Il tuo browser non supporta JavaScript!

Cierre Edizioni

16,00

Ogni cosa che passa

Paolo Lanaro

Libro: Copertina morbida

editore: Cierre Edizioni

anno edizione: 2019

pagine: 100

In quest'ultima prova narrativa Paolo Lanaro va alla ricerca degli antecedenti familiari, psicologici, morali della vicenda raccontata in Una tazza di polvere (Cierre, 2014). Il tempo dolcemente liquido dell'infanzia e della prima adolescenza si coagula all'improvviso in una sequenza variopinta di flash che illuminano giochi, avventure, amori, illusioni del protagonista e dei suoi amici di un tempo. Ma ne esce anche il ritratto incisivo e profondo di una piccola comunità che vive, e talvolta si trova perfino a sognare, la propria esistenza come se fosse un romanzo, con i tipi, i dilemmi, le atmosfere, che i romanzi sanno offrire ai lettori. Alla fine quello che si presenta come un memoir si trasforma in un piccolo concerto di episodi e di destini che fa da sfondo alle domande, alle paure, alle speranze di un uomo che per capire il significato del suo essere al mondo si sente costretto a tornare indietro, agli esordi iridescenti e volatili della propria storia personale.
12,50

Flora del Veneto

Rizzieri Masin, Carlo Argenti, Bruno Pellegrini, Giorgio Perazza, Filippo Prosser, Silvio Scortegagna, Stefano Tasinazzo

Libro

editore: Cierre Edizioni

anno edizione: 2019

"Flora del Veneto" raccoglie, in due volumi di grande formato, oltre 3100 schede per circa 4000 specie censite, complete di sinonimi e nomi dialettali, fotografie, cartine con la presenza delle piante nella regione, nonché dati su dimensioni, distribuzione per provincia e per altitudine, periodo di fioritura, habitat e longevità. Descrizioni dettagliate e la segnalazione delle specie protette completano le schede, dando forma a un'opera unica per originalità di contenuto, completezza di specie esaminate e ricchezza dei dati. Frutto di studi decennali e di accurate ricerche sul campo da parte dei principali studiosi del settore, i due volumi sono uno strumento indispensabile non solo per gli esperti, ma anche per i semplici appassionati.
150,00

Ricette migranti. 20 piatti, 20 storie di vita

Elena Guerra, Alice Silvestri, Erica Tessaro

Libro: Copertina morbida

editore: Cierre Edizioni

anno edizione: 2019

Venti ricette, accompagnate da altrettanti racconti di vita di donne e uomini che hanno vissuto la migrazione e che ora vivono in Italia. Un viaggio attraverso i continenti per conoscere ingredienti, abitudini, curiosità che possiamo facilmente riprodurre sulle nostre tavole. Cosa si porta con sé quando si lascia il proprio paese? Una ricetta del cuore che, grazie al suo sapore, fa sentire a casa ogni volta che se ne sente il bisogno. Le ricette si modificano negli anni, mescolando ingredienti e abitudini che si trovano nel luogo di transito o di arrivo. I gusti cambiano con la nuova famiglia che cresce in un paese lontano, ma preparare il piatto preferito aiuta a mantenere il legame con chi è rimasto nel proprio luogo di origine. Le storie e le ricette di questa raccolta permettono di immedesimarsi nei protagonisti, viaggiando con loro attraverso il mondo intero: dalla Turchia al Paraguay, dall'Angola agli Stati Uniti, dal Togo al Giappone. Provandoli, non otterrai un piatto "tipico" ma sperimenterai il modo di cucinare di una famiglia, una testimonianza di come i sapori siano stati tramandati e abbiano viaggiato attraversando il tempo e lo spazio. Proprio come le persone.
14,00

Architettura «venetiana». I proti veneziani e la politica edilizia nel Cinquecento

Martin Gaier

Libro: Copertina morbida

editore: Cierre Edizioni

anno edizione: 2019

pagine: 384

Il Cinquecento è considerato il secolo del rinnovamento urbanistico veneziano. Il doge Andrea Gritti (1523-1538) e Jacopo Sansovino sono ritenuti i protagonisti di questo rinnovamento, coloro grazie i quali cominciò finalmente il Rinascimento a Venezia. È convinzione diffusa che nel Cinquecento i "veri" architetti, gli architetti esteti, abbiano finalmente preso il sopravvento sui proti, gli architetti veneziani, più "empirici", più vicini alla figura del Baumeister. Martin Gaier nella sua ricerca sull'attività dei proti tiene però conto per esempio del fatto che spesso le committenze statali più importanti continuarono comunque ad essere affidate a loro, primo fra tutti ad Arnoldo da Ponte come nel caso del restauro di Palazzo Ducale o della ricostruzione del ponte di Rialto. E avanza l'ipotesi, «per permetterne la discussione», che i proti veneziani non siano entrati in competizione con gli architetti forestieri solo per istinto di sopravvivenza, ma che siano stati manovrati o almeno appoggiati dalla parte conservatrice del patriziato, in una sfida politica con le armi dell'architettura.
26,00
14,00

Terra di passo e di confine. Una comunità rurale veneta tra Otto e Novecento: Caselle di Noventa Vicentina

Alberto Girardi

Libro: Copertina rigida

editore: Cierre Edizioni

anno edizione: 2019

pagine: 608

Caselle di Noventa Vicentina è una borgata di circa 300 abitanti, situata al confine con la provincia di Padova e a ridosso del fiume Frassine. Il luogo ha rappresentato nel passato un punto di notevole importanza per i collegamenti, lo scambio di merci e il passaggio di quanti dalla città di Vicenza volevano raggiungere Este o Montagnana o proseguire verso il Polesine, l'Emilia o il Mantovano. A Caselle passava infatti l'unica strada proveniente da Noventa e nell'Ottocento esisteva un porto sulla via fluviale del Frassine. Il volume illustra con estremo dettaglio e basandosi su documenti conservati negli archivi storici statali, comunali e parrocchiali i cambiamenti che questa comunità rurale ha subìto nel corso dell'Ottocento, dal paesaggio alle tipologie abitative, soffermandosi sulle problematiche relative alla salute pubblica, alla sanità, all'istruzione scolastica, alle forme tradizionali di aggregazione come l'osteria o la chiesa. Oltre 400 immagini illustrano i molteplici aspetti descritti nel volume, frutto di una paziente ricerca presso le famiglie per recuperare e riunire un prezioso patrimonio documentario altrimenti disperso e inutilizzabile.
49,00

La pentola di Leonardo. Storie di corte, di vita quotidiana, di cibo, di cucina

Carlo G. Valli

Libro: Copertina morbida

editore: Cierre Edizioni

anno edizione: 2019

pagine: 192

Nel 2019 ricorrono i 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci. Il libro parte da questo evento per descrivere un aspetto inaspettato della sua multiforme personalità: oltre che sommo pittore, scultore, architetto, fisico, geologo, musicista, poeta, egli è stato cerimoniere di corte, organizzatore di spettacoli e banchetti e appassionato di cucina. Ha approfondito l'uso del fuoco, i sistemi di cottura e di pulizia, e ha inventato alambicchi, impianti e forni: marchingegni documentati in questo libro con i disegni e gli appunti originali. Nella "pentola di Leonardo" troviamo approfondimenti sulla sua attività di cerimoniere e regista di convivi e anche sulla sua vita quotidiana. Egli conosceva e praticava le ricette del tempo ed era sensibile ai prodotti della terra, che sapeva come trattare e lavorare. Dai suoi taccuini emergono le liste delle spese alimentari giornaliere, che ci consentono di definire il suo stile di vita e i suoi gusti. Argomenti minori ma di grande interesse e spesso ignorati o non sviluppati nella enorme bibliografia dedicata a Leonardo. Ripercorrendo l'esistenza del grande uomo d'ingegno dalla nascita alla morte, in queste pagine l'autore si concentra in particolare su tali attività, colmando una lacuna nella divulgazione della grandiosa epopea leonardesca.
14,00

Dittatura fake o marketing ignorante? Una risposta scientifica, legale ed etica alla disinformazione di massa

Giuseppe Patat

Libro: Copertina morbida

editore: Cierre Edizioni

anno edizione: 2019

pagine: 200

Leggendo questo libro scoprirete, tra l'altro, che il preside di una Facoltà di Farmacia è in grado di farvi ricrescere i capelli, che Cracco da stellato diventa scienziato "spadellatore" di ricette antitumorali, mentre Cannavacciuolo, nella veste di testimonial del Gorgonzola, afferma che il noto formaggio è povero di grassi. Non vuole essere da meno Scotti che non esita a definire "artigianali" le patatine prodotte da una grande e fiorente industria, mentre i successi della Pellegrini sembrano dipendere dai "superfood" che pubblicizza a pagine intere sui quotidiani nazionali. Troverete le fake degli yogurt ma anche quelle del giornalismo, dei gestori della telefonia, dei naturopati e delle imprese che dicono di essere etiche e sostenibili ma che non producono prove a sostegno delle loro affermazioni. Insomma, un lungo viaggio per una nuova presa di coscienza e per comprendere che la pubblicità oltre a farci sognare, ci deve informare. E non ingannare.
13,00

Scoprire i Balcani. Storie, luoghi e itinerari dell'Europa di mezzo

Libro: Copertina morbida

editore: Cierre Edizioni

anno edizione: 2019

pagine: 344

Un ibrido a metà strada tra libro di suggestioni e guida turistica, per accompagnare il lettore in un lungo viaggio da Trieste al Mar Nero attraversando ex Jugoslavia, Albania, Bulgaria e Romania, introdotto da un inedito di Paolo Rumiz. La terza edizione aggiornata di Scoprire i Balcani diventa la guida ufficiale di Osservatorio Balcani e Caucaso Transeuropa. Il volume vede la collaborazione di Le Courrier des Balkans, Q Code Magazine, East Journal; degli editori Odòs, Bottega Errante e Besa; delle ONG Vis, Cesvi e RTM. Propone inoltre testi inediti degli scrittori Faruk Sehic, Dusan Velickovic e Zdravka Evtimova; un focus sulle tradizioni vitivinicole di Paul Balke, tra i massimi esperti in materia; nuove vignette del fumettista Aleksandar Zograf e illustrazioni di Cristina Portolano, Silvia Rocchi, Igor Sovilj, Milan Simic. Dieci capitoli per dieci territori, pensati come altrettante finestre spalancate su una parte d'Europa ancor oggi poco conosciuta se non nei suoi stereotipi. Un percorso alternativo alle mete tradizionali, attento alla scoperta di splendidi luoghi minori, ai loro racconti - narrazioni, memorie, ricette, poesie o antiche leggende - e alle comunità di contadini e produttori appartenenti a Terra madre, la rete mondiale di Slow Food... per viaggiare in modo consapevole rispettando ambiente, culture e persone.
18,00

I colori della marineria veneziana. Dalla Repubblica alle soglie del XX secolo

Gianfranco Munerotto

Libro: Copertina morbida

editore: Cierre Edizioni

anno edizione: 2019

pagine: 304

Nel corso della storia l'uomo ha sempre sentito l'esigenza di colorare in vario modo, a seconda delle diverse culture, le imbarcazioni su cui navigava: per farsi notare in lontananza da amici e nemici, per ragioni scaramantiche e, infine, per ragioni estetiche o di rappresentanza. Anche Venezia e i suoi marinai non sono sfuggiti a questa tendenza quasi "naturale": navi e barche nate in laguna hanno sempre sfoggiato, in modo più o meno vistoso, colori o decorazioni particolari. Raramente, però, gli studi di storia navale pongono l'attenzione sulla colorazione, che pure rappresentava (e ancor oggi rappresenta) il primo impatto visivo di un natante e, quindi, motivo di memoria visiva. Nel mondo millenario della marineria veneziana, studiato da secoli nei più diversi aspetti tecnici o storici, mancava fino ad oggi una ricerca specifica sulla colorazione sia delle navi, sia delle semplici barche pescherecce o lagunari, con riferimenti alle vele, così importanti nella marineria adriatica, e alle bandiere. Questo volume, basato sull'esame rigoroso e accurato di documenti, materiali e iconografia storica coevi alle epoche trattate, intende contribuire a colmare tale lacuna.
24,00

La basilica di San Zeno

Tiziana Franco, Fabio Coden

Libro: Copertina morbida

editore: Cierre Edizioni

anno edizione: 2019

pagine: 100

Il complesso di San Zeno rappresenta uno dei principali fulcri della vita culturale, religiosa e artistica di Verona. Le progressive fortune di questo insediamento, che accolse una delle realtà benedettine più rilevanti del Nord Italia, si riflettono nella straordinaria quantità di opere d'arte e nelle complicate stratificazioni architettoniche succedutesi in più di un millennio di vita. La fase di maggiore sviluppo dell'abbazia si colloca fra l'XI e il XII secolo, quando furono integralmente riedificati il campanile, il corpo della basilica e il chiostro, secondo i modi del romanico: di questo periodo sono anche le opere di una dei principali artisti del momento, lo scultore Nicolò. Significative modifiche furono portate alla fabbrica fra XII e XIII secolo, con l'inserimento del rosone, ruota della fortuna, in facciata e con la costruzione della grande cripta in onore del santo patrono. L'ultima campagna di lavori si ebbe all'inizio del Trecento con la ricostruzione del chiostro e quindi, alla fine del secolo, con l'erezione del nuovo catino absidale. Proprio al centro del nuovo presbiterio, nel 1459 fu collocata la pala che l'abate Gregorio Correr commissionò a Andrea Mantegna.
11,50

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.