recedere senza una adeguata ridefinizione e ricollocazione anche teorico-culturale: è la questione sempre presente nel dibattito tra i giuslavoristi, anche se spesso sottotraccia, della fondazione paradigmatica della disciplina.
25,00

Università «contro»? Il ruolo degli atenei negli ordinamenti in crisi

Libro

editore: Il Mulino

anno edizione: 2020

pagine: 368

Frutto di giornate di studio internazionali costruite grazie all'apporto di professionalità diverse (storici delle istituzioni, del diritto, modernisti, delle dottrine, contemporaneisti, scienziati della politica, giornalisti, sociologi), il volume indaga il ruolo svolto, tra passato e presente, dall'università in Europa (e non solo) in particolari momenti di crisi dell'ordinamento statuale. Ne è scaturita una riflessione che, partendo dalle guerre di religione che hanno dilaniato il Vecchio Continente, è approdata alla stagione rivoluzionaria del 1848, dalla primavera araba al movimento messicano #YoSoy132, dalla Norvegia del secondo dopoguerra alla Grecia dei colonnelli e all'Italia dei movimenti sessantottini.
32,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.