Il tuo browser non supporta JavaScript!

FRANCO ANGELI

Il fattore umano nella cyber security. Valori e strategie da costruire insieme

Libro

editore: FRANCO ANGELI

anno edizione: 2020

Il manuale, costruito con linguaggio semplice e diretto, affronta in maniera agile il grande tema della sicurezza e della protezione delle reti digitali facendo focus sulle metodologie e gli strumenti più efficaci che andranno adottati dalle aziende per attuare una sensibilizzazione (awareness) all'uso consapevole e responsabile del web e dei nuovi sofisticati strumenti di comunicazione. Molteplici i target di riferimento: dai team che operano nell'ambito della tutela aziendale, ai professionisti delle Risorse Umane, alle aree della comunicazione e della formazione, al variegato fronte dei professionisti impegnati a far crescere e a diffondere un'adeguata cultura della prevenzione del rischio. Gli autori, esperti di cyber security, offrono una lettura ragionata delle esperienze e delle best practices più innovative. Nel corso della trattazione, che si caratterizza per il suo approccio pragmatico, vengono, in particolare, illustrati i contenuti da veicolare, le tecniche, i linguaggi e i requisiti principali che possono determinare il successo delle campagne awareness. Molto importante nella dinamica del cambiamento in atto, si rivela il ruolo dell'individuo, che deve essere collocato al centro di qualsiasi policy finalizzata a regolare le iniziative di awareness e di tutela aziendale. La mancanza di conoscenze e competenze può rendere, infatti, ancora più difficile la definizione di strategie efficaci di contrasto degli illeciti e delle intrusioni non autorizzate che si verificano a diversi livelli nelle reti telematiche. Le nuove frontiere della prevenzione, come viene ricordato nel testo, passeranno tutte attraverso attività strutturate di formazione dirette sia ai clienti sia ai dipendenti. La sicurezza, oltre ad essere un fattore strategico per il business, si configura nella contemporaneità come un asset valoriale fondante che va difeso nell'orizzonte in espansione della digital society in cui tutti viviamo, ormai, fatalmente immersi.
20,00

Al servizio della nazione. L'accesso degli stranieri agli impieghi pubblici

Matteo Gnes

Libro

editore: FRANCO ANGELI

anno edizione: 2020

In un'epoca in cui i confini statali tendono a divenire porosi e le amministrazioni nazionali competono tra di loro, è ancora attuale il requisito della cittadinanza per l'accesso al pubblico impiego, e in particolare alla dirigenza? I direttori di alcuni dei più importanti musei pubblici del mondo non sono cittadini del Paese che li ospita. In Italia, la riforma del 2016 con cui è stato aperto il reclutamento dei direttori dei più importanti musei e siti archeologici ai cittadini stranieri è stata oggetto di accese critiche e di una dura battaglia giudiziaria. Come, quando e perché è stato introdotto il requisito del possesso della cittadinanza per accedere alla funzione pubblica? Il principio della libera circolazione dei lavoratori stabilito dall'Unione europea in che misura consente agli Stati membri di mantenere la riserva di posti a favore dei propri cittadini? Come si è adattato l'ordinamento italiano? Quali sono le reazioni negli altri Paesi? In un'epoca in cui i confini statali tendono a divenire porosi e le amministrazioni nazionali competono tra di loro, è ancora attuale il requisito della cittadinanza per l'accesso al pubblico impiego e in particolare alla dirigenza?
18,00

Elementi di psicologia interculturale. Attraversare i confini del pregiudizio con un'ottica psicoeducativa

Giuseppe Crea

Libro

editore: FRANCO ANGELI

anno edizione: 2020

Un utile strumento per imparare a riconoscere nei rapporti tra culture diverse un processo di crescita che permette di sviluppare nuove opportunità di interscambio e di progettare nuove esperienze di convivenza. Lo scopo è quello di acquisire una visione delle differenze aperta a prospettive innovative di comprensione e di accoglienza reciproca, che aiutino a varcare i confini delle diffidenze per sperimentare una nuova identità. Un'identità arricchita da mondi diversi che si incontrano. Nelle pagine di questo libro vengono prese in considerazione caratteristiche di personalità e di comportamento interpersonale che facilitano, attraverso una migliore conoscenza reciproca, una progettualità inclusiva. Ogni capitolo presenta una parte teorica, relativa a tali dinamiche di confronto interculturale, e una parte ricca di esempi clinici e racconti di vita, attraverso cui è possibile rileggere gli aspetti narrativi delle diverse dimensioni psicologiche trattate. Inoltre, poiché il volume si rivolge a quanti sono interessati agli aspetti psicoeducativi dei rapporti interculturali, alla fine di ogni capitolo son presenti schede di lavoro, utili per facilitare l'approfondimento degli argomenti ma, soprattutto, per sperimentare tecniche di interazione e di confronto di gruppo che possono facilitare il dialogo interculturale. Il libro si presta quindi come utile strumento per imparare a riconoscere nei rapporti tra culture diverse un processo di crescita che permette di sviluppare nuove opportunità di interscambio e di progettare nuove esperienze di convivenza. Lo scopo è quello di acquisire una visione delle differenze aperta a prospettive innovative di comprensione e di accoglienza reciproca, che aiutino a varcare i confini delle diffidenze per sperimentare una nuova identità. Un'identità arricchita da mondi diversi che si incontrano.
28,00

ABC Gestalt. Manuale pratico per psicoterapeuti, counselor e chiunque voglia avvicinarsi a una seduta di terapia

Mariano Pizzimenti, Luca Rivetti

Libro

editore: FRANCO ANGELI

anno edizione: 2020

Una "cassetta degli attrezzi" attorno alla "pratica" della terapia della Gestalt. Per gli addetti ai lavori: una serie di domande, con risposte semplici e dirette, per lavorare in maniera più chiara, semplice e intuitiva con i propri clienti. Per i non addetti ai lavori: la possibilità di entrare nello studio di due professionisti della Gestalt e sbirciare cosa accade durante una seduta. Prendete uno psicoterapeuta: un professionista che da 40 anni tiene sedute di terapia, direttore di una scuola di psicoterapia e counseling Gestalt, una carriera che lo ha già visto presidente della FISIG (Federazione Italiana Scuole e Istituti di Gestalt). Dall'altra parte, mettete un counselor: curioso, veloce, ansioso, entusiasta e innamorato della Terapia della Gestalt, che lavora in svariati campi del counseling individuale, di coppia, su skype, con gruppi, scuole e aziende. Entrambi hanno scritto libri sulla Gestalt e sono in empatia tra loro. Fateli incontrare tutti i giovedì mattina dalle 8 alle 9 per un anno, prima che inizi la loro giornata lavorativa; durante questi incontri, il counselor pone ogni tipo di domanda pratica, diretta e formativa allo psicoterapeuta, che gli risponde con il suo mezzo secolo di esperienza. Il risultato è tra le vostre mani. Per gli addetti ai lavori: una serie di domande, con risposte semplici e dirette, per lavorare in maniera più chiara, semplice e intuitiva con i propri clienti. Per i non addetti ai lavori: la possibilità di entrare nello studio di due professionisti della Gestalt e sbirciare cosa accade durante una seduta. ABC Gestalt: una cassetta degli attrezzi messa a punto per incrementare consapevolezza.
29,00

Le soft skills del manager. Mettere in atto una leadership efficace. Saper ottenere il consenso. Risolvere i problemi

Silvana Frascheri

Libro

editore: FRANCO ANGELI

anno edizione: 2020

Una guida alle competenze trasversali (o attitudini) che deve possedere chi gestisce gruppi di lavoro (più o meno numerosi) al fine di raggiungere gli obiettivi stabiliti nei tempi e nei modi previsti. Le Soft Skills del Manager è un testo prezioso per tutti coloro che gestiscono Risorse Umane, siano essi imprenditori, manager, responsabili, project manager, capi progetto, team leader. Un testo prezioso per tutti coloro che gestiscono Risorse Umane: imprenditori, manager, responsabili, project manager, capi progetto, team leader Una guida alle competenze trasversali (o attitudini) che deve possedere chi gestisce gruppi di lavoro (più o meno numerosi) al fine di raggiungere gli obiettivi stabiliti nei tempi e nei modi previsti. Silvana Frascheri, consulente aziendale ed esperta di Risorse Umane, in questo libro traccia un estratto della sua esperienza ventennale. Vi troverete indicazioni pratiche ed empiriche su come gestire i Collaboratori, al fine di creare gruppi di lavoro coesi e collaborativi. Le tematiche trattate riguardano: la comunicazione; la gestione delle riunioni; la gestione dei gruppi di lavoro; la gestione dei conflitti; la gestione del consenso; la gestione del tempo; il problem solving; la leadership e la delega. Ogni capitolo è dedicato ad una tematica specifica, con indicazioni e suggerimenti per gestire con efficacia ed efficienza gruppi di lavoro. In un unico testo troverete così raccolte tutte le problematiche che, solitamente, vengono trattate singolarmente. Una guida concreta, efficace e ricca di esercizi che vi aiuteranno a misurare e incrementare le vostre skills e quelle dei vostri collaboratori.
24,00

Nasce lo «human-centered branding». CSR, Internal branding e dinamiche slow

Roberto Grandicelli

Libro

editore: FRANCO ANGELI

anno edizione: 2020

Un efficace strumento analitico per tutti coloro che si occupano di comunicazione, pubblicità, marketing e branding, nelle sue diverse declinazioni. Il testo traccia il profilo della nascente strategia di branding per la quale l'uomo viene posto al centro di tutte le dinamiche aziendali e ripercorre la strada fin qui percorsa (dalla marca al branding), analizzandone l'evoluzione in ottica human (internal branding e dinamiche slow), passando attraverso la crescente attenzione al bene comune (CSR - Corporate Social Responsibility), fino all'illustrazione della filosofia "human-centered branding". Lo "human-centered branding" pone l'individuo come centrale rispetto alle logiche di mercato e vede il profitto come effetto collaterale alla generazione di valore. Questo è dunque il passaggio discriminante: l'azienda vista come un luogo dove ciascuno vede realizzate le proprie ambizioni, colte le giuste gratificazioni, attraverso la generazione di valore e nel pieno rispetto della comunità. Affinché si realizzi tutto questo, ovviamente, si renderà necessario, in forma subordinata, il profitto. Il testo ripercorre la strada fin qui percorsa (dalla marca al branding) analizzandone l'evoluzione in ottica human (internal branding e dinamiche slow), passando attraverso la crescente attenzione al bene comune (CSR - Corporate Social Responsibility), fino all'illustrazione della filosofia "human-centered branding". Il tema è oggetto di approfondimento attraverso lo studio delle nuove tecniche di comunicazione e delle più recenti pubblicazioni in materia di strategie di branding. Il contributo di idee ed esperienze maturate da professionisti e docenti universitari arricchisce il volume che si completa dando conto di "case histories" rappresentativi rispetto al tema in esame. Un efficace strumento analitico per tutti coloro che si occupano di comunicazione, pubblicità, marketing e di branding, nelle sue diverse declinazioni, ai Responsabili HR, ai CEO ma, soprattutto, è rivolto a tutti coloro che, a diverso titolo, sono interessati a precedere un fenomeno piuttosto che a registrarne lo sviluppo.
25,00

Essere capi con il «nuovo» management by objectives (MBO). Come non usare un cacciavite per piantare un chiodo

Carlo Filippini, Nicola Rizzo

Libro

editore: FRANCO ANGELI

anno edizione: 2020

Questo libro vuole essere un vero e proprio "pocket book" al quale il capo possa ricorrere velocemente per trovare indicazioni e informazioni chiare su quando e quali comportamenti efficaci agire nella gestione dei propri collaboratori. Il libro non vuole soffermarsi sulle caratteristiche e le qualità del processo del MBO (Management By Objectives), attorno al quale molto si è già scritto, ma essere piuttosto un testo di azione per manager. Nasce, infatti, dall'esperienza maturata dopo un numero elevato di seminari dedicati al tema della gestione delle Risorse Umane, durante i quali si sono generati altrettanti confronti su casi concreti ed esperienze tra docenti e partecipanti. Insomma, si tratta di un intreccio efficace tra la teoria del modello del MBO e il buon senso che ci dovrebbe accompagnare nella vita di tutti i giorni. Il tutto arricchito da interviste sul tema a Raoul Nacamulli, Pino Mercuri e Luca Villa. La metafora della cassetta degli attrezzi esprime con efficacia le situazioni in cui si trovano i manager, che, grazie anche a questo volume, possono avere diversi strumenti a disposizione, ognuno dei quali con una sua forma precisa, che consenta di ottenere i risultati voluti. Sono tutti strumenti efficaci, ma solo se vengono utilizzati nel momento e con la finalità per i quali sono stati costruiti. Da qui la domanda, anche un po' provocatoria, del sottotitolo: "Cosa succede se si utilizza un cacciavite per piantare un chiodo nel muro?".
21,00

I disturbi psicopatologici nell'infanzia e nell'adolescenza. Inquadramento, setting e strategie di derivazione cognitivo-comportamentale. Un manuale con il sorriso

Luigi Maria Giannetti, Chiara Mazzarella, Valentina Gaeta

Libro

editore: FRANCO ANGELI

anno edizione: 2020

pagine: 202

Ancora un altro manuale di psicopatologia nell'infanzia e nell'adolescenza? Sì, ma un manuale - questa volta - davvero nuovo. Argomenti seri e delicati sono qui trattati usando, quando possibile, l'ironia e finanche l'allegria. Nella stesura del testo, si è cercato di non essere prolissi, di adoperare un linguaggio facile e periodi scorrevoli. Le problematiche psicopatologiche più frequenti in bambini e adolescenti sono affrontate in maniera approfondita, rubando però sempre qualche sorriso. Il manuale si sofferma poi sulle strategie d'intervento psicoterapico, di derivazione cognitivo-comportamentale, "personalizzate" in base al soggetto, alle tematiche da affrontare ed agli specifici obiettivi da raggiungere. Nel testo si approfondiscono, inoltre, concetti poco trattati altrove, come le psicopatologie "subsindromiche" o "sottosoglia", manifestazioni "attenuate" o "atipiche" che non presentano una piena espressione clinica, non permettendo un inquadramento preciso attraverso il limite, spesso confuso, tra patologia e normalità. Ne deriva che gli "accanimenti classificatori", così come le diagnosi "lapidarie", talora "utili" a livello burocratico, lasciano nella pratica clinica il tempo che trovano. Altro aspetto che viene trattato nel volume è la strutturazione del setting, nonché le caratteristiche del terapeuta, sia personologiche sia fisiche, argomento di norma tabù. Buona lettura!
29,00

Riscoprire Pierre Janet. Trauma, dissociazione e nuovi contesti per la psicoanalisi

Libro

editore: FRANCO ANGELI

anno edizione: 2020

"Riscoprire Pierre Janet" esplora l'eredità lasciata dallo psicologo, filosofo e psicoterapeuta francese (1859-1947), dalla relazione tra Janet e Freud all'influenza della sua teoria della dissociazione sulla psicotraumatologia contemporanea. Il volume è diviso in tre parti: la prima colloca l'analisi psicologica di Janet e la psicoanalisi nel contesto dei principi fondamentali della psicoanalisi, da Freud alla teoria relazionale; la seconda prende in esame il lavoro di Janet sul trauma e sulla dissociazione e la sua influenza sul pensiero contemporaneo; la terza, infine, presenta diversi approcci di psicoterapia contemporanea direttamente influenzati dalla teoria di Janet, incluso il trattamento del disturbo da stress post-traumatico e del disturbo dissociativo di identità. Riscoprire Pierre Janet riunisce eminenti studiosi provenienti da diversi contesti, ognuno dei quali ha sviluppato costrutti janetiani secondo i propri modelli teorici e clinici. Fornisce un approccio integrativo che offre prospettive contemporanee sul lavoro di Janet e che sarà di notevole interesse per il lavoro clinico di psicoanalisti, psichiatri e psicoterapeuti impegnati, in particolare, nel trattamento dei disturbi dissociativi legati al trauma, così come di ricercatori interessati al trauma psicologico.
38,00

#social Ceo. Reputazione digitale e brand advocacy per manager che lasciano il segno

Stefano Chiarazzo

Libro

editore: FRANCO ANGELI

anno edizione: 2020

Nell'era della trasparenza e del brand activism la reputazione è per tutti tra gli asset che guidano la costruzione e la difesa del business. Come monitorare e misurare allora la propria reputazione? Come trasferire uno stile autentico e genuino? Quali strumenti utilizzare? A queste e altre domande risponde questo libro, anche grazie alle testimonianze di top manager e professionisti della comunicazione eccezionali. "Un libro con tanti esempi concreti da leggere per tutti i CEO" (Marco Icardi, Presidente Associazione Italiana CEO). Che lavorino per una PMI o un'azienda internazionale B2C o B2B, una PA, un'associazione, una società sportiva o un editore le cose non cambiano. Nell'era della trasparenza e del brand activism la reputazione è per tutti un asset che guida la costruzione e la difesa del business. Autorità e autorevolezza non derivano solo dal ruolo ma soprattutto dalla reputazione riconosciuta dalle community. I manager devono sentirsi parte attiva dell'ecosistema in cui operano e farsi guidare quotidianamente da un purpose che vada oltre il semplice profitto. "Fare la cosa giusta" ed esporsi pubblicamente da brand advocate li rende internamente ed esternamente modelli di ispirazione e opinion leader. Come monitorare e misurare la propria reputazione? Come trasferire uno stile autentico e genuino? Quali strumenti utilizzare? Di quali competenze e collaboratori dotarsi? Come costruire un piano editoriale efficace? Quale ruolo svolgere in caso di crisi? A queste ed altre domande proverà a rispondere questo libro, grazie alle testimonianze di top manager e professionisti della comunicazione.
23,00

La reputazione ai tempi dell'infosfera. Cos'è, come si costruisce, come si difende

Daniele Chieffi

Libro

editore: FRANCO ANGELI

anno edizione: 2020

pagine: 162

L'avvento degli smartphone e il boom dei social network hanno mutato l'universo in cui tutti noi viviamo, trasformandolo in una "casa di vetro" e abbattendo il muro tra reale e virtuale. "Ciò che si dice di qualcuno" è in grado di determinare il destino non più solo degli individui ma anche di istituzioni, aziende, organizzazioni, enti, media... Questo libro descrive non solo cosa sia la reputazione nell'era del digitale, ma come crearla, valorizzarla e difenderla. Se godere della stima altrui è da sempre un'aspirazione e una necessità di ogni essere umano, adesso "ciò che si dice di qualcuno" è in grado di determinarne il destino non più solo degli individui, ma anche di istituzioni, aziende, organizzazioni, enti, media, che per tutelare questo capitale immateriale investono oltre 12 miliardi di dollari nel mondo. La ragione? La rivoluzione digitale. Da intendersi non come semplice innovazione tecnologica, ma come profonda trasformazione sociale e della nostra realtà. L'avvento degli smartphone e il boom dei social network hanno mutato l'universo in cui tutti noi viviamo, trasformandolo in una "casa di vetro" e abbattendo il muro tra reale e virtuale. Oggi abitiamo un'infosfera dove tutti, umani e no, sono interconnessi e interdipendenti, le informazioni accessibili, la comunicazione immediata, i giudizi trasparenti. Dove gli individui e le istituzioni, le aziende e i media sono sullo stesso piano, tutti ugualmente e inevitabilmente sottoposti alla sentenza valoriale collettiva. Dove la reputazione segue le regole psicologiche, cognitive e sociologiche dei gruppi umani, ma modificate e amplificate dalle dinamiche digitali. Ecco perché costruirla, valorizzarla e difenderla diventa il nuovo imperativo categorico. Questo libro descrive cosa sia la reputazione nell'era del digitale, perché sia diventata il principale asset strategico per qualsiasi soggetto e come crearla, valorizzarla e difenderla. Il testo analizza le dinamiche che regolano l'infosfera al fine di operare le giuste scelte, costruire i giusti apparati simbolici, definire i giusti messaggi, creare le corrette narrazioni per governare la percezione e creare una "buona" reputazione. Il testo si rivolge a chi lavora a qualsiasi titolo nel mondo della comunicazione, ai manager, ai professionisti, agli studiosi, agli appassionati, ai semplici curiosi, a chiunque voglia approfondire la conoscenza dei meccanismi che regolano questa vera e propria "era della reputazione", che riguarda tutti, nessuno escluso.
21,00

Scuola e famiglia. La costruzione dell'alleanza e la gestione della classe

Michela Fogliani

Libro

editore: FRANCO ANGELI

anno edizione: 2020

pagine: 156

Molti insegnanti hanno difficoltà nel gestire il rapporto con le famiglie dei propri studenti e, in classe, le sfide legate alla motivazione, partecipazione e scarso rendimento degli alunni. Come leggere le difficoltà attuali? L'insegnante deve fare anche lo psicologo? Con riflessioni, analisi di casi, domande guidate, strumenti didattici e psicoeducativi questo libro offre una serie di risorse per affrontare l'alleanza con la famiglia, la gestione della classe e la promozione della competenza emotiva degli insegnanti e dei loro allievi. Questi sono interrogativi ineludibili nel contesto educativo attuale, in cui l'insegnante è chiamato a essere un vero e proprio professionista della formazione, promotore di esperienze che favoriscano l'acquisizione di competenze per la vita, e in cui la scuola deve svolgere il proprio ruolo educativo al fianco della famiglia, combattendo la delega, affrontando le divergenze, costruendo intese. Con riflessioni, analisi di casi, domande guidate, strumenti didattici e psicoeducativi questo libro offre una serie di risorse per affrontare la costruzione dell'alleanza con la famiglia, la gestione della classe e la promozione della competenza emotiva degli insegnanti e dei loro allievi.
20,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.