Il tuo browser non supporta JavaScript!

Carocci: Studi superiori

Antropologia della comunicazione. Interazioni, linguaggi, narrazioni

Vincenzo Matera, Angela Biscaldi

Libro

editore: Carocci

anno edizione: 2016

In che rapporto stanno i nostri atti comunicativi quotidiani, anche i più semplici e apparentemente banali, con le più ampie cornici di senso dettate dalla società e dalla cultura? Quanto siamo liberi di esprimerci e di agire sul mondo tramite essi? E quanta possibilità abbiamo di comprendere gli altri, nostri contemporanei, che si muovono nei nostri stessi spazi sociali (o virtuali) ma che spesso fanno riferimento a orizzonti di significati e di valori sempre più eterogenei? Il libro fornisce un contributo allo studio del rapporto tra comunicazione e cultura a partire dall'analisi etnografica delle interazioni, dei linguaggi e delle narrazioni attraverso le quali gli individui fanno esperienza del mondo; negoziano con gli interlocutori ruoli, rappresentazioni del Sé, visioni del mondo; costruiscono appartenenze; scelgono forme di partecipazione sociale e politica; immaginano il loro futuro.
15,00

Insegnare storia nella scuola primaria e dell'infanzia

Walter Panciera

Libro: Copertina morbida

editore: Carocci

anno edizione: 2016

pagine: 175

Il volume tratta in modo sistematico le questioni relative all'insegnamento della storia ai bambini, partendo dallo stato dell'arte e dalle finalità culturali e formative della disciplina, per passare poi ai suoi legami con gli assetti programmatici in ambito europeo e nazionale e finire con le strategie e le modalità di utilizzo didattico. Queste ultime sono riferite, con particolare attenzione, allo sviluppo delle competenze specifiche e trasversali di base offerte dalla disciplina storica per quanto riguarda la formazione del cittadino. L'aggiunta di esempi pratici e delle opportune appendici legislative e documentarie, oltre che di un'aggiornata bibliografia di riferimento, rende più concreta ed esauriente una proposta utile anche per gli insegnanti già in servizio e per quanti fossero interessati alla crescita della cultura storica nel nostro paese.
17,00

Metodologia della progettazione educativa. Competenze, strumenti e contesti

Andrea Traverso

Libro: Copertina morbida

editore: Carocci

anno edizione: 2016

pagine: 197

Il volume analizza la complessità della competenza progettuale, frutto del dialogo tra tecnica ed esperienza all'interno dei servizi educativi, in riferimento alle metodologie più affermate. Progettare, in educazione, impone il controllo e la gestione di variabili afferenti a diversi ambiti disciplinari e culturali, che devono essere utilizzate adottando principi di flessibilità, innovazione e sostenibilità. Il progetto educativo rappresenta quindi la matrice culturale di appartenenza di un'intera generazione professionale, di un modo di vedere le cose e di leggere il mondo, di dare risposte, di entrare in relazione con sé e con gli altri. Nella prospettiva adottata dal libro, la competenza progettuale è articolata in sette estensioni, a loro volta ripartite in dimensioni di natura pedagogica, educativa, didattica, sociale e culturale, a rappresentare un mosaico nel quale ogni educatore possa trovare senso.
21,00

Valutare e certificare le competenze

Mario Castoldi

Libro: Copertina morbida

editore: Carocci

anno edizione: 2016

pagine: 275

La certificazione delle competenze è ormai a regime anche nella scuola italiana, sia per il primo che per il secondo ciclo di istruzione, e costituisce un radicale cambiamento nei modi e nelle forme della valutazione scolastica. Per applicarla si tende a focalizzare l'attenzione su come compilare le diverse voci del documento: di fatto rimane sostanzialmente immutato il processo valutativo che ne precede la compilazione, salvo qualche piccola revisione formale alle intestazioni del registro (elettronico) o alla delibera del collegio docenti. Nel volume si propone di ribaltare la prospettiva e di assumere il modello come ultimo passo di una revisione profonda del processo valutativo; si tratta di una strada decisamente più impervia e impegnativa, ma ineludibile. In gioco c'è un diverso modo di pensare l'apprendimento, un allargamento dello sguardo valutativo ad aspetti spesso trascurati quali: i processi attraverso cui mobilitare i propri apprendimenti, una pluralità di punti di vista e di strumenti con cui raccogliere dati e informazioni, una diversa gestione della fase di attribuzione del giudizio, la valutazione vista come risorsa per l'apprendimento.
28,00

Antologia della letteratura araba contemporanea. Da «nahada» a oggi. Ediz. italiana e araba

Libro: Copertina morbida

editore: Carocci

anno edizione: 2015

pagine: 391

Questa antologia bilingue è destinata a chiunque voglia avvicinarsi alla cultura araba e conoscere il grande patrimonio dalla nahdah (rinascita). Si compone di due parti: la prima destinata a chi non conosce la lingua araba, ma vuole avere un'idea della letteratura araba moderna e contemporanea; in particolare si rivolge anche agli studenti della scuola secondaria che studiano le culture altre. La seconda parte si rivolge agli studenti di lingua araba e agli arabofoni presenti nel nostro paese.
29,00

Pedagogia e contemporaneità. Educare al tempo della crisi

Sergio Tramma

Libro: Copertina morbida

editore: Carocci

anno edizione: 2015

pagine: 166

Uno sguardo pedagogico indirizzato all'attuale scenario economico, sociale e culturale non può che destare smarrimento e scetticismo. Smarrimento perché la quantità di variabili che concorrono a comporre tale scenario sono così tante da rendere difficile ipotizzare una progettualità pedagogico-educativa, scetticismo perché appaiono limitate le possibilità che la pedagogia e l'educazione possano essere in grado di contribuire a migliorare la realtà. Il libro affronta alcuni dei nodi presenti nei processi di trasformazione della contemporaneità nel nostro paese, analizza pedagogicamente alcune delle principali criticità, soffermandosi, in particolare, sulle potenzialità e i limiti di alcune strategie di uscita dalla crisi e sui soggetti sociali candidati a governare tali strategie, e su cosa possa significare oggi fare e pensare pedagogia ed educazione con uno sguardo necessariamente problematico e disincantato.
15,00

Filosofia e medicina. Pensare la salute e la malattia

Maria Cristina Amoretti

Libro: Libro in brossura

editore: Carocci

anno edizione: 2015

pagine: 150

Sui rapporti tra filosofia e medicina è aperta da sempre un'articolata e vivace discussione, che solleva ancora oggi questioni di straordinaria importanza. Una delle principali riguarda i concetti di salute e malattia. Come pensarli e definirli? Si tratta di nozioni descrittive o normative? Quali relazioni e differenze presentano rispetto ad altri concetti come quelli di normalità e anormalità, capacità e disabilità, benessere e danno? Si può parlare di salute e malattia mentale? A queste e altre domande intende rispondere il libro, esaminando le connessioni tra filosofia e medicina, due discipline che interagiscono in modo costante e proficuo fin dalle loro rispettive origini nella Grecia antica.
17,00

Epigrafia e storia di Roma

Silvia Giorcelli Bersani

Libro: Copertina morbida

editore: Carocci

anno edizione: 2015

pagine: 318

Le epigrafi, incise su edifici e monumenti, esposte in luoghi pubblici e necropoli, distribuite lungo le vie delle città, furono uno straordinario strumento di comunicazione e di autorappresentazione. La pratica epigrafica di Roma antica fu concepita per diffondere informazioni di ogni tipo in modo efficace e durevole ma soprattutto per ribadire e trasmettere i valori nei quali l'intera società si riconosceva. Per questa ragione la lettura delle iscrizioni consente di seguire un percorso di conoscenza della realtà romana quale nessuna altra fonte è in grado di offrire, e accompagna all'interno di scenari che indagano in profondità la natura dell'uomo romano, il suo rapporto con le istituzioni, la sua dimensione etica e spirituale, la sua psicologia sociale; attraverso le iscrizioni il privato diviene pubblico e il pubblico si diffonde pervasivamente raggiungendo e unificando in un comune sentire identitario tutti i cittadini dell'impero. Il libro intende mettere in risalto l'eccezionale potenzialità documentaria dell'epigrafia latina, fornendo significative esemplificazioni su alcuni fondamentali snodi tematici lungo i quali si dispone e si disegna la storia di Roma: esso si propone in una nuova edizione aggiornata nei contenuti, nei materiali iconografici e nella bibliografia.
26,00

Teorie della narrazione. Dai racconti tradizionali all'odierno «storytelling»

Guido Ferraro

Libro: Copertina morbida

editore: Carocci

anno edizione: 2015

pagine: 283

La teoria della narrazione, fondata da maestri della semiotica quali Propp, Greimas e Lévi-Strauss, è stata poi oggetto di grande attenzione anche da parte di psicologi, storici, specialisti di letteratura e di cinema, di marketing e di comunicazione politica, sicché oggi il tema dell'espressione narrativa, o dello storytelling, si presenta come centrale. Nel libro, una rilettura in chiave attuale delle teorie classiche offre una visione profondamente nuova dell'universo narrativo: una prospettiva che tiene conto anche degli apporti di altre discipline, dell'odierna attenzione per gli impieghi operativi del narrare, nonché dello stretto legame che le forme narrative intrattengono con i processi emozionali e con i tanti modi in cui cerchiamo di rendere leggibile la realtà che ci circonda e di dare un senso alla nostra esperienza di vita. Il volume vale dunque come introduzione aggiornata alla materia, di cui propone una sistemazione teorica nuova e originale, presentata grazie anche a un ricco apparato di esempi che spaziano dalla letteratura al cinema, dal folclore alla musica, dal melodramma alla pubblicità.
27,00

L'audience «attiva». Effetti e usi sociali dei media

Saveria Capecchi

Libro: Libro in brossura

editore: Carocci

anno edizione: 2015

pagine: 301

Nel libro si ripercorre la storia delle più importanti teorie sugli effetti dei media sviluppatesi negli Stati Uniti e in Europa a partire dagli anni Venti del Novecento, quando la stampa, il cinema e la radio cominciano a divenire "di massa". Oggi il panorama è molto cambiato: i mass media e in particolare la televisione, che da tempo ha assunto un ruolo centrale nella società, si trovano a competere con nuove tecnologie comunicative, come Internet e i social media, che offrono agli utenti la possibilità di interagire tra loro in maniera "mediata" e di produrre e diffondere contenuti in prima persona. Partendo dall'analisi dei cambiamenti introdotti dai media tradizionali e digitali nella vita quotidiana, nel volume si evidenziano i passaggi teorici e le scoperte in sede di ricerca empirica riguardo sia alla concezione degli effetti sia a quella dell'audience. Ampio spazio è dedicato agli studi etnografici sull'audience, che rendono conto delle pratiche e delle esperienze di consumo effettive da parte di differenti tipi di pubblici: emergono così svariati usi sociali della televisione e di Internet che, attestando l'attività delle audience, bilanciano gli allarmismi circa il forte potere dei media. La nuova edizione rende conto della cosiddetta "rivoluzione" del web 2.0, che ha reso necessaria una rivisitazione dei classici modelli comunicativi e del concetto stesso di audience.
25,00

Il web e gli studi storici. Guida critica all'uso della rete

Libro: Copertina morbida

editore: Carocci

anno edizione: 2015

pagine: 327

I profondi mutamenti determinati dallo sviluppo del web nella realtà culturale contemporanea hanno avuto molteplici e rilevanti implicazioni anche sul versante degli studi storici. Da ciò deriva una crescente esigenza di aggiornamento in merito all'informazione disponibile e alle possibilità offerte dalla rete, ma anche la necessità di una selezione e di un adeguato controllo, funzionali agli obiettivi della ricerca e della didattica storica. I contributi del volume - opera di autori che si sono distinti per la particolare attenzione dedicata al rapporto tra internet e ricerca storica sin dai primi tempi di affermazione del web sullo scenario culturale nazionale e internazionale - presentano un quadro ampio e approfondito di questa problematica, dalle biblioteche e gli archivi alle riviste elettroniche, ai vari ambiti cronologici che caratterizzano l'attuale partizione disciplinare degli studi storici, con l'intento di offrire una guida utile a un uso consapevole e accorto degli strumenti attualmente disponibili sul web.
28,00

Insegnare l'italiano come seconda lingua

Pierangela Diadori, Massimo Palermo, Donatella Troncarelli

Libro: Copertina morbida

editore: Carocci

anno edizione: 2015

pagine: 390

Il volume si articola in tre parti - Contesti di insegnamento - apprendimento dell'italiano L2; Insegnare la lingua, insegnare la grammatica; Progettazione e realizzazione di percorsi didattici -, dedicate agli elementi fondamentali del processo di insegnamento - apprendimento: gli attori e i luoghi (tipi di pubblici, istituzioni e altre agenzie formative dedicate), l'oggetto (la lingua), i metodi e le tecniche (modelli operativi, comunicazione e gestione della classe). La struttura modulare del testo ne consente l'adozione a diversi livelli della formazione universitaria: corsi di laurea di primo e secondo livello, master, corsi di specializzazione.
32,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.