Il tuo browser non supporta JavaScript!

CELID

Una finestra sulle Langhe. Un progetto di Studioata-A window on the Langhe. A project by Studioata

Alberto Rosso, Luigi Prestinenza Puglisi, Giulia Mura

Libro

editore: CELID

anno edizione: 2018

pagine: 64

"Una finestra sulle Langhe" di Studioata è un progetto di nuova costruzione sulle colline Langarole: una piccola casa per vacanze, felice risultato di una collaborazione tra proprietari olandesi, architetti torinesi, amministrazione comunale ed artigiani locali. Un progetto in grado di fare riscoprire bellissime porzioni di territorio troppo spesso dimenticate.
10,00

Che storia è questa. Gli adulti e il passato

Luciano Allegra, Marcella Moretto

Libro

editore: CELID

anno edizione: 2018

pagine: 320

L'Impero Romano, il Rinascimento, il Risorgimento e l'Unità d'Italia, Mussolini e il Ventennio fascista, la Seconda Guerra Mondiale, la Costituzione, la politica in Italia dal dopoguerra a oggi, ma anche la nascita delle industrie, il mito degli 'Italiani, brava gente', la Guerra Fredda, le grandi migrazioni, la diffusione degli elettrodomestici, l'evoluzione dei mezzi di trasporto, l'emancipazione delle donne.Che cosa sanno gli italiani del loro passato più o meno recente? La ricerca prende in esame le risposte fornite a un questionario da un campione composto da più di cento persone di ogni età, sesso, professione. Sedici domande, nessuna volta a scandagliare la conoscenza nozionistica di date e nomi; e nessun intento di sottolineare le perle nere, gli strafalcioni, l'ignoranza delle basi fondamentali del nostro vivere civile. Se però si scopre che meno del 10% degli intervistati ha aperto la Costituzione, e che molti di coloro che l'hanno fatto si sono limitati al fatidico primo articolo, ciò significa che qualcosa, nella trasmissione del sapere, non ha funzionato.
19,00

Academic writing and presentation skills for italian postgraduates

Alice Spencer

Libro: Copertina morbida

editore: CELID

anno edizione: 2018

pagine: 95

9,00

Atto secondo. Nel mare del teatro (1966-1993)

Antonio Attisani

Libro

editore: CELID

anno edizione: 2018

pagine: 272

"Atto secondo", titolo di questo libro e unico superstite di una commedia che, nelle sue altre parti, non verrà mai scritta. Una narrazione che si snoda dal sogno adolescenziale del teatro (chi sa perché?) ai primi passi sulla scena, dalle avventure della formazione al successo professionale, dal Piccolo Teatro al Teatro del Sole e alla cooperazione teatrale. E ancora, nell'Italia degli anni non solo di piombo, il passaggio all'editoria militante, poi alla critica e all'organizzazione culturale. La contrastata direzione di un festival conclude l'atto e prelude al seguente, quello dell'insegnamento universitario. Sempre guidato dall'amore per il teatro. Un amore che non smette di interrogare.
18,00

Otto pezzi facili. Cibo e psicoanalisi

Rosamaria Di Frenna

Libro

editore: CELID

anno edizione: 2018

pagine: 80

"Mangiare produce il contatto, mette in azione il gusto, facendogli riconoscere il sapore, e dunque l'essenza della cosa", scrive Di Frenna. Il contatto è possibile solo se si sta vicini. Se abbiamo teorie che ci danno il permesso di stare vicini. È la base del principio di fenomenologia che spinge a fare attenzione a ciò che succede qui e ora; a pensare che qualsiasi cosa venga detta si possa ascoltare come il racconto di un sogno sognato assieme o come un giocare. [...] L'analista cucina parole, ma guai a pensare che siano solo astrazione e significato. Perché sono anche senso. Le parole hanno corpo, sono cose concrete, si possono ospitare o ci si può far ospitare da esse... (dall'introduzione di Giuseppe Civitarese).
10,00

Il museo diventa impresa. Il marketing museale per il break even di un luogo da vivere quotidianamente

Maurizio Vanni

Libro

editore: CELID

anno edizione: 2018

pagine: 232

Il museo non può più essere considerato solo un contenitore per beni culturali di alto interesse storico-artistico, ma un'istituzione didattica che deve rispondere alle nuove esigenze di pubblici sempre più ampi e diversificati. La struttura museale si apre a nuove strategie di coinvolgimento, a inedite modalità di interazione e a offerte culturali sempre più orientate alla fidelizzazione. Il divertimento, la socializzazione, l'interazione con i diversi mondi della conoscenza, la divulgazione delle collezioni con un approccio interdisciplinare e l'auto-finanziamento diventano elementi imprescindibili. Il museo diventa impresa entrando nel mercato delle aziende private e del tempo libero delle persone.
18,00

Dynamic modelling of mechatronic systems

Basilio Bona

Libro: Copertina morbida

editore: CELID

anno edizione: 2018

pagine: 321

32,00

Lexicon essenziale del linguaggio penalistico di lingua tedesca

Giorgio Licci

Libro

editore: CELID

anno edizione: 2018

pagine: 96

Questo lavoro è dedicato a tutti coloro i quali si trovano a confrontarsi con un linguaggio tecnico, come è quello della letteratura penalistica italiana, teoreticamente imparentato con la dogmatica tedesca e spesso intessuto di dotte citazioni in lingua originale. Al fine di facilitare gli studi e le ricerche, questo volume intende iniziare il lettore alle nozioni fondamentali del lessico penalistico di lingua tedesca, spiegando il significato dei vocaboli essenziali e affiancando alla traduzione letterale indicazioni etimologiche, storiche e dogmatiche. Infine, in appendice sono schematizzati i principali modelli architettonici inerenti la struttura del reato, i quali - formulati dalla dottrina tedesca del secolo scorso - esercitano tuttora una grande influenza sulla letteratura e sulla manualistica italiane.
11,00

Hitler non è mai esistito. Un memorabile oblio

Furio Colombo, Vittorio Pavoncello

Libro

editore: CELID

anno edizione: 2018

"La memoria è un vasto spazio inclinato, che noi pensiamo in perfetto equilibrio, su cui gli oggetti, ovvero tutto ciò che sappiamo del già accaduto, scivolano, a volte in un attimo, verso l'oblio." Queste parole ricorda Furio Colombo di un incontro avuto con Oliver Sachs, che non ha mai teorizzato il problema (che infatti è politico e non medico) del contagio con cui si può indurre a rapide dimenticanze, si può arrivare all'immensa volgarità di negare la vittima di fronte alla vittima, di negare il delitto mentre si sta compiendo.
10,00

Centro di studi metodologici. Atti della presidenza (1947-48/1978-79)

Libro

editore: CELID

anno edizione: 2018

pagine: 626

Il volume raccoglie le Relazioni della Presidenza del Centro di Studi Metodologici con relativi allegati scientifici, dai quali è possibile ottenere un quadro complessivo dell'evoluzione storica e degli innumerevoli campi di indagine del noto sodalizio di scienziati e filosofi che tanta parte ha avuto nella storia delle scienze teoriche e sperimentali dell'Italia contemporanea. Si compone perciò di una sinossi degli organici, di un elenco di tutti i protagonisti, dell'intera serie dei documenti di programmazione e degli "allegati scientifici", in gran parte inediti, che testimoniano in presa diretta le animate discussioni interne avvenute tra alcuni dei suoi maggiori protagonisti (Abbagnano, Geymonat, Bobbio, Frola, Buzano, Leoni, Di Fenizio, Visalberghi, Passerin d'Entrèves, Scarpelli ecc). A questo si uniscono le relazioni del Convegno sulla metodologia della fisica del 1959, tra cui quella di Paul Dirac, il premio Nobel della fisica scopritore dell'antimateria.
28,00

Biomimetics. Technology and innovation for architecture

Giacomo Chiesa

Libro: Copertina morbida

editore: CELID

anno edizione: 2017

pagine: 120

11,00

Pace o guerra? La stampa cattolica nelle diocesi piemontesi: 1914-1915

Libro

editore: CELID

anno edizione: 2017

pagine: 224

Tra i tanti studi sulla Prima guerra mondiale, questo volume si caratterizza per alcune peculiarità. Analizza in modo specifico la stampa e quindi la formazione dell'opinione pubblica. Studia il mondo cattolico che, attraverso un processo per nulla scontato e unilineare, proprio nel corso di quel conflitto compie il suo inserimento definitivo nello Stato, dopo la lunga fase di opposizione alla classe dirigente nazionale e alle istituzioni nazionali.Si sofferma su una regione, il Piemonte, che diede un alto contributo di uomini e di caduti nel corso della guerra e da cui tradizionalmente provenivano gli alti gradi dell'esercito. Una realtà territoriale nella quale l'influenza del clero e della Chiesa era profonda, dove facevano da contrappunto importanti centri di precoce industrializzazione come Torino, Alessandria, Biella, caratterizzati dalla presenza di un proletariato pugnace e combattivo.
16,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.