Il tuo browser non supporta JavaScript!

BOOK TIME

15,00

Un piccolo libro famoso e un gruppo di amici

Giovanna Zavatti

Libro: Copertina morbida

editore: BOOK TIME

anno edizione: 2017

pagine: 64

Come nacque il saggio "Dei delitti e delle pene", tanto citato e così poco letto? Perché all'epoca c'era chi ipotizzava che il libro fosse opera di Pietro Verri e non di Cesare Beccaria? Questo lavoro teatrale fa rivivere l'incontro fecondo di due intelligenze diverse e affini, e racconta l'interessante genesi di un piccolo libro che, con lucidità e passione, presentava proposte concrete per una società più giusta. L'autrice costruisce i dialoghi utilizzando gli scritti di Beccaria, di Alessandro e di Pietro Verri, scritti che esprimono stati d'animo, riflessioni, intuizioni quanto mai attuali. Così questi dialoghi non fanno solo conoscere un momento della nostra storia, ma parlano di noi e per noi. Conformismo e ricerca di autenticità, solidarietà e gelosie, uso ottimale di tempo ed energia, depressione e autostima, male di vivere e impegno a vivere meglio sono alcuni degli argomenti di queste pagine.
7,00

Il sole fermato. Intrighi della chiesa contro la svolta copernicana del 1820

Sandro Tirini

Libro: Copertina morbida

editore: BOOK TIME

anno edizione: 2017

pagine: 164

Nel 1820 siamo in piena rivoluzione industriale. I moti contro i regimi assolutisti sembrano traghettare l'Europa definitivamente nell'età contemporanea mentre Faraday apre la strada dell'elettromagnetismo. Eppure, in Italia, il canonico Giuseppe Settele non può veder pubblicato il proprio compendio "Elementi di Ottica e di Astronomia" perché in esso si sostiene che la Terra gira intorno al Sole e ciò è contro le sacre scritture ("Sole, fermati su Gabaon, e tu, luna, sulla valle di Aialon!" - Giosuè 10:12). Duecento anni dopo Galileo, quindi, il Maestro del sacro palazzo, padre Filippo Anfossi, reinterpreta - tra lo sconcerto della comunità scientifica - il ruolo che fu di Bellarmino in uno scontro diplomatico, culturale e umano che arriverà a coinvolgere anche papa Pio VII. La storia che vi proponiamo in questo volume è il resoconto dei retroscena che portarono la Chiesa ad accettare, finalmente in maniera ufficiale, la teoria eliocentrica. È il 1820: il Sole viene finalmente "fermato".
16,00

Immagini simboliche e metamorfosi di idee

Lina Bolzoni, Mino Gabriele

Libro: Copertina morbida

editore: BOOK TIME

anno edizione: 2017

pagine: 52

Lina Bolzoni e Mino Gabriele discutono del valore delle immagini, della ricerca dei simboli, dell'icona, del potere di trasmissione delle immagini. Tutto nasce dalla pubblicazione de Il primo giorno del mondo di Mino Gabriele. Questo "primo giorno del mondo" è raffigurato in un'immagine che lo rappresenta, ma non è un commento al libro: è un punto di partenza che viene elaborato per dialogare su tutto ciò che l'immagine può recare, causare. Con Lina Bolzoni, Mino Gabriele affronta il tema del ruolo delle immagini, soprattutto quelle simboliche che, nei secoli, possono riapparire sulla scena, assumendo significati diversi, veicolando immagini diverse e interagendo con gli spazi, i luoghi in cui si trovano...
6,00

Jasnaia Poljana Astapovo. La filosofia di Tolstoj

Leon Sestov

Libro: Copertina morbida

editore: BOOK TIME

anno edizione: 2017

pagine: 47

"Il saggio di Lev Sestov qui proposto è un invito a rimeditare una delle figure più alte dell'umanità. In Tolstoj convergono molteplici filosofie, capacità di scrittura uniche, progetti utopistici, idee che sono diventate essenziali per le opinioni del mondo contemporaneo. Egli ha capito come pochi altri l'uomo, senza aggettivi, discernendo il bene che ha in sé da quanto la storia ha deformato in lui e per lui." (Dalla prefazione di Armando Torno)
6,00

Monologhi (a una o due voci)

Luigi Lunari

Libro: Copertina morbida

editore: BOOK TIME

anno edizione: 2017

pagine: 220

Potranno tornare utili alle attrici e agli attori italiani, questi agili testi che Luigi Lunari ha scritto nella sua seconda gioventù di settantenne, quando l'alterna onnipotenza delle umane sorti ha decretato la scomparsa della vecchia drammaturgia in tre atti o due tempi (o dei cinque atti dell'Ariosto di Shakespeare, di Racine...) obbligando l'autore a sintetizzare la propria ispirazione in una forma più rispondente alle esigenze di mercato del teatro contemporaneo: e cioè a dire la limitata lunghezza, lo scarso numero di personaggi, il rapido focalizzarsi della vicenda su un momento o un tema di particolari importanza e significato. Lunari tiene molto a far sapere che questo suo adattamento al "mercato" non è un tormentato piegarsi a nuove e sgradite esigenze; bensì è una spontanea modificazione di contenuti e forme, che rende questi suoi testi più "adatti", nel senso darwiniano del termine, al loro successo nella novità dell'"ambiente". In questo clima di felice libertà, nascono testi di differente tono e valore: dai Ritratti irriverenti (per i quali l'aggettivo più usato è quello di "deliziosi"), alla goliardica esplosione del Padre de li santi; dalla pregnanza ideologica di Amor sacro, amor profano e dell'Ultima vittoria, fino a quel Canto del cigno, in cui l'Autore suole indicare l'opera teatrale che - per vari motivi - più lo rappresenta da vicino e nel profondo.
16,00

Il razzismo italiano e l'attacco a Spinoza

Libro: Copertina morbida

editore: BOOK TIME

anno edizione: 2017

pagine: 61

"Dopo le leggi razziali emanate in Italia nel 1938, uno dei bersagli della cultura del regime fascista fu Spinoza, filosofo di origine ebraica. A Milano scoppiò una polemica proprio intorno all'opera di Spinoza, che venne riportata da 'La Vita Italiana', la vera rivista razzista allora circolante, e ora, per la prima volta, quella parte riguardante il pensatore viene pubblicata con le tesi pro e contro l'opera del pensatore." (Armando Torno). Con il testo di Sossio Giametta "Il duello di Schopenhauer con Spinoza sul problema del male".
7,00

Matteo Ricci e il senso reale del «Signore del cielo». Il contesto storico e culturale

Anne Cheng

Libro: Copertina morbida

editore: BOOK TIME

anno edizione: 2017

pagine: 66

La conferenza si propone di collocare nel suo contesto storico e interculturale la pubblicazione della celebre opera redatta in cinese da Matteo Ricci, edita per la prima volta nel 1603 e recentemente tradotta in francese da Thierry Meynard, S.J., con il titolo 'Le sens réel de «Seigneur du Ciel»' ("Il senso reale del 'Signore del Cielo'")- Questa traduzione è apparsa nella "Bibliothèque chinoise" de Les Belles Lettres.
7,00

Giù le mani dal Liceo classico. Un manifesto reazionario

Miska Ruggeri

Libro: Copertina morbida

editore: BOOK TIME

anno edizione: 2017

pagine: 51

L'autore riflette sulla necessità e sulle modalità del ritorno dello studio delle lingue classiche, non solo a livello scolastico. La riflessione si innesta in una considerazione più ampia sull'istruzione italiana a partire dal dopoguerra.
6,00

Bianche salite. 33 scatti fotografici di Ocram Avil, fotografo scialpinista siberiano

Ocram Avil

Libro: Copertina rigida

editore: BOOK TIME

anno edizione: 2017

pagine: 72

Il progetto fotografico Bianche salite nasce dall'incontro di Ocram Avil con il rinomato gruppo di scialpinismo "La pelle in Engadina". La grande ammirazione del fotografo siberiano per le imprese dei valorosi membri del gruppo è impressa negli scatti di questa raccolta. Le fotografie sono accompagnate da poesie scritte da alcune persone detenute presso il Carcere di Opera (Milano) durante il Laboratorio di Scrittura Creativa.
30,00

Nel cuore della città di Joyce. La Dublino di Ulysses

Marcello Fanfoni

Libro: Copertina morbida

editore: BOOK TIME

anno edizione: 2017

pagine: 314

James Augustine Aloysius Joyce nasce il 2 febbraio 1882 nel sobborgo di Rathgar, Dublino, e questo sarà soltanto il primo degli innumerevoli domicili presso cui si troverà ad alloggiare nel corso della sua vita. Il 1904 è l'anno decisivo per Joyce: in Nassau Street incontra Nora Barnacle che diventerà sua compagna per tutta la vita, e che Joyce immortalerà nelle sue opere. L'8 ottobre 1904 Joyce e Nora partono per l'esilio auto-imposto che li terrà lontani dall'Irlanda per la maggior parte della loro vita. E Joyce, nel suo esilio, non solo imparerà «che cos'è il cuore e ciò che sente», ma realizzerà appieno lo scopo che si era prefissato, ovvero quello di «foggiare nella fucina della mia anima la coscienza increata della mia razza»: con "Ulysses" infatti Joyce forgerà una nuova coscienza per i suoi connazionali, libera dai veleni della religione, del moralismo, del nazionalismo sciovinista. Una coscienza moderna, pacifista, liberale, gioiosa, disinibita, guarita finalmente dalla paralisi, da quella «emiplegia della volontà» che Joyce aveva raccontato in "Dubliners", quando aveva svelato al lettore «lo spettacolo del mondo in catene». Di questo mondo in catene, Dublino è il punto di osservazione privilegiato. La metropoli ibernica diviene paradigma, archetipo, teatro dell'intera vicenda umana, e il percorrere la città, accompagnati dai diciotto capitoli di "Ulysses", sarà a un tempo un itinerario alla scoperta di Dublino, del cuore umano e di quella esperienza umana, di cui "Ulysses" è geniale e irripetibile summa.
20,00

Scoprendo Salinger. Come forse è stato inventato «Il giovane Holden»

Andrea Bosco

Libro: Copertina morbida

editore: BOOK TIME

anno edizione: 2017

pagine: 61

Nessuno sa veramente come J.D. Salinger abbia inventato il suo Holden Caulfield. Nessuno lo sa perché, anche Salinger - prima di autoesiliarsi nei boschi del New Hampshire - in proposito ha detto poco. Nessuno lo sa perché "II giovane Holden" è una invenzione della Einaudi nella traduzione italiana del 1952. Il titolo originale del romanzo, apparso nel 1951, recitava The Catcher in the Rye. Verso intraducibile di una filastrocca gaelica che più o meno significa: "L'acchiappatore nella segale". Andrea Bosco ha immaginato come siano andate le cose. Lettura scenica proposta nel 2010 al Teatro di Verdura di Milano. Con le voci degli attori Marco Balbi e Gianni Quillico e per la regia di Rita Greco. Il testo, purgato dalle note di regia, viene presentato integralmente. Si dipana tra aneddoti e citazioni. Intuizioni che nel tempo si sono dimostrate valide. Con un finale sorprendente, rivelatore, del complesso rapporto di Salinger con il personaggio che lo ha reso immortale. Caso di un personaggio diventato più celebre del suo autore, simbolo della controcultura americana, "Il giovane Holden" è un romanzo conosciuto in tutto il mondo che ancora divide.
10,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.