Il tuo browser non supporta JavaScript!

Alpes Italia

Un educatore da favola. Riconoscere il proprio stile educativo attraverso i personaggi delle favole

Roberto Latella

Libro: Copertina morbida

editore: Alpes Italia

anno edizione: 2019

pagine: 106

Ogni educatore, che sia un insegnante, un genitore o un operatore sociale pratica un proprio stile educativo. Questo libro si propone di essere uno strumento utile per riconoscere e valorizzare il proprio, viaggiando attraverso il mondo delle favole. Potremo così scoprire di essere un educatore Peter Pan alla ricerca dell'eterna giovinezza o un'educatrice Alice nel paese delle meraviglie guidata dalla propria curiosità o ancora l'educatore Robin Hood che si nutre di giustizia sociale. La premessa è che quando ci troviamo in una relazione educativa esprimiamo qualcosa di profondamente nostro, che ha a che fare con la nostra storia: riconoscerlo ci aiuta a governarne i rischi ed esaltarne i punti di forza. I personaggi delle favole possono essere uno specchio nel quale incontrare se stessi, poiché le favole nascono sempre da presupposti pedagogici. L'obiettivo non è quello di cercare lo stile migliore, ma di essere consapevoli del proprio e sapere che in situazioni diverse possono essere utili stili diversi, e che più conosciamo ciò che è nelle nostre corde e più, se necessario, potremo sperimentarci con stili diversi. Il libro propone strumenti concreti per lavorare, nei gruppi o da soli, per far emergere attraverso la metafora questi diversi stili.
11,00

Dipendenze. Sviluppo, stress, adattamento

Libro: Copertina morbida

editore: Alpes Italia

anno edizione: 2019

pagine: 280

Lo sviluppo di un individuo appartenente alla specie umana implica un continuo lavoro di adattamento delle spinte biologiche agli innumerevoli e cangianti contesti socio-culturali di appartenenza. La dinamica delle dipendenze è un significativo osservatorio da cui considerare gli aspetti evolutivi (Psicologia evolutiva), neurobiologici (Neuroscienze affettive) e relazionali-ambientali in quel periodo di particolare stress adattativo quale è l'adolescenza e la giovane età adulta. Da questa molteplicità di fattori in interazione, appare sempre più difficile e improbabile riuscire a circoscrivere il fenomeno dell'addiction in un modello disciplinare, e sempre più evidente e necessario utilizzare un approccio culturale, capace di muoversi tra diverse discipline, ridefinendole come strumenti per la costruzione dei nessi che formano il "groviglio" della realtà. Tra questi contributi, di particolare interesse è quanto attualmente deriva dal lavoro di ricerca delle Neuroscienze affettive, che prendono in considerazione, in una prospettiva evoluzionistica, i sistemi motivazionali/emozionali nella dinamica adattiva, in particolare dei mammiferi e degli appartenenti alla specie umana.
23,00

Lacan e le scienze sociali

Markos Zafiropoulos

Libro: Copertina morbida

editore: Alpes Italia

anno edizione: 2019

pagine: 209

Il pensiero di Jacques Lacan e il suo "ritorno a Freud" rilanciano problematiche dell'analisi del collettivo poco conosciute. La ricostruzione archeologica del suo pensiero permette di circoscrivere la posizione propria di Lacan, così come le sue coordinate e le sue contraddizioni. È evidente che l'autore de "I complessi familiari" chiama in causa la "legge della contrazione familiare", di Durkheim, relativa al passaggio dalla famiglia allargata alla famiglia coniugale, per ricavare una sua diagnostica, relativa al "complesso di Edipo". Siamo all'atto fondatore della psicoanalisi, con l'evoluzione sintomatica delle forme della nevrosi e del malessere dato dalla società. La lettura dei testi, che gravita per intero intorno alla figura del "padre umiliato", è rivelatrice della portata del "romanzo familiare". Il Lacan che legge Durkheim chiede di essere interrogato alla luce della teoria, nei suoi rapporti con Freud, laddove questo si occupa del disagio della civiltà. Lo studio avente per soggetto Lacan e le scienze sociali permette di situare il contributo del pensiero di Lacan relativamente al legame sociale, rapportandolo ai maggiori esponenti del pensiero contemporaneo.
22,00

Storia del controtransfert. Da Freud alla scuola inglese delle relazioni oggettuali

Alberto Stefana

Libro: Copertina morbida

editore: Alpes Italia

anno edizione: 2019

pagine: 175

"Il presente volume è un'analisi completa, dettagliata ed eminentemente giusta dello sviluppo graduale, dei problemi e della crescente sofisticazione del concetto di controtransfert, e del suo utilizzo terapeutico. Stefana fornisce lo sfondo storico all'origine controversa della scoperta delle complicazioni del controtransfert nella gestione del transfert, e approfondisce appropriatamente la descrizione di nuovi sviluppi teorici e clinici per consentire al lettore di raggiungere le proprie conclusioni sulle controversie contemporanee sulla gestione del controtransfert. Questo libro è una storia affascinante di scoperte psicoanalitiche e dovrebbe essere di grande interesse pratico non solo per il clinico psicoanalitico, ma è anche un contributo accademico allo studio dello sviluppo della scienza psicoanalitica." (Otto Kernberg). Presentazione di Nino Dazzi. Prefazione di Bob Hinshelwood.
16,00

Manuale di psichiatria contemporanea. L'impatto della società moderna sulla pratica psichiatrica

Libro: Copertina morbida

editore: Alpes Italia

anno edizione: 2019

pagine: 313

La psichiatria, come tutta la medicina, è una disciplina in rapido e continuo cambiamento. Le competenze cliniche richieste oggi agli psichiatri sono molto diverse da quelle che erano necessarie solo alcuni anni fa, così come i bisogni formativi per gli psichiatri e gli operatori dell'area della salute mentale sono molto cambiati rispetto al passato. Certamente il radicale cambiamento nell'operatività medica è almeno in parte legato ai mutamenti sociali occorsi negli ultimi anni, che hanno profondamente modificato le relazioni umane e il modo in cui le persone affrontano la vita quotidiana e le sue difficoltà. Con la pubblicazione di questo volume ci siamo riproposti di colmare il divario attualmente esistente nella pratica clinica psichiatrica. Per raggiungere tale obiettivo abbiamo cercato di portare all'osservazione del lettore alcune sindromi "moderne", abbiamo riletto in chiave contemporanea alcune sindromi "classiche" e, infine, abbiamo cercato di mettere in risalto la relazione tra cambiamenti sociali e sviluppo di psicopatologia.
29,00

La conversazione nell'era digitale. Come la tecnologia sta plasmando il nostro cervello sociale

Federica Fiorilli

Libro: Copertina morbida

editore: Alpes Italia

anno edizione: 2019

pagine: 79

L'uomo presenta una serie di bisogni sociali che gli garantiscono la sopravvivenza e strutture cerebrali deputate all'elaborazione dei segnali implicati nella comunicazione con i suoi simili. Partendo dalle più recenti scoperte delle neuroscienze affettive e integrando i dati con la ricerca sperimentale in ambito psicologico e sociale, il libro vuole condurre una riflessione sull'importanza della conversazione e su come essa abbia subito cambiamenti qualitativi e quantitativi nel corso del progresso tecnologico. In un mondo in cui la motivazione sociale di approvazione e rango sembra aver preso il sopravvento su bisogni altrettanto importanti come la condivisione e la necessità di cura, sicurezza e affetto da parte di altri per noi significativi, il modo più efficace per sentirsi esseri umani è quello di recuperare il dialogo reale ormai troppo spesso trascurato come conseguenza di una globalità sempre più connessa alla rete.
12,00

Scomposizioni. Poesie (1979-2019)

Doriano Fasoli

Libro: Copertina morbida

editore: Alpes Italia

anno edizione: 2019

pagine: 125

"Sono poesie che invitano alla confidenza. In esse sensibilità fresca e pungente, dai tocchi spesso acuminati [...] incessante lotta che traspare, non per la vita, ma per sentirsi vivo. Da una parte il sentimento e dall'altra, remoto quasi sempre, a volte più vicino, evidente lancinante, il risentimento: anzi il furore, la rabbia d'essersi abbandonato (a se stesso alla propria onda emotiva, alla propria richiesta d'indulgenza per le debolezze che contrassegnano l'età adulta)." (dalla prefazione di Franco Cordelli) Introduzione di Paolo Lagazzi.
13,00

Innamorarsi di uno psicopatico. Le relazioni amorose patologiche in psicoanalisi e nel cinema

Silvestro Lo Cascio

Libro: Copertina morbida

editore: Alpes Italia

anno edizione: 2019

pagine: 122

Una lettura psicoanalitica delle relazioni amorose patologiche per far luce su un fenomeno che coinvolge ormai tantissime persone che nell'amore trovano o hanno trovato solo sofferenze. Un libro per osservare quali dinamiche inconsce muovono quei meccanismi irrazionali che portano una donna a "innamorarsi di uno psicopatico". Uno studio del costrutto di psicopatia, per sviscerarla in tutte le sue sfaccettature, fino ad arrivare alle componenti narcisistiche che la caratterizzano. Partire quindi dalla psicopatia, utilizzarla quasi come un prototipo del male, per conoscere alcuni tratti di molti uomini violenti. Una visione delle identificazioni che avvengono in determinate coppie per approfondire le dinamiche sentimentali connesse a perpetuate scelte masochistiche del partner. Percorrere allora le relazioni non ricambiate, le relazioni dove ad amare è solo uno dei due partner. Le relazioni dove l'amore è ricercato nell'odio e nella sofferenza. Le relazioni che sfociano nella violenza; le relazioni che nascono dall'inganno; le relazioni dove uno dei due, e in genere la donna, assumerebbe il ruolo dell'oggetto da controllare, da possedere, da distruggere, come se avesse un che di terribile da espiare, e l'unico modo per farlo è quello di sottostare al suo innamorato. Le relazioni caratterizzate da una forte attrazione per il male, le relazioni dove a sedurre è ciò che fa paura. Psicopatia, narcisismo e masochismo faranno da trama ai traumi subiti o perpetrati. L'amore visto da un'altra prospettiva: quella oscura, quella che fa male, quella che fa tanto soffrire e lascia nell'angoscia quando finisce. Relazioni in cui, uomini senza scrupoli annullano, con violenza fisica o anche psicologica, la soggettività di quelle donne che li hanno amati e difesi dai giudizi della gente, trascinandole dentro una perversione relazionale senza via d'uscita. Per concludere, un capitolo dedicato al cinema per parlare ancora di donne e delle loro storie. E per incontrare queste donne e le loro storie, si è deciso di andarle a cercare al cinema, esattamente nei film. E non importa se hanno interpretato ruoli da protagoniste oppure no, si è scelto semplicemente di vedere tanti film per cercarle, osservarle, incontrarle.
13,00

In viaggio con De Martino nella Lucania rurale tra magia e medicina popolare

Emilio Servadio

Libro: Copertina morbida

editore: Alpes Italia

anno edizione: 2019

pagine: 391

"Questo libro di Biancamaria Puma è un contributo molto importante alla storia culturale e politica del nostro Paese. Esso può avere sugli studiosi il medesimo effetto che ebbe, nell'ultimo anno del secolo scorso, la pubblicazione degli inediti gramsciani. Penso alle celebri Lettere dal carcere di Antonio Gramsci che furono pubblicate, come Lettere 1926-1935 includendo le risposte della cognata Tatiana Schucht, solo nel 1999. Questo libro costituisce un passaggio importante per chi voglia praticare una nuova via di consilienza tra antropologia culturale e religiosa, biomedicina e psicoanalisi. Tale percorso è reso piu agile dal fatto che la psicoanalisi in questione a sua volta mette in atto una propria peculiare forma di ricerca sul campo, se non una vera e propria etnografia autonoma, manifestandosi come una scienza attenta alle persone nella pratica. Quei mondi disciplinari, seppure diversi, condivisero una comune sensibilità conoscitiva nel cogliere l'indole delle pratiche magico-religiose nella dimensione umana, esistenziale, culturale, talora nei rapporti di forza tra istituzioni visibili ed esperienze invisibili, tra materialità e spirito, tra istituzione e persona. E anche grazie a loro che le psico-antropologie odierne possono offrirsi come strumenti utili per comprendere le attuali forme di (ir)razionalismo e di (neo)oscurita, nonché i complessi magismi delle istituzioni e le stregonerie degli Stati nazionali contemporanei.In un percorso di studio e di ricerca di sicuro valore, destinato a sollevare nuovi interessi filologici e storici sulla vicenda peculiare della ricerca psico-antropologica dedicata agli aspetti magico-religiosi del Sud d'Italia, Puma ci mette a disposizione un materiale di grande importanza e lo fa con toni di incisività e chiarezza, con parole di amorevolezza e fiera rivendicazione del ruolo del Maestro. Sentimenti che traspaiono da una scrittura attenta alla documentazione e nondimeno appassionata e partecipe, che possono essere valorizzati alla lettura e che ci consentono di ricostruire, con maggiore dovizia documentale, una fase strategicamente importante della storia politico-culturale del nostro Paese." (dalla Prefazione di G. Pizza)
25,00

Dietro al cuore un manipolatore

Fabio Lattanzi

Libro: Copertina morbida

editore: Alpes Italia

anno edizione: 2019

pagine: 117

Marina, Stefano, Sara, Michele, Rossella sono i protagonisti di storie vere. Attori passivi e attivi di un processo mentale distruttivo. Vittime di un cuore manipolatore. Dietro al cuore un manipolatore, designa i tratti caratteristici dell'amore malato, della violenza psicologica, della manipolazione affettiva, del narcisista patologico. Attraverso un linguaggio semplice fornisce gli strumenti per comprendere se chi si ha di fronte è "il carnefice" di una relazione che inevitabilmente porterà alla demolizione del proprio "io". Che sia la vittima o l'autore, la manipolazione e la violenza in tutte le loro forme non potranno che lasciare segni nella vita di chiunque si imbatta in questo tipo di relazioni cosiddette appunto "malate". Una trappola pericolosa in cui è facile cadere e da cui è difficile liberarsi. Si cerca di spiegare cosa succede a livello psicologico a una persona che ha avuto a che fare con un narcisista, come sia difficile venire fuori da questo genere di relazioni e quanto alle volte riprendere in mano la propria vita richieda un lungo percorso di "riabilitazione" psicologica. Tracciare l'identikit del manipolatore sentimentale è possibile dal momento che questi individui presentano alcune caratteristiche comuni. Il manipolatore è quindi un individuo (uomo o donna) che mette in atto nei confronti dell'altro una manipolazione psicologica. Attraverso un test il libro consente di riconoscere se l'individuo con il quale ci si sta relazionando sia un manipolatore affettivo. L'illusione di unicità e la grandezza del sé, la credenza di essere speciale, la convinzione di possedere la verità e la pretesa di continue prove d'amore sono i tratti distintivi della narcisista manipolatrice, omologo al femminile del narcisista perverso. Lo stalking è un'altra terribile forma di violenza messa in atto da un conoscente o un ex fidanzato di solito dopo la fine di una relazione o da uno sconosciuto in cui ci si è imbattuti per caso che spesso sfocia in terribili conseguenze per la vittima. Dimostrare di essere stati vittime di stalking risulta spesso difficile dal momento che una normativa esiste, ma resta non facile distinguere la condotta del persecutore da quella di un corteggiatore o di un fidanzato appiccicoso. Difficile è fornire anche le prove di tale reato come nel caso delle prove online, che per avere una valenza legale devono essere accompagnate da una copia autentica del documento informatico da allegare alla denuncia. A questo viene in soccorso l'informatica forense, che è appunto la scienza che studia l'individuazione, la conservazione, l'estrazione, l'impiego e ogni altra forma di trattamento del dato informatico. La consulenza tecnica informatica, infatti, è fondamentale nei casi in cui le prove sono da ricercare in strumenti informatici. Di recente l'informatica forense e la mobile forensics hanno partorito una APP contro lo stalking: Mytutela, la prima APP al mondo gratuita che permette di registrare i dati del proprio smartphone facendone una copia forense. Che si tratti di manipolazione, stalking, rapporti con narcisisti e bordeline, fondamentale è uscire dalla trappola psicologica del carnefice, che in alcuni casi può addirittura risultare mortale.
12,00

Il reale interesse del minore. Guida per professionisti e genitori coinvolti nelle separazioni conflittuali

Paola Di Maggio

Libro: Copertina morbida

editore: Alpes Italia

anno edizione: 2019

pagine: 91

Rivolto a professionisti e genitori coinvolti nelle cause di separazione e divorzio, il libro esplora nel dettaglio le problematiche tecniche ed emotive che necessitano di essere correttamente gestite al fine di assicurare realmente l'interesse del minore. L'attenzione è rivolta alla necessità che ognuna delle figure coinvolte conduca i coniugi alla risoluzione e non all'alimentazione della conflittualità. Separazione e divorzio, in quanto fenomeni di natura psicologica, non possono essere risolti semplicemente imponendo dall'alto le norme del diritto. I capitoli descrivono come gli stessi giudici, avvocati, consulenti tecnici, operatori dei servizi sociali, debbano coltivare specifiche doti professionali e umane, e utilizzarle per sanare questa frattura esistente tra diritto civile e bisogni emotivi della famiglia divisa. È necessario accompagnare la coppia genitoriale verso lo scioglimento di personali, dolorosi nodi, scioglimento che nulla condivide con le estenuanti e lucrose guerre delle separazioni giudiziali. L'ultimo capitolo descrive le principali forme di malessere che i figli manifestano, affiancando ad esse concrete prescrizioni per i genitori.
13,00

Come vivere con lui ed essere felici. Mariti, compagni e altre storie di improbabile convivenza umana

Rosa Romano Toscani

Libro: Copertina morbida

editore: Alpes Italia

anno edizione: 2019

pagine: 129

Un modo spiritoso, ironico, paradossale per parlare della coppia, del divertente, noioso, delirante, gratificante modo di stare o "non stare" insieme. Afferma Paolo Bertrando che esiste una correlazione tra terapia e umorismo, esso è una via d'uscita dalla prigionia del quotidiano, ed è forse questa la motivazione che mi ha spinto, ascoltando da più di trent'anni situazioni di difficoltà tra moglie e marito, a cercare analogie, somiglianze da cui far emergere paradossi relazionali. I paradossi sono la materia prima della comunicazione umana ed essi sono inscritti in regole mutevoli che richiedono di essere continuamente ridefinite. La libertà di parlare in modo assurdo e di ammettere alternative illogiche, di ignorare la teoria dei tipi, è essenziale per relazioni umane soddisfacenti. Ci sono varie tipologie di matrimonio e questo libro vuole occuparsi soltanto di quello più comune. La moglie oblativa, madre, amica e il marito un po' sprovveduto. È questo il tipo di rapporto in cui gli aspetti di masochismo e di sadismo impediscono all'Eros di fluire liberamente e creano legami duraturi, sì, ma sofferenti da entrambe le parti. Presentazione di Anna Maria Nicolò. Prefazione di Domenico Chianese.
13,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.