Il tuo browser non supporta JavaScript!

Cooper

Gl'irripetibili. Personaggi, precursori, pionieri, piccoli diavoli

Francesco Sala

Libro: Copertina morbida

editore: Cooper

anno edizione: 2018

pagine: 108

Un libro sulle ali della memoria. Personaggi che sono uno spaccato del cambiamento. Dissacranti, surreali, piccanti, unici. Far conoscere ai più giovani alcune figure originali del nostro passato, anche recente: Ettore Petrolini, Carmelo Bene per il teatro, Rino Gaetano e Gabriella Ferri per la musica, Marco Ferreri per il cinema, Gianfranco Funari per la televisione, il brigante Carmine Crocco per una storia da leggere non sempre e comunque dalla parte dei vincitori. Riscoprire il talento, l'unicità di alcune figure che al conformismo e alla banalità strisciante o conclamata, hanno saputo opporre la loro forza piena di difetti e fragilità. Grazie ai nuovi media questi "irripetibili" sono ancora visibili, memorabili: le loro storie, biografie, inciampi, ricorrenze, segni di somiglianza tra loro, sono tutti qua dentro assieme a commenti e posizioni personali. Personaggi che è difficile circoscrivere in una sola categoria. Le catene della critica e delle definizioni sono troppo corte per il loro eclettismo o per il loro carattere forte e poco definibile. Ognuno di loro spazia e si intreccia con il Novecento, dando testimonianza diretta del loro operato (sono artisti, attori, cantanti o personaggi storici). Usciamo per una volta dal consueto e abusato cliché del "genio e sregolatezza": per avere del talento riconosciuto bisogna sì osare, ma anche studiare, rischiare, prepararsi, giocarsi il tutto per tutto, avendo sempre anche un pizzico di fortuna. Solo se si è consapevoli della nostra provenienza, delle nostre radici, della nostra storia, si può progettare il futuro. Ecco il proposito dell'importanza della memoria. Il libro si avvale di importanti e inediti contributi, con interventi, libere conversazioni e testimonianze di Maurizio Costanzo, Ugo Gregoretti, Pierfrancesco Pingitore, Sergio Castellitto, Massimo Cinque, Mario Vicari, Silvia Salvatori, Pino Aprile, Franco Ruffini. Anche loro, assieme ai personaggi sono un esempio di riflessione sulla dissacrazione garbata contro l'omologazione. Un esperimento narrativo, quello proposto da Sala, sospeso tra lo svolazzo, il saggio, il lavoro d'inchiesta, sempre all'insegna del divertimento, speriamo condiviso. Prefazione di Paolo Guzzanti.
13,00

Troppa nebbia nel cuore

Tiziano Marelli

Libro: Libro in brossura

editore: Cooper

anno edizione: 2018

pagine: 240

Una storia vera, ma anche un noir e un atto d'amore. Un libro che si rivela un frullato di accadimenti vissuti connotati da sentimenti forti e virate imprevedibili, attraversati da molteplici contraddizioni,ma mai rinunciatario, nemmeno davanti alla verità più scomode. A corollario, una scenografia reale: quella di un Paese com'era e com'è, il tramonto dei grandi ideali, la crisi e il riaffermarsi di valori inossidabili, con gli episodi che vi si snocciolano compenetrando una trama in maniera aderente e assolutamente compatibile. Tiziano è giornalista e uomo di comunicazione, impegnato fin dagli anni Settanta in prima linea sul fronte della sinistra extraparlamentare milanese prima di passare - con relativa buona pace della sua coscienza, impegnata in un "salto del fossato" tutto sommato compiuto con relativa facilità - a una diversa "militanza": quella di un lavoro "borghese" e apparentemente opposto ai suoi ideali primari. È nel traghettare da una fase all'altra che viene alla luce, in maniera rocambolesca, una doppia verità, dapprima inimmaginabile. Una ricerca che parte dalla Milano bellissima e terribile dei Settanta ma che ben presto abbraccia orizzonti più ampi, per fare infine tappa - solo momentaneamente finale - a Roma. L'obiettivo del lungo tragitto è quello di diradare la tanta, troppa nebbia che Tiziano ha nel cuore. Provare a (ri)trovare il nocciolo di sé stessi, capire e giustificare (anche se molto a fatica) un padre sconosciuto prima, scovare un fratello più che probabilmente esistente: tutte azioni concrete e introspettive che si riveleranno un esercizio durissimo di autocoscienza, ma anche l'unica strada che l'autore ha ritenuto di dover percorrere. Per quanto possibile, fino in fondo.
16,00

I solitari

Alessandro Fusacchia

Libro: Copertina morbida

editore: Cooper

anno edizione: 2016

pagine: 476

"Stiamo perdendo le nostre radici", aveva continuato Massimo con la forchetta in mano. "E non venirmi a dire che è sempre successo, che gli italiani sono emigrati a milioni nell'Ottocento, o dopo la Guerra. Questa volta è diverso. Noi non emigriamo, siamo solo in continuo movimento. Ci spostiamo due anni in una città, tre anni in un'altra, sei mesi in un'altra ancora. Non facciamo nemmeno in tempo ad acclimatarci. Perdiamo le nostre radici, ma senza più riuscire a metterne di nuove". Sei amici trentenni, nel pieno delle loro carriere, decidono di prendersi una lunga pausa da tutto. Passeranno alcuni mesi isolati in un borgo di ruderi circondato dai faggi, con manovali immigrati, anziani del posto, Serena, Petra, e un elefante. Ciascuno con il proprio segreto, e tutti con una promessa comune da mantenere. "I solitari" è un ritorno a casa epico. È un romanzo su ciò che ci aspetta quando lasciamo andare tutto ciò che di importante abbiamo creduto di possedere fino a quel momento.
18,00

Caravaggio. White album

Andrea Dusio

Libro: Copertina morbida

editore: Cooper

anno edizione: 2015

pagine: 236

A quattrocento anni dalla morte di Caravaggio il mito si è mangiato l'artista. "La sua pittura aspetta ancora di essere riconsegnata a un nastro in bassa fedeltà, che ne comprima e comprenda il contenuto di verità bruciante, lasciando fuori tutto il resto". Tra indagine sul campo e lettura critica, tra Milano, Roma, Genova, Napoli, Malta, la Sicilia: un reportage che riconsegna un uomo di oggi, raccontando per la prima volta, davvero, come pensa e lavora un pittore. Andrea Dusio ricolloca Caravaggio all'interno della sua epoca e ne dà una nuova lettura: variano le date, mutano le attribuzioni, vengono proposti nuovi confronti con altre opere e nuovi contesti di lettura. "White Album" perché il bianco è la cosa più lontana dallo stereotipo di Caravaggio.
25,00

Come sopravvivere alla radioattività

MARCO; CASOLINO

Libro: Copertina morbida

editore: Cooper

anno edizione: 2015

pagine: 129

Radioattività: se la conosci la temi un po' di meno. Perché non c'è modo di evitarla completamente. Siamo circondati dalle radiazioni: provengono dallo spazio, dalle viscere della terra, dai nostri cari e persino da noi stessi. Radioattivo non vuol dire pericoloso, almeno entro eerti limiti. Ma quali sono questi limiti? Quando possiamo dirci al sicuro dalla radioattività e quando, invece, dobbiamo preoccuparci? Spiegando gli eventi accaduti alla centrale nucleare di Fukushima in Giappone, si esaminano le applicazioni moderne della radioattività, i rischi, ma anche i suoi "lati buoni". Un semplice ma utilissimo decalogo per sopravvivere alla radiazione: da quella apocalittica (ma improbabile) di una guerra termonucleare globale a quella più insidiosa e reale che si può annidare nelle nostre case.
10,00

Una giornata di Susanna

Mauro Leonardi

Libro: Copertina morbida

editore: Cooper

anno edizione: 2018

pagine: 192

Susanna è una donna di mezz'età, è sposata, ha due figli, è cattolica, e quel giorno, senza abiurare a nulla di se stessa, decide di fare all'amore con l'uomo con cui lavora da anni. Inizia così la giornata più importante della sua vita che Mauro Leonardi, con scrittura esatta e sapiente, ci racconta come un giallo dal primo all'ultimo minuto, senza risparmiarci nulla. Tra l'inizio e la fine delle ventiquattro ore, lì in mezzo, c'è il romanzo, anzi la storia. Perché è tutta di fantasia come un romanzo e tutta vera come una storia di vita. Inizia di notte con le paure di una donna, di quelle che ti svegliano e accendi la luce ma non vedi, e finisce con una notte in cui quelle stesse paure si sono fatte scelta, destino, gioia, dolore. Vita. E la medesima donna spegne la luce ma piena di vita: piena di una vita piena che vede e si vede. Che vede tutto l'amore che c'è in una vita, con tutti i nomi che l'amore ha: dalle amiche buddiste alle persone omosessuali. Amore che le parole non bastano a classificarlo. Perché se l'amore è tutto non lo classifichi ma lo chiami. E quel nome lo sa solo lei. Lo sai solo tu.
16,00

Cara Europa che ci guardi (1915-2015)

Gabriella Sica

Libro: Libro in brossura

editore: Cooper

anno edizione: 2015

pagine: 368

Ispirato nel titolo dai versi di Vittorio Sereni, "Cara Europa che ci guardi (1915-2015)" così è raccontato dall'autore: "Una mappa mentale e sentimentale di un'Europa personale e insieme storica, guidata solo da qualcosa che potrei chiamare istinto, da un pensiero non strutturato e fluttuante. In questo spazio geografico e immaginario ho provato a scavare un breve percorso rabdomantico, più che altro per lampi, usando bussole e seguendo cartelli topografici del tutto personali o scelti dalla memoria senza un centro".
14,00

East. Ediz. inglese

Libro

editore: Cooper

anno edizione: 2015

In questo numero di East, al tema dell'euro e alle sue prospettive è stato dedicato il Dossier, con articoli di Paolo Savona, Ulrike Guérot, Marco Annunziata, Matteo Ferrazzi e Fernando Orlandi. Anche la consueta rubrica di Oxford Analytica converge sullo stesso tema. Sulla Polonia, vittima di una delle più tragiche vicende della storia moderna, segnaliamo un'ampia analisi di Carla Tonini e un'intervista esclusiva a Zojka e Alicja Kapuscinska. Di grande interesse anche la mappa delle nuove mafie dell'Est disegnata da Enza Roberta Petrillo. Molto spazio anche su questo numero, alla Russia di Putin e Medvedev. L'istituto Levada diretto da Lev Gudkov ha analizzato il rapporto tra cittadini e sistema giustizia; Piero Sinati ha preso in esame l'evoluzione dei rapporti tra Mosca e Kiev; Cristina Giuliano ha assistito in anteprima la film del regista premio Oscar Nikita Mikhalkov. Sul versante dei diritti umani, Farian Sabahi ha intervistato la ginecologa somala Aisha Omar, impegnata nella battaglia internazionale contro la pratica dell'infibulazione.
12,00

I numeri della felicità. Dal Pil alla misura del benessere

Donato Speroni

Libro: Copertina morbida

editore: Cooper

anno edizione: 2015

pagine: 284

L'ha detto per primo Bob Kennedy: il Prodotto interno lordo non è uno strumento adeguato di misura del progresso umano. Se ne parla da quarant'anni, ma solo adesso studiosi e politici stanno passando dalle parole ai fatti. Nel giro di pochi mesi, a fine 2009, in Francia una Commissione guidata dai premi Nobel Stiglitz e Amartya Sen ha avanzato al presidente Sarkozy proposte concrete; l'UE si è impegnata ad andare "oltre il Pil"; il G20 di Pittsburgh ha raccomandato di trovare nuovi indicatori e gli esperti di tutto il mondo si sono incontrati in Corea per mettere a punto le "statistiche del XXI secolo". Anche in Italia si discute: il Pil deve essere davvero rottamato o è solo un trucco per aggiustare le statistiche nazionali? Dalla Felicità nazionale lorda del lontano Bhutan all'Indice del benessere elaborato in Canada, dallo Human development index dell'Onu all'Impronta ecologica: tutti i tentativi in corso per misurare la ricchezza, la felicità e la sostenibilità; senza tecnicismi, ma con un occhio alle implicazioni politiche globali e nazionali.
15,00

Beautiful Capalbio. Fare il sindaco in un paese straordinario

Lucia Biagi

Libro: Libro rilegato

editore: Cooper

anno edizione: 2015

pagine: 78

Cosa significa fare il sindaco di un piccolo paese sempre sotto i riflettori della cronaca? Come si gestiscono i vip e l'ultima spiaggia della sinistra? Petruccioli, Rutelli, Palombelli, e addirittura Geronimo La Russa. Come si comportano i politici in vacanza? Lucia Biagi, prima donna sindaco di Capalbio e non iscritta a nessun partito, racconta battaglie perse e battaglie vinte: dalla chiusura del velenificio di Torba, alla lotta contro il "partito del mattone" che vorrebbe vedere la Maremma cementata. Dalle insidie quotidiane di chi vuol soddisfare i capricci edilizi della moglie, alla soddisfazione di saper governare un territorio tanto ambito, senza perdere il senso delle tradizioni.
10,00

East

AA.VV.

Libro

editore: Cooper

anno edizione: 2015

Gli straordinari contributi di analisi scientifica dell'Istituto Levada di Mosca diretto da Lev Gudkov, pubblicati in esclusiva da East, si arricchiscono di una nuova ricerca. Sotto esame, questa volta, è il modo in cui il mondo ex sovietico guarda all'Occidente. Accanto alla verifica di atteggiamenti del tutto prevedibili (la mitizzazione dell'efficientismo occidentale, per esempio), colpisce un diffusa animosità, anche fra i giovani, tipica di chi si ritiene ingiustamente penalizzato dalla propria arretratezza. Il dossier di questo trentaquattresimo numero della rivista, tuttavia, è dedicato alla Cina. Un tema sterminato, ovviamente, ma con l'obiettivo di mettere a fuoco tre aspetti: la questione dell'economia, quella - strettamente interconnessa dell' istruzione e quella - apparentemente marginale - di Taiwan. I contributi di Stefano Chiarlone, Claudia Astarita e Simone Pieranni ci fanno fare un deciso passo avanti nella conoscenza dei progressi compiuti dai cinesi in questi campi. Ancora, sul terreno dell'economia, si segnala la bella analisi di Fabio Mucci e Roberta Priore sulle imprese dell'Europa dell'Est dopo la crisi innescata dai mutui subprime. Particolarmente ricco il carnet dei reportage: da quello del giornalista Rai Amedeo Ricucci sugli alberghi dei "giornalisti di guerra" , a quello di Matteo Tacconi sulla Istanbul di Corrado Alvaro e Edmondo De Amicis , fino a quello di Valeria Fraschetti sulla condizione delle vedove indiane.
12,00

East

MARCO; CASOLINO

Libro: Copertina morbida

editore: Cooper

anno edizione: 2015

pagine: 159

Questo numero della rivista chiude senza alcuna certezza sull'evoluzione della guerra in Libia. Un approfondimento su quanto avviene sulla sponda Sud del Mediterraneo. Ugo Tramballi, inviato del Sole240re, che apre il Dossier enucleando i nodi strategici della rivoluzione in atto nel Nordafrica e nel Medio Oriente; Anthony Dworkin, dell'European Council on Foreign Relations ha cercato di descrivere la politica europea verso quelle aree; Luca Agolini e Carmela di Terlizzi - di Prometeia - e Elena Fenili - di UniCredit- e i loro contributi sui risvolti economici del problema; Ludovico Carlino con un articolo sullo Yemen e sul pericolo jihadista; Antonio Picasso con l'approfondimento sui tribolati rapporti interreligiosi; infine, Farian Sabahi, che ha intervistato la scrittrice Joumana Haddad sulla condizione delle donne islamiche. Accanto ai consueti approfondimenti su Cina, Russia e India, si segnalano due reportage: quello di Riccardo De Mutiis sul Montenegro, in bilico fra Europa e criminalità organizzata, e quello di Emiliano Bos sul Sud Sudan, lo "Stato che verrà".
12,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.