Il tuo browser non supporta JavaScript!

Aracne

I primi mille giorni di vita. Lo sviluppo psico-fisico della persona dal concepimento alla prima infanzia. Premesse antropologiche per una riflessione etica

Branka Gabric

Libro: Copertina morbida

editore: Aracne

anno edizione: 2022

pagine: 520

Il volume analizza i primi mille giorni della vita umana, compresi tra il concepimento e il secondo anno, studiati in una prospettiva interdisciplinare: quella della storia, delle scienze, della biologia e della psicologia, dell'antropologia e dell'etica. Lo studio si colloca nell'ambito della bioetica fondamentale, ed è la premessa indispensabile per qualunque riflessione, normazione e decisione che riguardi l'essere umano in questo inizio della sua avventura esistenziale. In genere, si parla di vita prenatale o di vita neonatale e infantile, supponendo una cesura forte dal punto di vista ontologico, etico e giuridico fra queste due fasi della vita umana. La scelta di mettere a tema i primi mille giorni può, quindi, sembrare insolita, ma questa ci permette di mostrare che, partendo dalla vita embrionale, il bambino si sviluppa secondo una logica continuità, che prosegue ininterrottamente in ulteriori cicli vitali. È davvero paradossale che, mentre crescono le conoscenze scientifiche sullo sviluppo prenatale e postnatale e sulla continuità di tale processo evolutivo, dall'altro lato molti bioeticisti e filosofi neghino il valore antropologico proprio ai bambini durante i loro primi mesi e anni di esistenza. Tale dibattito sarà ampiamente affrontato nel libro.
28,00

Lizzie Siddal. L'artista dietro l'icona

Arianna Testa

Libro: Copertina morbida

editore: Aracne

anno edizione: 2022

pagine: 164

Elizabeth Siddal è una figura assai complessa, un'artista d'avanguardia ingiustamente sottovalutata da una critica che, per oltre un secolo, l'ha ridotta ad un personaggio, basandosi esclusivamente sulla sua vicenda personale peraltro romanzata. Sarta, modella, musa, amante e moglie: queste le molteplici identità che Lizzie ha assunto fino agli anni '70 del Novecento, quando la critica letteraria, forte di una nuova impronta femminista ha riscoperto i dipinti e le poesie di cui fu autrice. Con una analisi e una profonda riflessione sulla sua persona 360°, il volume va a restituire a Lizzie quella dignità e identità di artista di cui è stata ingiustamente privata.
14,00

1/137. La Costante di struttura fine. Il codice PIN della natura

Fausto Intilla

Libro: Copertina morbida

editore: Aracne

anno edizione: 2022

pagine: 112

La realtà come la conosciamo è vincolata da un insieme di costanti, numeri e valori che descrivono un ampio spettro di proprietà fisiche che caratterizzano il mondo che ci circonda. Una costante fisica, altro non è che un insieme di quantità fondamentali invarianti, osservate in natura e che appaiono nelle equazioni teoriche di base della fisica. Un'accurata valutazione di queste costanti è essenziale per verificare la correttezza delle teorie fisiche e per consentire tutte le applicazioni tecniche possibili, sulla base appunto, di tali teorie. Le costanti fisiche possono assumere molte forme dimensionali; ad esempio la velocità della luce indica una velocità massima per qualsiasi oggetto e la sua dimensione è la lunghezza divisa per il tempo. Tuttavia, non tutte le costanti fisiche hanno delle caratteristiche dimensionali. Alcune, come quella in esame tra le pagine di questo libro (ovvero la "costante di struttura fine", ?), sono adimensionali. A tutt'oggi, non esiste alcuna teoria che spieghi perché tutte le costanti di natura conosciute, abbiano i valori che hanno. In questo breve volume scritto in forma divulgativa, l'autore si propone di scandagliare tutti gli aspetti significati di una sola di tali costanti di natura; quella che misteriosamente emerge (in forma approssimativa) da questa semplice frazione: 1/137 (la costante ?, sogno e incubo di molti fisici che hanno a cuore la ricerca della verità, in ogni ambito del sapere umano).
12,00

Filosofia dell'ecologia

Leonardo Dini

Libro: Copertina morbida

editore: Aracne

anno edizione: 2022

pagine: 52

Una riflessione filosofico-scientifica sul divenire, l'agire e l'Essere della Natura, descritta mediante una teoria filosofica della Ecologia. Il tentativo di rendere percorribile una prassi del rispetto globale della Natura e del pianeta, a partire da una palingenesi del rapporto tra specie e Natura, nella consapevolezza che la Oikos comune di umani, animali, piante, è il Cosmo e non semplicemente il pianeta stesso.
8,00

La rappresentazione mediatica dello "Stato islamico"

Valeria Salanitro

Libro: Copertina morbida

editore: Aracne

anno edizione: 2022

pagine: 180

Cogliere il processo di costruzione identitario messo in atto, con dovizia certosina, dai miliziani jihadisti, che hanno normalizzato l'uso retorico delle immagini mediante le quali mostrare violenza, esclusione e auto-celebrazione; nonché sublimazione del latente e del non detto, ossimoricamente ostentato attraverso il ricorso a codici plurali e fortemente calibrati sul destinatario; ma anche liminarità e tanatoprassi di quell'altra società rappresentata dall'Occidente empio, sono state le determinanti costituenti l'oggetto della presente ricerca. L'analisi di questa guerra per immagini - termine qui provocatoriamente impiegato, poiché non si allude né alla mera dimensione religiosa, né conflittuale, bensì a quella geopolitica e militare - prosegue con una descrizione densa dei frame istituiti da alcuni media nazionali e locali, per cercare di scardinare le formazioni discorsive e le oggettivizzazioni dell'Altro, funzionali alla dimensione politica del suddetto quadro sinestetico, specchio di una stereotipizzazione ed estremizzazione di quella banalità del male di Arendtiana memoria.
12,00

Il male estremo. Fenomenologia del genocidio

Libro: Copertina morbida

editore: Aracne

anno edizione: 2021

pagine: 480

Il genocidio non è un atto di intolleranza, anche se spinto all'estremo. È la costruzione di un nemico. Di un nemico inerme, che non potrà mai vincere. Su cui si possono proiettare le proprie paure senza che si debba propriamente avere paura di lui. Nei cui confronti il diritto di uccidere è indiscutibile e illimitato. Nel genocidio non si prende una differenza e la si perseguita, ma si crea una differenza per poterla perseguitare. Perché? Per proiettare fuori la paura. Per sentirsi sicuri dentro solidi e indiscutibili confini. Per sentirsi forti ed eroici trionfatori sul male. Per compiacersi di essere buoni e giusti. Per stringersi meglio insieme in una presunta "identità". Per godersi una facile vittoria che fa sentire tanto, tanto potenti. O, molto semplicemente, per essere non-diversi, quindi normali.
20,00

Il linguaggio e le lingue: tra teoria e storia. Atti del I Convegno Cispels (Roma 17-19 Settembre 2018)

Libro: Copertina morbida

editore: Aracne

anno edizione: 2021

pagine: 556

Il volume raccoglie gli atti del I Convegno Cispels tenutosi a Roma, presso il Dipartimento di Filosofia della Sapienza - Università di Roma, nella suggestiva cornice di Villa Mirafiori, il 17-19 settembre 2018. L'evento è scaturito dalla nascita e crescita di diverse iniziative convergenti: nel 2015 la costituzione in Italia del Cispels (Coordinamento Intersocietario per la Storia del Pensiero Linguistico e Semiotico) e del Laboratorio di storia delle idee linguistiche del Dipartimento di Filosofia della Sapienza; nel 2016 l'avvio delle scuole estive di Stresa e il convegno romano su Pagliaro e la ricezione di Saussure; nel 2017 candidatura di Milano a Ichols 2020. Due gli obiettivi del convegno, che appaiono pienamente realizzati nei numerosi contributi proposti: 1) costruire un'occasione di confronto intorno agli oggetti possibili e ai metodi dell'analisi storica e storico-teorica in ambito linguistico e semiotico, riprendendo e sviluppando all'altezza dell'oggi le questioni sollevate agli albori della disciplina, anche in relazione all'assetto complessivo delle ricerche linguistiche; 2) offrire una mappa delle ricerche in corso nel campo della storia delle idee e delle dottrine linguistiche, mediante la partecipazione sia di colleghe e colleghi delle società scientifiche coinvolte, sia di giovani ricercatori che si stanno formando nei diversi settori della ricerca storico-teorica, in Italia e all'estero.
28,00

Il vitello rampante

Maurizio Modugno

Libro: Copertina morbida

editore: Aracne

anno edizione: 2021

pagine: 376

È al tempestoso tramonto del Settecento che si svolge "Il vitello rampante". La vicenda d'una famiglia della nobiltà pugliese, i Vitulli di Mola di Bari, rappresenta in questo romanzo storico la metafora della fine di un'epoca affascinante e complessa qual è stato il Secolo dei Lumi nel Regno di Napoli, con le sue grandezze e le sue miserie, con il suo fasto cortigiano e le sue tradizioni popolari, con il suo anelito alla pace e le sanguinose rivoluzioni non sue. Discendente da quella famiglia, l'Autore ne ha ritrovato una documentazione storica d'eccezionale ampiezza e per massima parte inedita. Ove l'orgoglio e le ambizioni del protagonista - Donato Antonio, cavaliere e inquisitore dell'Ordine Costantiniano di San Giorgio - il successo e gli onori che lo porte-ranno alla corte di Ferdinando IV di Borbone, dovranno fatalmente infrangersi contro forze di lui e della sua civiltà troppo più grandi. E il richiamo sottile del crepuscolo sembrerà ergersi come il vincitore ultimo. Non sarà realmente così. Nel doppio scenario d'una Puglia ammaliante e d'una Napoli meravigliosa capitale, sfileranno i Borbone e i Bonaparte, Francesco Caracciolo e lady Hamilton, rivoluzionari e sanfedisti, asceti e briganti, aristocrazia e popolo. Al centro rimarrà sempre quel "gruppo di famiglia in un palazzo" unito dal sangue e dalla terra, dal nome e dallo stemma con il vitello rampante.
26,00

Dizionario enciclopedico di araldica, nobiltà, sovranità e cavalleria

Luca Scotto di Tella de' Douglas

Libro: Copertina morbida

editore: Aracne

anno edizione: 2021

pagine: 988

Il Dizionario Enciclopedico di Araldica, Nobiltà, Sovranità e Cavalleria è una opera imponente, a colori, di enorme valore educativo ed accademico, dotata di una quantità incredibile di informazioni ed immagini artistiche, storiche, rare (dipinti, disegni, miniature, incisioni, stampe, fotografie), una opera di altissima cultura, unica nel suo genere, atta ad informare e formare (sulle tematiche espresse nel titolo, sconosciute o mal conosciute ai più), tutti, addetti ai lavori e semplici appassionati.
97,00

Per una pedagogia della motivazione

Roberto Travaglini

Libro: Copertina morbida

editore: Aracne

anno edizione: 2021

pagine: 288

Gli educatori sono chiamati ad assolvere un compito qualitativamente "nuovo" (visto il tradizionale scollamento tra teoria e prassi educativa); per svolgerlo e rendere davvero funzionali i percorsi educativi, essi devono volgere l'attenzione verso una pedagogia della motivazione che non solo riconosca a ogni studente una sua forma mentis, ma che pure favorisca una naturale spinta all'autorealizzazione, avvalorata oltre che dalla cultura occidentale anche da quella estremo-orientale, grazie alla quale entra in gioco l'idea di un soggetto che apprende in modo ottimale quando mantiene un sano contatto con ciò che è reale, presente, purché educato ad accettare l'entità e la natura dei propri limiti e a superare ogni possibile dualità, come natura/cultura, mente/corpo, ragione/emozione, retaggio di un razionalismo storico-filosofico tutto occidentale.
17,00

Pensiero e poesia in Dante. Esercizi di filologia dantesca

Raffaele Pinto

Libro: Copertina morbida

editore: Aracne

anno edizione: 2021

pagine: 240

Sebbene locali, in quanto destinati a chiarire luoghi puntuali dell'opera dantesca, per giunta disseminati su tutto l'arco cronologico della produzione del poeta, questi esercizi aspirano a metterne in luce una caratteristica globale: il fatto che i testi che la compongono dialogano fra di loro in una costante tensione di rimaneggiamenti e palinodie che in certi casi affiorano anche all'interno del testo singolarmente considerato (la cui struttura, in Dante, è quasi sempre provvisoria). La nozione di "flusso testuale" è la più idonea a descrivere le modalità dantesche di scrittura, poiché mette meglio a fuoco il dinamismo di un pensiero che si sviluppa attraversando le opere ed i registri espressivi, e che quindi in gran misura trascende le une e gli altri.
13,00

Tragic Rhetoric. The Rhetorical Dimensions of Greek Tragedy

Libro: Copertina morbida

editore: Aracne

anno edizione: 2021

pagine: 412

In this book important aspects of the rhetorical dimension of Greek tragedy are analyzed with an updated approach to the subject. These elements include rhetoric linked to emotions and gender, affective communication, silences, visual euphemisms, the influence of progymnasmata, the rhetoric of secondary characters (including the messenger) and the presence of the term enarges in Greek theatre.
19,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.